Come scolare l'acqua da uno scaldabagno elettrico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Gli scaldabagni elettrici hanno due elementi riscaldanti, uno nella parte superiore del serbatoio e uno in prossimità del fondo. Il serbatoio deve essere drenato se si presenta la necessità di sostituire questi elementi o di ripulire l'interno del serbatoio. All'interno dello scaldabagno, la temperatura dell'acqua presente si aggira intorno ai 60-70 gradi centigradi, quindi, per non venire a contatto con essa, dato che potrebbe essere pericoloso, lasciate che quest'ultima si raffreddi, prima di scaricare lo scaldabagno. In questa guida, andremo a vedere come scolare l'acqua da uno scaldabagno elettrico.

27

Occorrente

  • Un tubo da giardino in gomma
  • Una gruccia in metallo (se lo scaldabagno è otturato)
37

Interrompete l'alimentazione elettrica per il riscaldamento dell'acqua. Se il riscaldatore ha una spina che si inserisce nella parete, staccatela. Altrimenti sarà necessario far scattare l'interruttore nel quadro elettrico di casa. Lavorate sempre con la massima attenzione del particolare nel momento in cui farete scattare gli interruttori, oppure andrete a scollegare tutti i dispositivi elettrici. Fatelo specie se utilizzate dispositivi a 220 volt, come sono gli scaldabagni. Per poter far sì che l'acqua si raffreddi, spegnete l'alimentazione per circa due ore e, solo successivamente, andate a procedere.

47

Continuate chiudendo la valvola che si occupa di far entrare l'acqua fredda all'interno dello scaldabagno. Troverete la valvola suddetta posizionata nella parte superiore del serbatoio. Al contrario, assicuratevi che l'alimentazione dell'acqua fredda sia spenta, senza confonderla con quella dell'acqua calda. Per precauzione, potete andare a toccare i tubi, rendendovi conto della temperatura, determinando le valvole che sono da spegnere. Collegate il tubo da giardino al perno situato sul fondo del serbatoio dell'acqua. La filettatura sul perno serve proprio a questo scopo. Tendete il tubo in modo che l'altra estremità rimanga fuori da casa. Ruotate la valvola posta sul perno, per aprirlo. Andate ad aprire un rubinetto dell'acqua calda che avete nelle vicinanza, al fine di permettere all'aria di drenare il serbatoio. Il serbatoio dovrebbe svuotarsi in un lasso di tempo che varia dai trenta minuti ad un'ora.

Continua la lettura
57

Se notate che l'acqua non riesce a defluire, probabilmente avete davanti un problema di calcare. I sedimenti e il calcare si son depositati sul fondo della caldaia, fino ad ostruire la tubatura ed impedire all'acqua di scorrere via. Tutto quello di cui avete bisogno per risolvere questo tipo di problema è una gruccia in metallo. Proseguite andando a piegare la gruccia, formando un gancio che andrete ad infilare dentro la tubatura. Lavorate col gancio nella valvola, avanti ed indietro, controllando talvolta che l'acqua stia cominciando a fluire.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Siate molto scrupolosi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come installare un boiler a parete

Il boiler o scaldabagno è un apparecchio a gas/elettricità in grado di riscaldare l'acqua per uso domestico e può essere di tipo istantaneo o ad accumulo. Le tipologie di boiler ad accumulo per impiego casalingo sono in prevalenza elettrici e hanno...
Casa

Come manutenere la resistenza di uno scaldabagno elettrico

Se in casa abbiamo uno scaldabagno elettrico, è molto importante controllare periodicamente l'efficienza della resistenza che è soggetta a bruciarsi a causa dell'accumulo di calcare che si genera intorno ad essa. Per evitare che ciò accada, è necessario...
Casa

Come Fare La Manutenzione Dello Scaldabagno

Qualche volta può succedere che lo scaldabagno fa i capricci; questa situazione si può verificare anche mentre si è sotto la doccia. Questo elettrodomestico bisogna tenerlo costantemente sotto controllo sia per la sua utilità che per il suo costo....
Casa

Come testare uno scaldabagno

Se abbiamo appena acquistato uno scaldabagno nuovo ed intendiamo testarlo, ci sono alcune semplici regole da seguire molto importanti sia per garantirne la funzionalità a lungo termine che, per ottimizzare i consumi energetici. La guida che segue sicuramente...
Casa

Come pulire l'interno di uno scaldabagno elettrico

Nel corso degli anni e soprattutto nelle zone in cui è in uso dell'acqua molto ricca di calcio, il calcare tende ad accumularsi all'interno dello scaldabagno dando vita a delle incrostazioni anche di rilievo. Per rendere lo scaldabagno efficiente, ed...
Casa

Come accendere lo scaldabagno a legna

Riuscire a risparmiare su luce e gas, senza però dovere rinunciare ai comfort, sembra impossibile. Eppure una soluzione ingegnosa esiste ed arriva dal passato! Probabilmente non molti conoscono le virtù di uno scaldabagno a legna e forse non sanno neppure...
Bricolage

Come utilizzare le parti di recupero di uno scaldabagno

Lo scaldabagno rappresenta uno degli elettrodomestici più importanti all'interno di una casa, in quanto ha il compito di produrre l'acqua calda sanitaria. Negli ultimi anni, ha preso sempre più piede l'impiego degli scaldacqua a gas. Essi permettono...
Casa

Come sostituire un flessibile dello scaldabagno

Capita spesso che il flessibile che allaccia lo scaldabagno elettrico all'impianto idraulico di casa si buchi e quindi occorre sostituirlo. Certo chiamare un idraulico comporta una spesa anche se non eccessiva. Se vi siete precedentemente cimentati in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.