Come setacciare l’oro

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Tra i tanti metalli apprezzati dal genere umano, fin dalla preistoria, ne esiste uno duttile, tenero, modellabile, plasmabile e di colore giallo, poiché si impregna del condizionamento della lunghezza d’onda del blu della luce naturale. Stiamo parlando dell'oro. Quest'ultimo, è stato sempre impiegato per coniare monete o per creare gioielli. Tuttavia, da qualche anno a questa parte, l'oro viene utilizzato anche nell’industria dell’elettronica riuscendo, in questo modo, ad espandere la sua importanza in tutti i vari settori. A tal proposito, nei passi a seguire, spiegherò come setacciare l'oro.

28

Occorrente

  • scarponi
  • setaccio di acciaio o di plastica
  • bottiglia semplice e una a beccuccio
  • Zappa
  • Recipiente "batea"
38

Simboleggiare l'oro come prodotto che rappresenta lealtà e valore

L'oro è un materiale che, in natura, si scopre sotto forma di pepite o di pagliuzze nei depositi alluvionali e nelle rocce. Anticamente, è stato simboleggiato come un prodotto puro che rappresenta lealtà e valore. Oltre a ciò, è stato ampiamente utilizzato per produrre ornamenti ed oggetti di valore da indossare o da appoggiare sopra i mobili.

48

Procurarsi l'occorrente necessario

Il numero dei suoi amatori aumenta quotidianamente e fanno di tutto per cercarlo, nel loro tempo libero, varcando i fiumi ed i ruscelli, luoghi particolarmente adatti per il suo ritrovamento. Tanti vanno alla ricerca dell’oro come fosse una maniera di svago che, al tempo stesso, porta benefici economici. In questo caso, sarà indispensabile armarsi di scarponi, di un setaccio di acciaio o di plastica, di una bottiglia semplice e di una a beccuccio. Successivamente, sarà necessario scegliere il posto perfetto per trovare quel che si sta argomentando. Sono consigli fondamentali per procedere gradualmente in quel che sarà il lavoro di ricerca.

Continua la lettura
58

Utilizzare un particolare recipiente

Si andrà così ad esplorare le zone sopra menzionate, muniti dell'occorrente necessario. Quest'ultimo prevederà anche l'uso di una piccola zappa per eliminare i sassi di un diametro superiore ad un centimetro e la sabbia non idonea per l’operato in questione. Per poterlo adottare perfettamente, sarà necessario avere un recipiente particolare chiamato “batea”. In questo, si andrà a raccogliere la sabbia aurifera, immergendola in acqua per agitarla grazie ad energiche e piccole movenze circolari.

68

Eliminare il resto del materiale posto in superficie

L’alto peso specifico dell’oro favorirà il lavoro. Infatti, le relative scagliette presenti andranno a posizionarsi nel fondo del contenitore scritto, eliminando così il resto del materiale posto in superficie. A questo punto, rimarrà la sola sabbia rossiccia e scura per la presenza di menite, magnetite, granati e dell’oro stesso. Quest'ultimo, si otterrà dopo un ultimo lavaggio completo.

78

Guarda il video

88

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Utilizzare La Cenere Come Concime

Tutti conosciamo il potere sbiancante delle ceneri, se usate per il bucato dei capi delicati, ma non tutti sappiamo che, questo elemento naturale, può diventare un ottimo alleato nella cura delle nostre piante. Se durante l'inverno e la primavera (per...
Altri Hobby

Dove trovare l'oro in Italia

L'ora da sempre, è uno dei minerali di maggior valore fra quelli esistenti ed è reperibile in natura estraendolo dal sottosuolo in appositi giacimenti. L'oro è caratterizzato da un colore giallo ed è un metallo molto malleabile e duttile e con una...
Altri Hobby

Come realizzare decorazioni in pasta di zucchero

La pasta di zucchero è un'impasto alimentare modellabile, usato per ricoprire torte e realizzare decorazioni e personaggi commestibili. Può essere acquistata già pronta nei negozi specializzati, ma è possibile prepararla in casa, utilizzando pochi...
Bricolage

Come Realizzare La Vetrina Per La Ceramica

Innanzitutto è utile specificare che la vetrina è uno smalto incolore e trasparente, altresì chiamata anche cristallina o vernice, che grazie alle sue proprietà specifiche quali la trasparenza e la lucentezza, vitrea perlappunto, lascia alla vista...
Giardinaggio

Come piantare i semi nelle vaschette

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di piante. Nello specifico, come avrete già potuto verificare tramite la lettura del titolo stesso che è presente nella guida, ora andremo a spiegarvi Come piantare i semi nelle vaschette, dandovi...
Giardinaggio

Come E Quando Essicare L'Origano

L'origano, come l'erba cipollina è una pianta aromatica largamente usata in cucina, sopratutto in quella mediterranea, sia per il suo sapore molto forte che per i suoi effetti benefici. Tuttavia è un buon coadiuvante della digestione, un buon antisettico...
Bricolage

Come realizzare l'argilla refrattaria

L'Argilla è un sedimento ottenuto dall'alterazione di rocce. L'Argilla è composta principalmente da allumino-silicati. È un materiale altamente malleabile se idratata e adatta ad essere lavorata. Dopo un intenso riscaldamento diventa permanentemente...
Bricolage

Come riutilizzare l'alluminio in casa

Generalmente, l'alluminio che solitamente usiamo in casa, è quello in cui avvolgiamo i vari "cibi" da portare a lavoro, a scuola o alla scampagnata (come i panini, la pizza, i tramezzini, le pizzette, la frutta e le torte), per conservarli meglio. Senza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.