Come sfrangiare i jeans

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La moda, passione e devozione di donne e uomini non conosce limiti, sempre in evoluzione nel mercato fiorente dell’abbigliamento, corre inesauribile verso la personalizzazione dei capi e l’estasi delle collezioni che intramontabili si ricorderanno negli annali. Il jeans è un capo d'abbigliamento che non passa mai di moda, per anni è ed è stato il cavallo di battaglia di molti stilisti, ne hanno studiato forme e colori per “sensualizzare” curve e forme di donne e maschietti. È un tipo di pantalone versatile, confortevole e resistente. Oggi le case di moda propongono diverse tipologie di jeans, dai più classici e intramontabili ai più originali e colorati. Tuttavia, non è sempre possibile acquistarne un nuovo paio, molto spesso hanno un costo elevato per via delle lavorazioni e dei lavaggi particolari. Personalizzare e valorizzare il vostro look, oggi è possibile grazie a questa guida che vi spiegherà come sfrangiare i jeans.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Jeans nuovi o vecchi
  • Forbici, gesso da sarta
  • Lana d'acciaio, la carta vetrata e una pietra pomice
  • Vernici per tessuti
  • Taglierino.
  • Legno sottile
37

Prendiamo un jeans vecchio, scegliamo la lunghezza desiderata dopo averli indossati, segnando con un gesso da sarta l’orlo e tagliamo con le forbici all'altezza marcata il più linearmente possibile. Tiriamo i fili dell'orlo, per creare le frange con la punta delle forbici, uno ad uno seguendo l’orditura del pantalone: è un lavoro certosino che va eseguito con maniacale accuratezza, vedremo l’orlo del pantalone sfrangiarsi e sfilacciarsi. Molti stilisti utilizzano delle vernici per tessuto dal colore oro e argento per “sporcare” le frange e renderle più resistenti e dure ai lavaggi: quindi procuriamoci le tinte e con fare artistico dipingiamo gli orli del pantalone.

47

Possiamo sfrangiare il Jeans non solo sull’orlo, ma anche sui fianchi e sulle tasche laterali e posteriori: in questo modo, il pantalone acquisirà un aspetto vintage e retrò molto accattivante e alla moda. Marchiamo con la matita la linea del futuro strappo e dopo aver inserito un legno sottile all’interno del jeans per evitare di affondare troppo la lama del taglierino, eseguiamo un taglio lungo la linea segnata, quindi strappiamo e allarghiamo il taglio utilizzando entrambe le mani; con la carta vetrata, la lana d’acciaio e la pietra pomice effettuiamo delle passate leggere fino a quando le “texture” del jeans non ci soddisfano.

57

Guarda il video

Continua la lettura
67

Creiamo fori e piccoli taglietti come più ci piacciono: possiamo inserire, all’interno del jeans, delle stoffe colorate e incollarle a caldo con la semplice passata del ferro da stiro; colori sgargianti di impatto possono dare al nostro capo una marcia in più come il verde acido, giallo ocra, rosso fuoco. Come per gli orli anche le frange sul corpo del jeans possono essere trattate con colori e vernici per evidenziarne il look sfilacciato; è importante, all’interno del jeans e intorno lo strappo, realizzare un rinforzo con una cucitura fatta a mano o a macchina o incollando della stoffa per evitare che con il lavaggio o accidentalmente scontrando spigoli, il taglio si espanda più del dovuto.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizziamo con delicatezza la pietra pomice e la carta vetrata.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare dei pantaloncini di jeans

Tutti gli anni, il mondo della moda propone continuamente diversi capi di abbigliamento must della stagione e, mese dopo mese, le gonne, gli abiti ed ...
Altri Hobby

Come rivestire un lampadario con dei jeans stinti

Siamo solitamente portati a pensare che ciò che è stato utilizzato e casomai sfruttato, non abbia più possibilità di riutilizzo. In questa giuda vedremo come ...
Cucito

Come rinforzare il cavallo dei jeans

Il jeans fa parte sempre di più del nostro look quotidiano, grazie alla sua resistenza, varietà di colori e praticità, che lo fanno diventare il ...
Cucito

Come trasformare un vecchio paio di jeans

Ognuno di noi dentro l'armadio ha un vecchio paio di jeans che non adopera più perché è un vecchio modello, è macchiato da qualche ...
Bricolage

10 idee per decorare i jeans

Se amate vestirvi stando al passo con la moda, questa lista fa per voi. Ecco 10 idee per decorare i jeans. Ci sono così tante ...
Cucito

Come stringere la gamba dei pantaloni a zampa

Quante volte avete buttato o regalato degli indumenti solo perché non li ritenevate più alla moda o non vi piacevano più? Negli ultimi anni però ...
Cucito

Come realizzare dei pantaloni pinocchietto

Il pantalone a pinocchietto, chiamato anche pantalone alla Capri è un indumento molto utilizzato durante gli anni 50, inventato dalla stilista Sonja de Lennart. Nato ...
Cucito

Idee per allungare i pantaloni

Quante volte capita di non poter utilizzare dei pantaloni perché non vanno più bene di altezza perché si sono stinti, oppure il caso più comune ...
Cucito

Come creare un pantalone a campana

I pantaloni a campana sono un simpatico capo di abbigliamento di moda degli anni '60. Sono famosi anche come pantaloni "a zampa d'elefante". Il ...
Cucito

Come realizzare un costume da piratessa

Quando si riceve un invito per una festa in maschera, non è per forza necessario correre in un negozio di costumi e spendere cifre folli ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.