Come sfruttare i pezzi di ottone di un letto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Gli ottoni sono leghe di rame (Cu) e zinco (Zn). Bisogna distinguere tra ottoni binari, costituiti da rame e zinco, e ottoni ternari, in cui è presente un terzo elemento chimico caratterizzante la lega o altri ottoni quaternari in cui sono presenti altri elementi chimici. Considerando gli ottoni binari, si parla di fase α quando il contenuto di zinco è inferiore al 36% circa; la struttura cristallina della lega ricalca quella del rame, cioè quella cubica a facce centrate. Questi ottoni hanno eccellente lavorabilità a freddo (imbutitura e stampaggio) e buona a caldo. Gli ottoni α-β (dove la fase β è struttura cubica a corpo centrato) hanno un titolo di zinco oscillante tra il 36 e il 45%; sono facilmente lavorabili a caldo. Le leghe con percentuali di Zn superiori al 45% non hanno interesse pratico. La lavorabilità alle macchine utensili delle leghe binarie rame-zinco è buona, ma la tenacità provoca la formazione di trucioli molto lunghi. Nei passi passi della guida a seguire, sarà illustrato come sfruttare i pezzi di ottone di un letto.

25

Occorrente

  • Seghetto
  • Bomboletta spray (acrilica)
  • Borotalco
  • Tendaggi
35

Un'ottima idea per sfruttare i pezzi di un letto di ottone è quello di creare dei bastoni per tende nelle nostre stanze compreso bagno e cucina. Tenendo conto che in commercio esistono già (in ottone o ferro battuto e sono piuttosto cari) per la creazione dei bastoni, possiamo infatti utilizzare tutti i tubolari di ottone del letto e, con un seghetto a mano tagliarli in base alla dimensioni della parete che vogliamo ricoprire con la tenda.

45

Terminata l'operazione di taglio avremo la possibilità di usare come terminali ai due lati dei bastoni i pomelli del capoletto e quello dei piedi del letto. Se però intendiamo creare più di un bastone, allora conviene recarsi presso un negozio di ferramenta o di passamaneria e sempre in ottone acquistare all'ingrosso una buona quantità di pomelli tondi o a forma di pigna che, useremo come terminali che sono importanti per lo scorrimento della tenda. Una volta assemblato il bastone di ottone compreremo gli anelli tondi, le pinze e tutto quanto occorre per rendere scorrevole la tenda. Se il colore dell'ottone (generalmente giallo-oro) non è di nostro gradimento, potremo anche scurirlo (con la fiamma di un cannello) o semplicemente colorarlo utilizzando delle bombolette spray (acriliche) rendendole così simili al" ferro battuto".

Continua la lettura
55

In quest'ultimo caso dopo l'utilizzo dello spray aspettiamo l'essiccazione (nei prodotti acrilici avviene dopo circa 10 minuti) dopo utilizziamo del borotalco e con le mani lo strofiniamo sul tubo di ottone in modo che i granuli di pittura spariranno, grazie al leggero tocco abrasivo del borotalco, facendoci apparire il bastone liscio e setoso. A questo punto, non ci resta che scegliere il colore delle tende e applicarle alle pareti. Una volta assemblato il bastone di ottone compreremo gli anelli tondi, le pinze e tutto quanto occorre per rendere scorrevole la tenda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come dipingere l'ottone

Anche dai metalli più tenaci, possono nascere delle splendide forme armoniose. La fibra solida può infatti essere piegata, modellata e resa "morbida". L'ottone, con le sue sfumature brunite e ramate, è un metallo ampiamente utilizzato per realizzare...
Bricolage

Come accendere una lampadina con le patate

In questo periodo si parla tanto di ecosistema ed energie alternative. I governi sono impegnati a smistare fondi verso il fotovoltaico, l'eolico e qualsiasi altra forma di energia pura che possa sostituire le classiche fonti energetiche che si stanno...
Casa

Come fare un pulitore per ottone in casa

Gli oggetti realizzati in ottone hanno un fascino davvero tutto particolare. Il tipico colore brunito conferisce all'ottone un aspetto antico, perfetto quindi per regalare agli ambienti un'aria rustica. Eppure la bellezza e la lucentezza dell'ottone è...
Casa

Come lucidare l'ottone grezzo

L'ottone è senza dubbio uno dei metalli più utilizzati in casa nostra. Si tratta di un materiale luminoso e brillante, che rappresenta una risorsa per qualsiasi arredamento. Maniglie, lampade, battenti e placche per interruttori della luce appaiono...
Bricolage

Come realizzare una parure in ottone

Il fai da te e il bricolage oltre ad essere molto di tendenza in questi ultimi anni, sono anche attività piacevoli che in qualche caso possono anche trasformarsi in una vera e propria attività. Grazie alla fantasia, alla creatività e alle abilità...
Casa

Come pulire le maniglie delle porte in ottone

L'ottone è un materiale che nel tempo tende a perdere la propria lucentezza. Esistono svariati metodi che consentono di pulirlo in maniera efficace. Con l'ottone vengono realizzati tantissimi elementi che possono comporre la nostra casa. In questa guida...
Casa

La manutenzione dell'ottone

Le case in stile antico sono piene di oggetti d'arredamento realizzati in ottone: candelabri, lumi e utensili vari. Gli oggetti composti di questo materiale, soprattutto a lungo andare, possono tuttavia andare incontro a problematiche quali, ad esempio,...
Bricolage

Come dipingere le lampade in ottone

Le strutture architettoniche, dal punto di vista immobiliare possiedono molteplici componenti fondamentali, presupposti base affinché la struttura possa sostenere il peso di ulteriori elementi e delle future abitazioni. A questi primi e principali elementi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.