Come si gioca a dama

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La dama rappresenta uno dei più classici giochi di strategia da tavolo per due giocatori, come anche gli scacchi: però, le regole sono decisamente più facili e le partite sono generalmente abbastanza più rapide.
La dama ha il vantaggio di poter essere praticata dovunque, in quanto saranno sufficienti una scacchiera (denominata "damiera") e delle pedine.
Nella seguente pratica e informativa guida esplicata nei passaggi successivi, vi parlerò di come si gioca ad essa in modo corretto, secondo le regole italiane: in realtà, ne esistono molte altre tipologie, tra cui quella inglese (checkers), quella russa e quella spagnola.

28

Occorrente

  • Damiera
  • Pedine
  • 2 giocatori
38

Innanzitutto, dovete sapere che il gioco della dama viene svolto sopra una damiera composta da 64 caselle, di cui 32 bianche e 32 scure: essa non è nient'altro che una classica scacchiera, ma viene orientata in modo che ciascuno dei due giocatori abbia la casella scura (denominata "cantone") alla propria destra.
Le pedine che vengono adoperate durante una partita di dama sono 24 (metà bianche e metà nere), che devono essere posizionate solamente sulle caselle scure.

48

A cominciare il gioco deve essere il giocatore che ha le pedine bianche: si esegue alternativamente una mossa per volta, per cui inizialmente il bianco e successivamente il nero.
I pezzi possono essere spostati diagonalmente e soltanto sulle caselle scure non occupate da ulteriori pezzi: inoltre, essi hanno l'opportunità di prendere (mangiare) le pedine dell'avversario, scavalcandoli.
I pezzi catturati vengono eliminati dalla damiera ed esclusi dal gioco: la presa è obbligatoria e, pertanto, quando si ha la possibilità di mangiare una pedina, sarà assolutamente necessario farlo.

Continua la lettura
58

I pezzi semplici si possono muovere soltanto di una casella alla volta, diagonalmente e in avanti: quando una pedina raggiunge la base avversaria (traversa superiore o inferiore della damiera), però, essa diventa dama e deve essere collocata sopra ad un'altra pedina del medesimo colore (damatura).
La dama presenta alcune differenze importanti riguardanti le opportunità di movimento: infatti, essa potrà catturare e muoversi sia in avanti che all'indietro, ed essere catturata solamente da un'altra dama e non da una pedina semplice.

68

Il giocatore che cattura tutti i pezzi dell'altro o riesce a bloccarli (circondandoli con le sue pedine ed eventualmente con l'ausilio delle pareti laterali della damiera) ha vinto la partita.
Esistono anche dei casi di parità nel gioco della dama e ciò accade quando nessuno dei giocatori sarà in grado di eliminare o bloccare le pedine dell'avversario oppure chi è in vantaggio non riesce a terminare la sfida entro un determinato numero di mosse.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Creare Una Dama Con Materiale Da Riciclo

Cosa ne dite se oggi ci dedichiamo ad un hobby adatto ai nostri bambini? Vi sarà capitato sicuramente che i vostri figli, vedendovi assorte in qualche hobby creativo, vi abbiano chiesto di aiutarvi: a me capita molto spesso e, purtroppo, non sempre i...
Bricolage

Come realizzare una dama in cartapesta

Una delle tecniche di bricolage più semplici e divertenti, è quella della cartapesta. Con questa tecnica si possono andare ad realizzare decori, dipinti e sculture. La tecnica della cartapesta inoltre permetto di utilizzare materiali di riuso che altrimenti...
Bricolage

Come costruire una scacchiera

Ogni tanto ci capita di trascorrere dei momenti, durante l'intero arco delle nostre giornate, che vengono caratterizzati dalla noia. In casi come questi potremmo prendere in considerazione l'idea di impiegare in maniera più produttiva e utile il proprio...
Cucito

Come fare un costume da dama del Settecento

Per Carnevale o per qualsiasi altra manifestazione in costume, l'abito da dama del Settecento rappresenta una scelta di grande effetto. Laborioso ed impegnativo, richiede molta creatività nell'assemblaggio dei vari tessuti e colori. Si caratterizza principalmente...
Cucito

Come fare il punto dama, le punte a zig-zag e i rombi in rilievo

Fare il punto dama, le punte a zig-zag e i rombi in rilievo, non è un lavoro molto difficile, ma neanche tanto facile, bisogna seguire i dettagli nello specifico e porre molta attenzione ad ogni singolo passaggio spiegato. È importante saper utilizzare...
Cucito

Come realizzare un vestito da dama

Un vestito da dama è davvero molto elegante, può essere indossato ad una festa in maschera, per un occasione importante oppure può essere esposto nel salone o in camera da letto, come ornamento, soprattutto se la casa è in stile classico o in arte...
Cucito

Come eseguire ai ferri il punto incroci a dama

Il lavoro ai ferri è un'antica arte creativa, che negli ultimi anni è ritornata di gran voga. Con i ferri infatti si possono eseguire cappellini, calzini, sciarpe e cardigan di svariate forme e dimensioni, oltre che con dei punti particolari tra cui...
Bricolage

Come realizzare un gioco da tavolo in legno per tutta la famiglia

L'era digitale oggi ha provocato un allontanamento all'uso dei giochi manuali. Infatti, i bambini e anche i grandi durante il tempo libero preferiscono usare questi metodi. Ma nonostante tutto esistono ancora giochi da tavolo che ancora richiamano l'interesse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.