Come Si Realizza Il Punto Ombra

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il cucito è un hobby molto antico. Ci sono un'infinità di tecniche conosciute per realizzare diversi tipi di cuciture. Fra questi vi è il punto ombra, un nome di pregio per questa tecnica di cucito che fa già parte del ricamo ad alto livello, anche se la sua tecnica è apparentemente elementare. È un punto molto antico. I primi reperti con questo ricamo risalgono ben al XVIII secolo. Un tempo usato soprattutto per ricami su tessuti leggeri come l'organza oggi è diffuso per tutti i tipi di materiali. Il segreto sta tutto nell'esecuzione che deve essere di estrema delicatezza e la nitidezza assoluta dei contorni che solo una mano esperta può permettersi. Non vi scoraggiate, è comunque un tipo di punto al quale possono comunque aspirare tutti, basta avere alcuni accorgimenti e una mano ben salda. Continuando a leggere vi spiegherò quindi come si realizza il punto ombra, una tecnica di cucito che risalta particolarmente all'occhio.

27

Occorrente

  • Set da cucito
  • carta carbone
37

Il punto ombra affida il suo effetto alle sfumature, al gioco delle trasparenze e dei chiaroscuri, qualcosa di sommesso, di discreto che si lascia valorizzare dall'organdis, cioè da un tessuto di cotone quasi trasparente, che consente di intravedere la lieve ombreggiatura sottostante. Ecco l'importante peculiarità di questa tecnica, utilissima per le vostre creazioni, incredibilmente ad effetto, che lascerà i vostri amici a bocca aperta.

47

Il punto ombra agisce infatti sul rovescio del lavoro, a differenza di molti altri tipi di punti, e da diritto si presenta come due impunture parallele che circoscrivono la zona ombreggiata e leggermente in rilievo. È il protagonista assoluto delle tovaglie per le grandi occasioni, corredini e abiti da battesimo. Il disegno esige mano leggera per questo è adatto il ricalco con carta carbone. È bene non complicarsi troppo nella creazione dei disegni, più è difficile infatti il disegno, più risulterà difficile la realizzazione del punto ombra. Per i meno esperti magari suggerisco di cominciare con qualcosa di semplice.

Continua la lettura
57

Di solito si consiglia l'usa di un telaio. Per piccoli disegni si sceglie il telaio rotondo per ricami più importanti quello quadrangolare. Il telaio permetterà di tendere bene il tessuto ed evitare che il punto si arricci risultando brutto da vedere. Poiché il tessuto che viene usato è molto sottile e delicato di solito si consiglia di inserire un tessuto più resistente tra questo e il telaio. In questo modo oltre a tenere fermo il lavoro eviteremo che il nostro tessuto si pieghi o strappi. Una volta montato il telaio bisogna tirare bene la stoffa e far si che il disegno rimanga nel centro.

67

Come abbiamo accennato si disegna sul diritto. Ci sono diversi tipi di tessuto che potete usare, ma sicuramente il cotone più adatto è il muolinè oppure il perlè sottile, questi due infatti si addicono meglio per le caratteristiche che presentano. Il lavoro si esegue da sinistra verso destra sulle due impunture che procedono parallele; esse sono legate tra loro da un incrocio di fili ad X, che è proprio la caratteristica del punto ombra.
Ci siamo. Finalmente dovreste essere riusciti ad eseguire questa meravigliosa tecnica di cucito. La vostra creazione è ormai pronta ad essere sfoggiata in un'importante occasione.
http://www.ilfilodonna.com/ricamo-punto-ombra-a-telaio/

77

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare una rosa con il silk ribbon

Con questo nome, silk ribbon (nastro di seta), viene indicata una tecnica di ricamo molto creativa che comporta l'impiego di nastri colorati (tra l'altro molto difficili da reperire) al posto dei normali filati. I nastri possono essere infilati nella...
Cucito

Come Si Realizza Il Punto Broccatello

Il punto broccatello è un tipo di ricamo particolare. Questo si distingue per la sua leggerezza di fondo. Il lavoro finito è molto leggero e va fatto, preferendo tinte pastello. Si può eseguire utilizzando il cotone mouliné, che alla fine risulta...
Cucito

Come Si Realizza Il Punto Raso Cinese

Tra i punti di copertura, il più raffinato e prezioso è il punto raso cinese. È conosciuto inoltre anche come ''punto pittura'', proprio per la sua caratteristica essenziale: quella d riprodurre con un filo colorato gli effetti sfumati e le tonalità...
Cucito

Come Personalizzare Un Fazzoletto

L'uso del fazzoletto ha origini antiche: giá i greci e gli antichi romani lo impiegavano come pegno d'amore, oltre che per pulirsi il naso e la bocca. Nel Medioevo e in particolare durante il XV secolo acquisí anche i connotati del pregiato oggetto...
Cucito

Come Si Realizza Il Nido D'Api

Il ricamo smock ha origine in Inghilterra ed ha radici antichissime. Veniva usato per arricciare il collo e i polsini delle camice delle donne inglesi che le indossavano sotto gli abiti. Oggi questo tipo di ricamo lo troviamo soprattutto in Bulgaria,...
Cucito

Come si realizza il punto stuoia

La tecnica del ricamo ha una vastissima varietà di punti: uno di questi è il punto stuoia. Si dice che questo punto abbia origine medievale. Risale infatti ai tempi delle "belle castellane" e veniva usato appunto per riempire con dei punti fitti fitti...
Cucito

Come scegliere il tipo di cucitura a macchina

Le macchine da cucire di oggi, a differenza di quelle di un tempo, consentono di scegliere il tipo di cucitura senza dover cambiare parti e quindi smontare e rimontare piedini e fili; oggi è sufficiente girare una manopola o addirittura scegliere il...
Cucito

Ricamo: punto antico

Il ricamo è un'arte antichissima, presente già nell'antico Egitto, della quale però non abbiamo testimonianze tangibili data la scarsa resistenza al tempo, ma presenti solo sui geroglifici. Dopo questi brevi ma doverosi cenni storici possiamo passare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.