Come sigillare le piastrelle

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete intenzione di sigillare le piastrelle del vostro bagno o quelle della cucina, è importante sapere come fare e quali strumenti e materiali utilizzare, per rendere il lavoro definitivo e quindi duraturo. In riferimento a ciò, nei passi successivi troverete degli utili consigli su come sigillare le vostre piastrelle.

26

Occorrente

  • Silicone
  • Pennellino
  • Raschietto
  • Spazzolino
  • Spugna
  • Spatola
36

Rimuovere il silicone

Innanzitutto, dovete munirvi di un raschietto per limare le parti più danneggiate della piastrella, facendo attenzione a non rovinare i bordi. A questo punto, con un po' di pazienza ed aiutandovi con una spazzolino da denti, eliminate tutte le attaccature e rimuovete con una certa pressione il vecchio silicone. Fatto ciò applicate sulla piastrella dello stucco preferibilmente di tipo antimuffa e a base di silicone, che potrete trovare delle migliori marche nei negozi specializzati.

46

Applicare lo stucco sigillante

Per quanto riguarda i colori, potete decidere voi qual è quello che si adatta meglio all'arredamento della casa vostra; infatti, potete ad esempio optare per il bianco o per il trasparente, ed in entrambi i casi, dopo aver impastato il nuovo sigillante con dell'acqua ed aver quindi ottenuto un miscuglio spalmabile, applicatelo sulla piastrella con l'aiuto di una spugna. Assicuratevi di averlo fatto scolare fin dentro le giunzioni e poi, sempre con uno spazzolino, procedete alla rimozione dei residui. Accertatevi inoltre che lo stucco non coli, e non presenti dei vuoti nel riempimento della fuga. Un consiglio ulteriore in merito riguarda sempre lo stucco che essendo a base di silicone, quindi noto per essere un prodotto resistente, va trattato con attenzione se non volete rimettervi al lavoro dopo pochi minuti perché sulle piastrelle si è formata una pasta appiccicosa che va rimossa.

Continua la lettura
56

Procedere con le finiture

Una volta completato il lavoro di riempimento delle fughe, non vi resta che procedere con le finiture. Per ottimizzare il risultato, potete usare uno spazzolino da denti oppure una spugna leggermente umida e non abrasiva da passare tra le fughe (senza fare pressione). In tal modo le piastrelle saranno ben pulite dopo l'essiccazione dello stucco, e quindi non sarete costretti a pulirle una per una con una lama di un taglierino nè tantomeno usare dei solventi. Con queste semplici ma funzionali tecniche, le piastrelle della vostra stanza da bagno o della cucina saranno sempre ben sigillate e soprattutto le fughe risulteranno a lungo bianche e non vi daranno più quell'antiestetico e fastidioso senso di sporco.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Riempite bene le fughe

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come sigillare i pavimenti in linoleum

I pavimenti in linoleum sono noti per la loro facilità di installazione e pulizia. L'intero processo è abbastanza facile. Di fatti, può essere eseguito da soli. Ciò nonostante, vi è un passo importante che si deve fare in modo alquanto attento: la...
Altri Hobby

Come decorare le piastrelle di ceramica con motivi floreali

Oggi parliamo di come decorare le piastrelle di ceramica con motivi floreali. Una guida molto utile nel caso in cui vogliate rimodernare le piastrelle della cucina o del bagno senza spendere un capitale. La tecnica che adopereremo è perfetta per le piastrelle...
Bricolage

Come Decorare Ie Piastrelle

Se in bagno o in cucina possedete un rivestimento in piastrelle monocolore ancora in buono stato, ma avete deciso di decorare le piastrelle per via della loro monotonia, questa è la guida che fa al caso vostro! Infatti, seguendo i consigli di questa...
Casa

Come applicare le piastrelle in ceramica

Le piastrelle in ceramica sono un elemento edilizio essenziale all'interno di un'abitazione. Si utilizzano come rivestimenti e pavimentazioni nei vari ambienti della casa, anche nel bagno, per non parlare dell'esterno. La giusta posa consente di avere...
Casa

Come sostituire le piastrelle

Quanti di voi stanno lì a guardare la piastrella danneggiata nel bagno, o in cucina, per mesi evitando di riparare il danno perché certi che il piastrellista costerà tanto? Vorreste tanto sostituirla ma al momento semplicemente avete da pensare ad...
Casa

Come piastrellare una parete

La piastrellatura di una parete deve generalmente servire a proteggere la muratura dalle infiltrazioni di acqua e conseguentemente la si utilizza in ambienti umidi quali cucine o stanze da bagno; può essere pure applicata per assicurare la pulizia delle...
Casa

Come rinnovare delle vecchie piastrelle

Le piastrelle, solitamente quelle degli ambienti del bagno o della cucina, nel tempo si usurano e perdono la loro originaria bellezza e funzionalità. A volte alcune si presentano anche danneggiate, rovinando l'estetica dell'insieme. Nel caso in cui il...
Materiali e Attrezzi

Come usare la tenaglia per piastrelle

Capita delle volte di dover fare qualche intervento di manutenzione all'interno della propria abitazione, come la sostituzione di alcune mattonelle o piastrelle. Alcune volte capita che si debbano tagliare in determinati modi e per farlo dobbiamo necessariamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.