Come sigillare una porta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tempo passa e come noi anche gli oggetti sono portati ad usura. Le porte infatti con i tempo tendono a far entrare spifferi d'aria, vuoi perché con il tempo l'acqua all'interno diminuisce e quindi si riduce lo spessore, sia perché con il tempo le guarnizioni vanno a rovinarsi e a ridursi e quindi non sono più idonei. L'aumento degli spifferi d'aria, anche se potrà sembrare strano, riducono la capacità termica dell'ambiente e di conseguenza l'aumento di consumi del riscaldamento. Quindi nel periodo di ogni due tre anni va fatta un po' di manutenzione nelle vostre porte in modo tale da sigillare le fessure e ridurre gli sprechi. Vediamo attraverso questa guida come fare.

26

Occorrente

  • gomma sigillante
  • cutter
  • acquaragia
36

Eliminare il vecchio materiale isolante

Dobbiamo per prima cosa verificare gli spifferi d'aria quindi chiudiamo la porta d'entrata, ma prima di uscire accendiamo la luce all'interno. Ora rechiamoci all'esterno e controlliamo se si intravede. Il fatto che non si veda, non significa che tutto sia regolare: significa solo che non ci sono fessure con dimensioni importanti. Procediamo ora con il ripulire tutto il perimetro interno ed esterno della porta dai vecchi strati di gomma piuma o altro materiale isolante. Con l'aiuto di un cutter a lama affilata eliminiamo il vecchio materiale esistente. Una volta che avremo finito, prendiamo un foglio di carta abrasiva dalla grana sottilissima e passiamola su tutto il perimetro in modo da eliminare eventuali residui.

46

Eliminare la polvere

Con l'aiuto di un aspiratore, procediamo a togliere tutta la polvere in eccesso, attenzione ad eseguire questa procedura correttamente. Ora prendiamo uno straccio, imbeviamolo nell'acquaragia e puliamo nuovamente in maniera minuziosa tutto il perimetro della porta. Una volta finito, chiudiamo la porta, accertiamoci che lo spessore di gomma non intacchi la sua chiusura, apriamo e chiudiamo diverse volta la porta in modo da schiacciare leggermente la spugna. Se tutto funziona alla perfezione, possiamo ripetere l'operazione sullo stipite.

Continua la lettura
56

Verificare la presenza di spifferi d'aria

Se anche sulla stipite è presente del vecchio isolante, rimuoviamolo come abbiamo fatto per la porta, usando le stesse identiche modalità. Una volta che avremo terminato, potremo applicare il nuovo isolante. Ripetiamo anche la chiusura ed apertura della porta in modo da schiacciare la gomma piuma. A questo punto il lavoro potrebbe considerarsi concluso, ma potremo sempre fare una prova ulteriore per capire se è stato fatto correttamente. Prendiamo una candela e accendiamola, chiudiamo la porta, passiamo ora la candela attorno a tutto il perimetro; se la fiamma rimane dritta, allora significa che il lavoro è stato eseguito correttamente. Nel caso contrario, potremo sempre aggiungere un pochino di spugna dove soffia ancora aria.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Sigillare le porte in previsione dell'inverno può far risparmiare molti soldi nel riscaldamento
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come Riparare Il Sigillante Delle Finestre E Delle Porte

In quest guida, vogliamo aiutare i carissimi lettori, a capire ed imparare come e cosa fare, per poter riparare il sigillante delle finestre e delle porte. Cercheremo di eseguire tutto ciò, mediante l'aiuto del classico metodo del fai da te e grazie...
Casa

Come eliminare gli spifferi da porte e finestre

Quando si vive in edifici di vecchia costruzione, è facile imbattersi negli spifferi provenienti dall'esterno, che spesso riescono ad entrare da porte e finestre. Questi raffreddano l'ambiente e non sono un toccasana per il proprio fisico. Inoltre un...
Materiali e Attrezzi

Consigli per sigillare i massetti in calcestruzzo

Ristrutturare una casa, significa ricominciare a pensare a qualsiasi piccolo particolare da rimettere a nuovo. Una casa ha sempre bisogno di stabilità e in molti casi, il pavimento è la prima cosa cui bisogna pensare oltre alle pareti. Quando si deve...
Bricolage

Come sigillare con il silicone

Come ben sappiamo, il silicone sigilla diversi tipi di materiali: vetro, legno, cartongesso, metallo. In commercio possiamo trovarlo in cartucce ma, per i piccoli lavori, è disponibile anche in tubetto, molto più comodo da utilizzare ed efficace nello...
Casa

Come Isolare Termicamente E Acusticamente I Cassettoni Delle Tapparelle

In qualsiasi abitazione le finestre sono solitamente accompagnate da una chiusura o protezione esterna che possono essere le tapparelle o le persiane. Queste ultime hanno la caratteristica di essere rigide e possono essere fatte di diversi materiali,...
Bricolage

Come Sigillare Un Telaio Con La Schiuma Poliuretanica

La schiuma poliuretanica è un prodotto molto particolare, ma allo stesso tempo molto utile per eseguire sigillature. È forse il prodotto più usato nella posa in opera dei serramenti, nato dalla reazione tra polioli e isocianato. Questo tipo di schiuma...
Bricolage

Come sigillare i sacchetti di plastica

La conservazione degli alimenti è un passaggio molto importante. Questa va fatta in maniera precisa. Cercando di chiudere i sacchetti in maniera ermetica. Per fare questo lavoro, si possono utilizzare alcuni metodi. Uno dei più usati è quello di sigillare...
Casa

Come sigillare le fughe delle mattonelle

Per realizzare i pavimenti di casa, il più delle volte si ricorre alle mattonelle. Si tratta di una serie di tessere di varie misure e materiali che si posano a terra o anche sulle pareti delle cucine e dei bagni. Quando si vanno ad applicare, si devono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.