Come sostituire il galleggiante dei serbatoi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Sostituire il galleggiante dei serbatoi, non risulta essere affatto difficile per chi ha manualità e conoscenza di attrezzi, per intervenire con estrema sicurezza e affidabilità. Questo pezzo risulta essere inserito precisamente nell'ambito di: recipienti, cisterne, pozzi, coppe d'olio e altri contenitori pieni di liquidi, è una protezione di totale sensibilità, quando l'acqua raggiunge un certo livello, tempestivamente aziona precisamente una valvola d'arresto, facendo automaticamente bloccare la fuoriuscita del liquido. Il suo deterioramento può causare un traboccamento dell'acqua ed un fastidioso allagamento. Dunque, proprio perché l'operazione non risulta essere estremamente difficile, potete provare voi stessi ad effettuarla, ottenendo sicuramente un ottimo risultato. In questo modo, non solo imparerete una tecnica estremamente utile, ma potrete anche risparmiare notevoli somme di denaro dal momento che non dovrete necessariamente rivolgervi ad un tecnico professionista. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con attenzione le seguenti indicazioni riportate esattamente nei successivi passi di questa interessante guida per apprendere utilmente come sostituire il galleggiante dei serbatoi.

25

Occorrente

  • chiavi inglesi, pezza asciutta, galleggiante nuovo
35

Chiudere il contatore:

La prima operazione che dovrete compiere, risulta essere esattamente quella di chiudere subito il contatore oppure il rubinetto che alimenta il liquido. Prima dell'acquisto fate molta attenzione al modello, alla marca e alla grandezza, facendovi sempre consigliare da addetti alla vendita, infatti la loro esperienza vi garantirà la sicurezza alla realizzazione di un operato all'altezza di un professionista. Potete visionare più negozi di ricambi idrici, sino a quando troverete il vostro galleggiante con le sue viti e i suoi pezzi. .

45

Smontare il galleggiante:

Successivamente, preparate le chiavi inglesi di varie misure, asciugate il galleggiante con una pezza asciutta, e smontatelo (vi può aiutare una piccola piantina disegnata con i vari passaggi di smontaggio). Se vii accorgete che la sede della valvola risulta essere consumata, rivestitela esattamente con il teflon, come pure la valvola d'aspirazione difettosa, estraete la coppiglia che tiene la leva dello stantuffo e la fate fuoriuscire, operazione che vi porta a smontare il coperchio di tale contenitore e continuare più comodamente.

Continua la lettura
55

Svuotate la cisterna:

Legate bene il galleggiante, svuotate del tutto la cisterna, facendo fuoriuscire tutta l'acqua residua, svitare il dado presente alla base del tubo di scarico e del sifone, questo procedimento facilita la rimozione della leva di scarico e dello stantuffo. I passaggi che eseguite per smontarlo, dovete rifarli per il montaggio, senza perdere di vista la procedura continuate con estrema tranquillità. La pazienza e la manualità sono armi davvero molto importanti per raggiungere un risultato perfetto e sicuro, con la consapevolezza di aver dato un contributo economico alla famiglia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come sostituire il galleggiante di una cassetta wc

Molto spesso ci capita di dover eseguire in casa dei piccoli lavoretti che andrebbero il più delle volte eseguiti da dei professionisti. Purtroppo però le parcelle di questi ultimi sono troppo esose per le nostre tasche, quindi sarebbe il caso, qualora...
Casa

Come Sistemare Uno Sciacquone Che Perde

È successo a tutti almeno una volta, ed è una vera scocciatura. Uno sciacquone che perde in continuazione è un vero spreco di risorse preziose e di denaro. In alcuni casi, la soluzione al problema sta nelle mani di lui, l’idraulico. In altri casi,...
Casa

Come regolare il galleggiante di un wc

Ci sarà sicuramente capitato di dover riparare o regolare alcuni elementi presenti nella nostra abitazione, come ad esempio gli impianti, o gli elettrodomestici, o ancora degli arredi, che con il tempo e l'utilizzo tendono a logorarsi.In questi casi...
Casa

Come sostituire il galleggiante nella vaschetta ad incasso per wc

Le cassette di risciacquo ad incasso rappresentano la versione più moderna tra gli ultimi ritrovati in fatto di impianti per bagno. Esse possono vantare moltissime installazioni in ormai ogni parte del mondo e si fanno preferire alle altre forme di impianti-bagno...
Casa

Come riparare il galleggiante dello sciacquone

Se il galleggiante dello sciacquone emana dei stani rumori ad ogni scarico, in genere ciò è dovuto ad un difetto strutturale da ricercare in questo elemento stesso. Una volta individuato possiamo intervenire e ripararlo in modo professionale. In riferimento...
Casa

Come riparare il galleggiante del wc

Ecco una scena che accade abbastanza spesso: avete appena usufruito del bagno e vedete scorrere acqua in continuazione dallo scarico. Lì per lì non ci fate caso ma poi, ponendo più attenzione, vi rendete conto che lo scroscio d'acqua è decisamente...
Casa

Come Riparare La Valvola Dello Sciacquone

Lo sciacquone è un dispositivo che scarica un determinato quantitativo di acqua nel vaso sanitario. Una volta "tirato" si svuota del tutto per poi ricaricarsi. In commercio ne esistono svariati tipi, ma le parti che lo compongono sono uguali per tutti....
Casa

Come riparare uno sciacquone

Accade spesso di sentire gocciolare lo sciacquone che perde acqua nella tazza. Oppure di non riuscire a far scaricare bene l'acqua. Entrambi i problemi derivano dalla composizione calcare dell'acqua, che con il tempo spesso danneggia il meccanismo. Bloccandolo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.