Come sostituire il galleggiante nella vaschetta ad incasso per wc

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le cassette di risciacquo ad incasso rappresentano la versione più moderna tra gli ultimi ritrovati in fatto di impianti per bagno. Esse possono vantare moltissime installazioni in ormai ogni parte del mondo e si fanno preferire alle altre forme di impianti-bagno per la grande affidabilità e la raffinatezza estetica che sono in grado di garantire. In taluni casi, tuttavia, causa usura o scorretto funzionamento, si rende necessaria la sostituzione di alcune importanti parti contenute nella vaschetta. Nello specifico, vogliamo ora spiegarvi come sostituire il galleggiante nella vaschetta ad incasso per wc.

26

Occorrente

  • Cacciavite a stella, pinze, nuovo galleggiante.
36

Eccoci quindi giunti alla sostituzione del galleggiante di una cassetta interna di un water. Per prima cosa si rende necessario togliere la placca esterna del wc ad incasso. L'operazione si effettua facendo leva con entrambe le mani sulle parti esterne per poi spingere verso l'alto. La placca si sgancerà da sola. Per rimuovere invece la placca interna, occorre munirsi di un cacciavite a stella e agire sulle viti che la fissano, avendo poi cura di sfilare anche quel piccolo pezzo di plastica situato nel mezzo e che funge da leva. Tolto anche quest'ultimo impedimento, la placca potrà essere estratta definitivamente.

46

Una volta eliminate le due placche, quella esterna e quella interna, noterete la presenza di due supporti laterali. Occorrerà togliere anche questi, girandoli con la mano verso sinistra. A questo punto risulterà molto facile sfilare il supporto di protezione che si trova sopra alla vaschetta ad incasso. Rubinetto, flessibile e galleggiante appariranno ora davanti a voi. Per togliere il galleggiante usurato occorre chiudere la valvola che fa capo al rubinetto. Smontate ora il galleggiante: utilizzando una pinza, svitate il tappo del galleggiante e toglietelo. Poi togliete anche la leva centrale. Ora vi accorgerete che è possibile sfilare il galleggiante dal suo apposito spazio senza alcun impedimento.

Continua la lettura
56

Il vecchio galleggiante, quello che non funziona più nel modo corretto, è stato ora eliminato. Occorre adesso montare quello nuovo. Inserire il nuovo galleggiante nel suo spazio e ricollegarlo al tappo. Riavvitate il tappo sulla parte iniziale del tubo. Reinserite poi il supporto centrale con la leva. Ricordatevi che tale supporto centrale è provvisto alle estremità di alcuni perni che dovranno andare perfettamente ad incastrarsi nella loro posizione originaria. Adesso occorrerà aprire di nuovo il rubinetto precedentemente chiuso, girando la manopola verso sinistra e attendere che la cassetta si riempia nuovamente di acqua. Poi rimettete al loro posto le due placche tolte in precedenza, sia quella interna (riavvitando tutte le viti), sia quella più esterna, incastrandola alla parete. Ecco il modo più semplice per sostituire il galleggiante nella vaschetta ad incasso per wc.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di togliere il galleggiante usurato, ricordatevi di chiudere la valvola che fa capo al rubinetto contenuto all'interno della vaschetta

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come riparare il galleggiante del wc

Ecco una scena che accade abbastanza spesso: avete appena usufruito del bagno e vedete scorrere acqua in continuazione dallo scarico. Lì per lì non ci fate caso ma poi, ponendo più attenzione, vi rendete conto che lo scroscio d'acqua è decisamente...
Casa

Come riparare lo scarico del bagno

Se in casa notate che lo scarico del wc, comunemente detto sciacquone, presenta delle perdite, potete intervenire e risolvere il problema in modo semplice e con delle tecniche fai da te, evitando quindi di chiamare un idraulico. In riferimento a ciò,...
Casa

Come regolare il galleggiante di un wc

Ci sarà sicuramente capitato di dover riparare o regolare alcuni elementi presenti nella nostra abitazione, come ad esempio gli impianti, o gli elettrodomestici, o ancora degli arredi, che con il tempo e l'utilizzo tendono a logorarsi.In questi casi...
Casa

Come riparare uno sciacquone

Accade spesso di sentire gocciolare lo sciacquone che perde acqua nella tazza. Oppure di non riuscire a far scaricare bene l'acqua. Entrambi i problemi derivano dalla composizione calcare dell'acqua, che con il tempo spesso danneggia il meccanismo. Bloccandolo,...
Casa

Come sistemare la cassetta scarico wc

Quante volte c'è capitato vedere scorrere l'acqua in continuazione dal nostro wc, attribuendo la causa ad una guarnizione della cassetta di scarico, anche se poi il problema può essere un altro sempre legato alla cassetta. Tuttavia, le cassette dello...
Casa

Come sostituire un sifone

I sifoni igienici sono spesso utilizzati nei bagni europei, che utilizzano un sifonamento che attinge acqua dalla toilette e dalla vaschetta per portare via le acque reflue. Quando si preme la maniglia in questi tipo di servizi igienici, viene azionato...
Casa

Come sostituire il galleggiante di una cassetta wc

Molto spesso ci capita di dover eseguire in casa dei piccoli lavoretti che andrebbero il più delle volte eseguiti da dei professionisti. Purtroppo però le parcelle di questi ultimi sono troppo esose per le nostre tasche, quindi sarebbe il caso, qualora...
Casa

Come riparare le perdite d'acqua

Quando nella nostra casa si verificano delle perdite d'acqua, è possibile intervenire con delle tecniche di bricolage e del fai da te, senza necessariamente chiamare un tecnico specializzato, e quindi spendere pochissimi soldi. In riferimento a ciò...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.