Come sostituire lo scarico di un lavandino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con il passare del tempo, può succedere che lo scarico del lavandino si corroda inevitabilmente e comincia a perdere acqua. Anche se può sembrare difficile, una volta appreso come sostituire uno scarico di un lavandino, è possibile eseguire questo lavoro in pochissimo tempo, risparmiando del prezioso denaro. La cosa più importante da tenere a mente è quella che, quando si installa un nuovo scarico, la rondella smussata deve necessariamente puntare nel lavandino per mantenere una vestibilità sicura. Vediamo insieme come poter sostituire correttamente lo scarico di un lavandino.

26

Occorrente

  • Cacciavite
  • Bacinella
  • Guarnizioni
36

Come prima cosa interrompete il flusso d'acqua dall'esterno. Recatevi quindi nel vostro bagno e chiudete la manopola dell'acqua per assicurarvi che non circoli acqua aprendo il rubinetto. Dopo aver fatto questo, andate ad operare sotto il lavandino, svitando la manopola che collega il tubo di scarico al lavandino stesso e facendo attenzione a non perdere la guarnizione. Seguite lo stesso procedimento per gli altri tubi se il vostro lavandino presenta due o più vasche. Successivamente sfilate l'altra estremità, ovvero quella situata nell'impianto di scarico con presa a muro.

46

Anche in questo caso, bisogna prestare la massima attenzione perché, sfilando il tubo, potrebbe esservi rimasta dell'acqua nella presa di scarico. A questo punto posizionate una bacinella sotto lo scarico per raccogliere l'acqua nel caso dovesse fuoriuscire. Rimosso il vecchio tubo di scarico, passate alla sostituzione. Prima di fare questo, è bene dare una bella pulita al filtro del lavandino: servendovi di un cacciavite, svitate la vite di fissaggio, estraete il filtro e rimuovete tutti gli eventuali detriti che potrebbero rallentare il drenaggio dell'acqua, dopodiché rimettete a posto il filtro. Dopo aver preso le giuste misure del diametro del tubo di scarico e, di conseguenza, le relative guarnizioni, potrete finalmente operare.

Continua la lettura
56

A questo punto inserite il tubo nella presa di scarico a muro, assicurandovi che sia entrato abbastanza in profondità da evitare perdite d'acqua. Dopodiché fissate la guarnizione al primo pezzo di tubo che esce dal lavandino, accertandovi che questa aderisca bene alla sua superficie. Infine collegate il nuovo tubo avvitandolo servendovi della manopola fornita in dotazione. Infine riaprite l'impianto idrico e provate il nuovo impianto di scarico aprendo i rubinetti. Aprite fino ad avere una grande portata d'acqua, in modo da assicurarvi che la guarnizione e il tubo siano correttamente installati. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Aprite fino ad avere una grande portata d'acqua, in modo da assicurarvi che la guarnizione e il tubo siano correttamente installati.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come riparare lo scarico del lavello che perde

I problemi all'impianto idraulico in casa possono capitare anche quando si presta molta attenzione a non crearli. Purtroppo però oggi è molto difficile poter contare sull'aiuto di una persona esperta e specializzata nel settore, per una ragione in particolare:...
Casa

come recuperare qualcosa nello scarico del lavandino

Sarà capitato un po a tutti che, un oggetto sia andato a finire accidentalmente nello scarico del lavandino. Tante sono le ragioni affinché possa verificarsi questo tipo d'incidente, le più probabili: quando abbiamo troppa fretta o perché non abbiamo...
Casa

Come cambiare un lavandino

Se il vostro lavandino si sfortunatamente rotto, potete cambiarlo con le vostre mani, magari con uno a due vasche. È più facile di quanto pensiate e non è affatto necessario chiamare alcun artigiano. Per la messa in opera non ci vogliono specifici...
Casa

Come sturare il lavandino o il lavello

Senti un odore molto sgradevole in bagno o in cucina e non ne conosci la causa? I depositi di grasso, sapone o sporco bloccano il drenaggio e c'è un intasamento nei tubi di scarico. Può succedere che il tubo di scarico di un lavandino o lavello si otturi....
Casa

Come sturare il lavandino con metodi naturali

Vi sarà sicuramente capitato, una o più volte, di ritrovarvi con lo scarico del lavandino intasato.Si tratta di un problema molto comune, che si verifica in tutte le case.  Ed ecco che vi sarete ritrovati alle prese con mille metodi per risolvere la...
Casa

Come sturare un lavandino

Un lavandino intasato è una situazione abbastanza comune che può divenire problematica se non risolta in tempo. Con l'uso quotidiano, i detriti lentamente si accumulano nei tubi di scarico del lavello arrivando ad intasare il lavandino. La prima cosa...
Casa

Come stappare il lavandino della cucina

Il lavandino della cucina è uno degli elementi di essa che ci creano più problemi in assoluto.Lo sporco rilasciato dalle varie pentole o dai vari piatti spesso e volentieri va ad otturare le vie di scarico del nostro lavandino.Cosi facendo il lavabo...
Casa

Come sbloccare lo scarico della cucina

Quando si lavoro in cucina, specie quando si preparare qualcosa di gustoso, il più delle volte ci si dimentica di quello che si deve fare per ripulire tutto l'occorrente utilizzato. Infatti la pulizia delle proprie stoviglie purtroppo è un ingrato compito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.