Come stagnare una pentola di rame

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molto tempo fa, le pentole che le nostre nonne usavano in cucina erano in rame. Questo pregiato metallo dal colore rosato ha conducibilità elettriche e termiche elevatissime, tuttavia presenta un difetto molto scocciante, vale a dire quello di diventare opaco al seguito dei numerosi utilizzi. Quando una pentola di rame si rovina all'interno, l'unica soluzione possibile è quella di stagnarla. In questa guida vi sarà spiegato, a tal proposito, come stagnare una pentola in rame in modo semplice ed efficacie. Vediamo quindi insieme come procedere.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Cotone
  • Acido muriatico
  • Pinze
  • Verghe di stagno
36

Innanzitutto bisogna sapere che con questo processo non solo pulirete la pentola, ma andrete a rivestire l'interno con dello stagno. Il primo passo da fare è quello di pulire accuratamente l'interno della pentola. Mettete quest'ultima sul fuoco e fatela scaldare per bene. Mi raccomando, prestate molta attenzione nel fare questa operazione, altrimenti rischierete di scottarvi data la grande conduttività termica del rame. Una volta che la pentola sarà piuttosto calda, prendete un batuffolo di cotone e impregnatelo di acido muriatico per iniziare la pulizia. Nel fare questa operazione indossate dei guanti, poiché l'acido, a contatto con la pelle, è molto corrosivo e dunque pericoloso.

46

Con l'aiuto di un paio di pinze tenete il batuffolo di cotone impregnato di acido muriatico e lavate accuratamente tutta la superficie interna della pentola, in modo tale da eliminare tutte le tracce di grasso oppure di qualunque altra impurità che ostacoli la presa dello stagno. Ricordatevi sempre di utilizzare una mascherina protettiva quando effettuerete questo passaggio, poiché mentre userete l'acido muriatico sulla pentola potrebbero sprigionarsi vapori nocivi che non vanno assolutamente inalati.

Approfondimento

Come saldare con lo stagno
56

Dopo che la pentola sarà ben pulita, dovrà essere scaldata nuovamente. Successivamente iniziate l'operazione di stagnatura. Prendete un pezzetto di stagno; utilizzate non quello pieno di flussante, bensì quello solitamente venduto in bacchette. Quello dei funerali per intenderci. Dopo aver avvolto anche esso accuratamente in un batuffolo di cotone, passatelo con grande velocità e forza su tutto l'interno della pentola. A questo punto lo stagno si scioglierà e si mescolerà al cotone formando un tampone che rilascerà poco a poco lo stagno. Fate asciugare lo stagno e alla fine avrete una pentola lucidissima, quasi come uno specchio, che sembrerà come nuova. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate asciugare lo stagno e alla fine avrete una pentola lucidissima, quasi come uno specchio, che sembrerà come nuova.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti