Come stirare i tessuti misti di poliestere e cotone

tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

Molti degli indumenti che portiamo ogni giorno, dalle camicie ai pantaloni, ai vestiti, o anche i tessuti presenti nelle nostre case, come biancheria, tendaggi e tappezzerie, sono spesso composti da un misto di poliestere cotone; il cotone da' freschezza e resistenza ai nostri capi mentre il poliestere garantisce elasticità e maggiore vestibilità.
Dobbiamo però stare attenti al modo in cui li laviamo e li stiriamo per evitare di rovinarli e cercare invece di preservarli nel tempo e mantenerli elastici e colorati. Non possiamo infatti stirare il poliestere con le stesse modalità con cui stiriamo i capi di puro cotone: il poliestere è una fibra sintetica, molto facile da asciugare e lavare ma, a differenza del cotone o del lino, non sopporta un eccessivo calore del ferro da stiro.

210

Occorrente

  • ferro e asse da stiro
  • aceto bianco
  • panno in cotone bianco
  • spruzzino
310

Controllare l'etichetta di lavaggio e la composizione

È sempre opportuno leggere attentamente sia l'etichetta di lavaggio, dove è riportato anche il tipo di stiratura consigliato, sia quella relativa alla composizione: se la percentuale di poliestere è notevolmente bassa, il capo può essere tranquillamente trattato come un normale capo di cotone mentre, per le percentuali alte di poliestere dobbiamo scrupolosamente attenerci alle istruzioni che seguono.

410

Pulire e preriscaldare il ferro.

Dobbiamo, dunque, procedere con cautela perché il poliestere è molto sensibile al calore e possiamo rischiare facilmente di rovinarlo con una stiratura inappropriata. Per prima cosa allora, puliamo la superficie del ferro da stiro mentre è spento, con un panno leggermente inumidito. Quindi accendiamolo e selezioniamo un'impostazione specifica per i capi in fibra sintetica. Questo permetterà al ferro di portarsi a una temperatura non elevata. Se il ferro da stiro non dovesse avere un'impostazione predefinita per le fibre e il poliestere, riscaldiamolo il minimo possibile, portando la ghiera delle temperature vicina allo zero.

Continua la lettura
510

Utilizzare un asse da stiro

Adesso rovesciamo il nostro capo in modo da procedere alla stiratura dalla parte interna. Prendiamo l'asse da stiro e, se si tratta di un vestito infiliamolo sull' asse dalla parte più stretta. Analogamente faremo per le t-shirts e le camicie che disporremo ben aperte sull'asse da stiro, occupandoci di una zona alla volta e premendo bene con le mani per distendere le pieghe di tessuto sulle maniche e sulle spalle.

610

Utilizzare un panno umido

Una volta disposto il nostro capo sull'asse da stiro eviteremo in ogni caso di utilizzare direttamente il ferro su di esso. Prendiamo un panno, facendo attenzione che sia pulito e che sia bianco, per evitare di trasferire residui di sporco o di colore, inumidiamolo con l'acqua e con esso copriamo il capo che avremo appoggiato sull'asse da stiro. A questo punto procediamo alla stiratura, spostando il capo sull'asse in modo da procedere su una zona alla volta. In alternativa, o nel caso di pieghe particolarmente ostinate, possiamo utilizzare il panno asciutto e bagnarlo via via con uno spruzzino, che avremo riempito con una miscela di acqua e aceto bianco. In nessun caso il ferro deve toccare il tessuto di poliestere e cotone.

710

Appendere subito il capo

Finita l'operazione della stiratura, dobbiamo subito appendere il nostro capo su una gruccia all'aria per evitare che esso, inumidito dal vapore, formi subito delle grinze e che restino ancora dei punti umidi. Lasciamo pertanto che il capo si raffreddi prima di piegarlo e conservarlo nel cassetto perché se le fibre sono ancora calde, possono facilmente prendere la piega che abbiamo appena fatto.

810

Metterlo ad asciugare subito dopo il lavaggio per evitare di stirarlo

Nella maggior parte dei casi, comunque, i tessuti di poliestere non hanno neanche necessità di essere stirati in quanto basterà lavarli, strizzarli bene e lasciarli asciugare appesi ad una gruccia, lontano dalla luce diretta del sole.
Grazie alla forza di gravità, le fibre si lisceranno da sole e possiamo usare il ferro da stiro con il vapore, per togliere pieghe difficili ma avendo sempre cura di porre tra ferro e tessuto un panno bianco o un fazzoletto inumidito.

910

Fare attenzione alla composizione del tessuto

Attenzione comunque alla composizione del tessuto: un tessuto misto poliestere e cotone può presentare differenti percentuali dell'una e dell'altra fibra. Si va da un 65 % di cotone e 35% di poliestere ad un 50 e 50 o 20 - 60. Più sarà elevata la percentuale di poliestere minore sarà la resistenza al calore della stiratura.
Se i capi hanno basse percentuali di fibre sintetiche, possiamo procedere alla loro stiratura trattandoli come dei normali capi di cotone, utilizzando la funzione vapore del ferro da stiro e, nel caso in cui fosse la prima volta che stiriamo quell'indumento, provando su un angolo nascosto per vedere l'effetto che provoca.

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lascia asciugare il vestito umido su una gruccia per eliminare le pieghe più difficili

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come stirare un abito da uomo

Tra le varie mansioni di economia domestica, quella che forse risulta più complicata, soprattutto per chi non ha ancora molta esperienza, è la stiratura. Piccoli imprevisti possono generare grandi danni, rovinando tessuti, a volte irrimediabilmente,...
Cucito

Come realizzare una sedia a dondolo in policotone

Il solo pensiero di una sedia a dondolo suscita immediati desideri di relax. Chi non vorrebbe in casa un angolo tutto proprio, con una sedia a dondolo dove distendersi? Magari con un buon libro da leggere o della musica in sottofondo. La sedia a dondolo...
Cucito

Come decorare un lenzuolo senza angoli

La casa in cui abitiamo rispecchia un po' il nostro stile e averla sempre in ordine e perfetta è il sogno di molte persone. Se si tratta della camera da letto, allora il discorso è ancora più importante in quanto trascorriamo una buona parte del tempo...
Casa

Come stirare una giacca in nylon

Il nylon è una fibra sintetica e impermeabile. Viene usata per confezionare capi resistenti, i quali proteggono da pioggia e vento trattenendo il calore. Il nylon è un tessuto con una buona resistenza, si usura difficilmente, è molto leggero e non...
Casa

Come stendere e stirare i panni senza fatica

Stirare è un'attività noiosa e che porta via tempo, lo pensiamo un po' tutti. Purtroppo è qualcosa che dobbiamo fare se non vogliamo andare in giro con i vestiti stropicciati e fare brutte figure. Anche una stiratura approssimativa non è il massimo....
Casa

Come utilizzare un telo di teflon per stirare

Stirare è tra le attività casalinghe forse più noiose. Con molte probabilità, dipende dalla difficoltà di alcuni capi e dalla loro laboriosità. Per ottenere ottimi risultati ed una biancheria perfettamente lineare e morbida, si impiega spesso molto...
Cucito

Come cucire una tasca sul jeans

Molto spesso perdiamo molto tempo nella ricerca di un indumento particolare e spesso dopo tanta fatica per la ricerca non riusciamo a trovare quello che stavamo cercando oppure il suo costo è troppo elevato. Potremo invece provare ad acquistare indumenti...
Casa

Come stirare la lana

La lana è una fibra naturale che viene adoperata per molteplici utilizzi tra cui la creazione di soffici e caldi maglioni. Se un indumento di lana non viene sistemato in maniera corretta all 'interno dell' armadio può stropicciarsi e formare delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.