Come sturare uno scarico intasato

Difficoltà: media
Come sturare uno scarico intasato
15

Introduzione

Lo scarico del lavandino spesso è intasato a causa del cibo che erroneamente viene versato all'interno, e di conseguenza l'acqua non defluisce adeguatamente, impedendo il lavaggio anche di altri utensili. Lo stesso problema può verificarsi anche al lavandino del bagno, e per risolverlo oltre al classico sturalavandino, ci sono dei prodotti acquistabili nel supermercato. Nei passi successivi di questa guida, vediamo dunque come sturare uno scarico intasato.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Sturalavandino
  • Soda caustica
  • Flessibile
Come sturare uno scarico intasato
35

Nel caso si tratti di un lavabo intasato, conviene svuotare il più possibile la vasca con l'acqua che si è accumulata, e poi prendere un contenitore per scaricarla, svitando semplicemente il tappo del sifone sottostante. Spesso questo lavoro è sufficiente per sturare lo scarico, poiché se c'è qualcosa di solido che ostruisce il passaggio dell'acqua, lo possiamo rimuovere facilmente. Se invece questa operazione non raggiunge lo scopo desiderato, allora bisogna procedere con un metodo alternativo.

Come sturare uno scarico intasato
45

Ci rechiamo quindi in un supermercato ed acquistiamo la soda caustica, vendibile in bustine sotto forma di granuli. Prendiamo una pentola con dell'acqua e la facciamo bollire, dopodichè versiamo all'interno la bustina di soda caustica e dopo aver girato con un mestolo di legno, la mettiamo nel lavabo ed attendiamo almeno una decina di minuti. Trascorso tale tempo, noteremo dei rigurgiti e contemporaneamente la liberazione definitiva dello scarico. Se neanche in questo modo, abbiamo ottenuto un buon risultato, allora ci rechiamo in un colorificio ed acquistiamo un flessibile ideale per sturare gli scarichi.

Come sturare uno scarico intasato
55

Con questo utensile, interveniamo direttamente nelle tubazioni. Andiamo ad individuare quindi la botola di convogliamento di tutti gli scarichi di casa (generalmente ubicata in bagno) e dopo aver svitato il coperchio di protezione, immergiamo all'interno il flessibile e cominciamo a girare l'apposita manovella in modo che si allunghi nelle cavità, fino a liberare del tutto l'intasamento delle tubazioni. Per quanto riguarda invece lo scarico del bidet, il flessibile può essere introdotto direttamente in esso, in quanto contrariamente ad altri lavabi non contiene la capsula bucherellata bensì un foro uguale alla dimensione del tappo. In questo modo facciamo il percorso inverso, cioè dal bidet verso la botola passando sempre per le tubazioni. Con questi accorgimenti, sappiamo come sturare nel migliore dei modi uno scarico intasato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità delle nostre guide