Come sverniciare un mobile con il decapante

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Può succedere di avere in casa dei vecchi mobili in ottimo stato, ma ormai superati per stile e colore. Invece di gettarli e sostituirli con del nuovo mobilio, si possono mettere in pratica delle tecniche di fai da te per recuperare e trasformare i pezzi di arredamento. Ci son differenti tecniche da applicare a seconda del tipo di legno e di vernice di cui sono costituiti. In questa guida ci occuperemo di spiegarvi come sverniciare un mobile con il decapante. Quest'ultimo è un solvente che non agisce immediatamente, ma richiede alcuni minuti di posa. Vediamo come procedere nel dettaglio.

26

Occorrente

  • Decapante per legno
  • Spatola
  • Pennello
  • Ovatta ed alcool
  • Carta abrasiva
36

Applicare il decapante sul mobile di legno

Quando un mobile di legno ha uno spessore eccessivo di vernice, molti preferiscono utilizzare il cannello a gas per bruciarla. Questa pratica, però, rischia di danneggiare seriamente il legno. In commercio esistono, invece, dei decapanti che vanno applicati sulla superficie lignea e sciolgono la vernice, conferendole un aspetto gommoso e plastificato. Al momento dell'acquisto, optate per prodotti ecologici che danno lo stesso risultato di quelli chimici: richiedono solamente tempi di posa maggiore ed alle volte è necessaria una passata in più di prodotto per ottenere un ottimo risultato.

46

Procedere con il decapaggio

Vediamo allora come procedere con il decapaggio. Prendete un pennello e cospargete il prodotto sull'intera superficie del mobile da sverniciare. Procedete lentamente e state attenti a non trascurare nessun punto. Una volta terminato il lavoro, lasciate agire il decapante per una ventina di minuti. Trascorso tale tempo, con la punta del dito testate la superficie per vedere se sta cominciando a diventare gommosa e filante. Appena siete sicuri che il prodotto ha agito nel modo corretto, prendete una spatola e, senza graffiare il mobile, iniziate a rimuovere la pellicola. Il decapaggio, consente di eliminare tutta la vernice facendo riaffiorare la superficie del legno nella sua naturale bellezza, compresi nodi e venature.

Continua la lettura
56

Rimuovere i residui di vernice con un batuffolo di ovatta

A lavoro ultimato, utilizzate un batuffolo di ovatta imbevuto in alcool per rimuovere i residui di vernice gommosa, dopodiché procedete con una leggera carteggiatura della superficie con una carta abrasiva a grana sottile. Adesso il mobile è pronto per essere pulito e riverniciato. Con questo solvente si ottiene una superficie liscia e setosa, non intaccata dagli acidi dei solventi a base di acetone o benzolo. La rimozione è molto semplice e non richiede di far forza per riuscire ad avere un risultato finale ottimale. Questo vi permetterà di evitare la formazione di fastidiose ammaccature nel legno e non sarete costretti ad assottigliare la superficie lignea per riparare al danno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Anche se avete optate per un decapante naturale, indossate comunque una mascherina per non inalare il prodotto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come fare la sverniciatura del legno

Se abbiamo un tavolo di legno ed intendiamo tinteggiarlo di un'altra tonalità, per evitare antiestetici spessori causati dalla sovrapposizione di vernici, è necessario sverniciarlo. Per questa operazione bisogna dunque seguire delle linee guida ben...
Bricolage

Come sverniciare il ferro battuto

Il ferro battuto è un materiale plastico che dopo un po' di tempo può subire dei cambiamenti. Questo accade poiché tende a corrodersi facilmente. Infatti, quando viene usato per le costruzioni viene sempre verniciato. Dal momento in cui si deve sverniciare...
Bricolage

Come Sverniciare Un Mobile Di Legno

Con il passare del tempo anche un mobile può invecchiare e deteriorarsi. Il legno è un materiale naturale, quindi un mobile di questo tipo risente maggiormente del trascorrere degli anni. Per prima cosa dovremo togliere lo strato superficiale deteriorato...
Bricolage

Come sverniciare il ferro

Quest'oggi vi illustrerò la procedura per sverniciare il ferro. Il ferro è un elemento che ritroviamo in oggetti utilizzati quotidianamente (posate od utensili vari, o ancora, cancelli, ringhiere, passamani per le scale, alcuni manufatti come portachiavi...
Casa

Come sverniciare le persiane e le tapparelle trattate con poliestere trasparente

Se abbiamo delle persiane oppure delle tapparelle ed entrambe sono state trattate con del poliestere trasparente, e si presentano visibilmente rugose ed opacizzate, le possiamo sverniciare seguendo delle specifiche linee guida, ed utilizzando dei prodotti...
Casa

Come effettuare la sverniciatura

La vernice può essere rimossa utilizzando dei metodi molto differenti tra loro, anche in base al materiale da sverniciare. Due sono i materiali che più comunemente necessitano di sverniciatura nel fai da te: il legno e il ferro. Il legno a sua volta...
Bricolage

Come sverniciare il metallo

Quando si ha a che fare con dei materiali in metallo precedentemente verniciati e si ha intenzione di cambiare il loro colore, prima di procedere è opportuno sverniciarli. La rimozione della vernice è fondamentale sia per evitare antiestetici spessori...
Materiali e Attrezzi

Come sverniciare un mobile con una pistola termica

Grazie al fai da te e alla sua diffusione, ognuno di noi può inventare, costruire o restaurare piccoli e grandi oggetti di casa. Questo ritorno all'artigianato è in continua crescita, poiché è allo stesso tempo un hobby e un modo per risparmiare....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.