Come tingere i tessuti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando si comprano delle stoffe, solitamente si preferisce acquistarle già colorate, ma comprarle di colore neutro e provvedere a casa alla loro colorazione può essere una valida alternativa per tutti coloro che soffrono di allergie alla tinture industriali, in quanto si utilizzeranno esclusivamente prodotti naturali. L'operazione di tintura delle stoffe, adatta anche a chi ama il fai da te e vuole realizzare tessuti con colorazioni uniche e particolari, non è particolarmente difficile: basta munirsi di un paio di guanti in gomma per proteggere le mani, un cucchiaio di legno, e naturalmente i prodotti per colorare. Ma vediamo nel dettaglio come tingere i tessuti a casa!

27

Occorrente

  • Delle pentole molto vecchie e resistenti, come quelle che i nonni usavano per fare le conserve di pomodoro o le marmellate. Per i colori: fiori, bacche, piante, noci, radici, foglie, verdure, frutta, caffè... dipende tutto dal colore che si vuole ottenere.
37

Calcolare quantità e proporzioni

Assicuratevi che la quantità di prodotti coloranti da usare sia proporzionale al tessuto da tingere. Per le bacche o le foglie occorrono 200 grammi di bacche per 200 grammi di tessuto, doppie per le cortecce, 200 grammi di cortecce per 100 grammi di tessuto, e metà per le spezie e il caffè, 50 grammi di caffè per 100 grammi di tessuto. Per cominciare, tagliate a pezzetti molto piccoli i vari tipi di prodotti naturali usati per la colorazione, mentre gli ingredienti più duri come le ghiande possono essere sbriciolati con un robot da cucina. Mettete il tutto in una pentola e ricoprire con il doppio di acqua rispetto al volume del contenuto, portate a ebollizione continuando a mescolare ogni tanto con il cucchiaio di legno e fate bollire per circa un'ora. Fatto ciò, lasciate riposare il tutto per almeno otto ore, dopodiché filtratelo.

47

Lavare bene la stoffa prima di tingerla

Prima di procedere alla colorazione, la stoffa deve essere ben lavata e non deve quindi presentare macchie. Se volete tingere la lana, potete farlo solo con le matasse.
I tessuti migliori per essere tinti sono quelli leggeri, come per esempio il lino. Essi vanno preparati immergendoli in un mordente, ossia una sostanza per fare attecchire meglio i colori sui tessuti. Le grandi industrie usano mordenti più o meno inquinanti, ma in questa guida ci si basa sull'uso semplicemente di acqua e aceto (ovviamente bianco per non tingere il tessuto), o sale. La soluzione all'aceto è indicata per i vegetali, mentre quella al sale è per le bacche e la frutta. Entrambe devono bollire per un'ora, dopodiché sciacquate con abbondante acqua fredda e ponete il tessuto nel colore (freddo) fino a coprire del tutto la stoffa. Fate bollire per un'ora o fino a quando il colore ottenuto non soddisfi le vostre aspettative (considerando sempre che il colore asciutto è più chiaro rispetto a quello bagnato). Con il metodo di colorazione naturale, comunque, non si potranno mai ottenere colori scurissimi. Sciacquate il tessuto con acqua fredda fin quando non rilascerà più colore.

Continua la lettura
57

Scegliere i prodotti indicati per ogni colorazione

Ecco un elenco dettagliato dei prodotti e i relativi colori che si possono ottenere dal loro utilizzo: con cipolle, scorza d'arancia, fichi d'India gialli, radice sanguinaria si ottiene l'arancione chiaro; con avena, ginepro o mallo di noce, si ottiene il beige; dal caffè o ricci di castagne è possibile ottenere il marrone; dalle amarene, fragole, lamponi, lavanda o rose, si ottiene il rosa; dal cavolo rosso, radici di ciliegio, mirtillo, mora, uva rossa si ottiene il blu violetto; per ottenere il rosso usate la barbabietola, tarassaco, frutti di scotano o karkadè; per ottenere un grigio o nero chiaro utilizzate le iris o la carruba; il rosso violaceo si ottiene con l'ibisco; con artemisia, erba, ortica e spinaci, avrete un bel verde; il rosa salmonato si ricava invece dalla ginestra e radici di susino; infine, il giallo si ottiene dalla dalia, paprika, foglie di salice, sedano.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come tingere le stoffe con frutta e verdure

Facendo un cambio di stagione o sistemando l'armadio, di tanto in tanto vi sarà capitato di trovare una serie di magliette che ormai non utilizzate più, o perché il colore non vi piace o perché le avevate messe nel dimenticatoio. Molti non sanno che...
Bricolage

Come tingere i filati con il caffè

Esistono dei rimedi naturali davvero molto utili, che ci possono permettere di realizzare sempre qualcosa di speciale, spendendo davvero poco. In questo caso, potremmo utilizzare il caffè per tingere delle stoffe o dei tessuti. Nell'antichità, e anche...
Casa

Come tingere la seta e la lana

A volte frugando nel baule delle lane e dei cotoni, potreste trovare qualche gomitolo avanzato da lavori precedenti, mediante i quali è possibile realizzare qualche altro lavoretto. L'unica cosa che vi trattiene però è il colore, infatti i gomitoli...
Bricolage

Come tingere la lana con la buccia di cipolla

In questo articolo vogliamo dare una mano, a tutti quei lettori, che sono dei veri e propri appassionati delle nostre guide sul fai da te ed anche sul bricolage. Nello specifico vogliamo aiutarli a capire come poter tingere la lana con la buccia di cipolla....
Bricolage

Come utilizzare l'hennè per tingere la lana

L'hennè è semplicemente la polvere ricavata da una pianta chiamata Lawsonia Inermis. Le foglie di questa pianta vengono essiccate e subiscono un processo di lavorazione molto particolare. Il risultato è un prodotto che tinge e che può essere utilizzato...
Bricolage

Come tingere la lana con i malli di noce

Ci sono diversi metodi naturali per tingere la lana, questi permettono di evitare l'uso delle comuni colorazioni chimiche. Uno di questi metodi è rappresentato dall'utilizzo del mallo delle noci, che è in grado di conferire alla vostra lana una bella...
Cucito

Come tingere i vestiti

Diverse volte, con il passare del tempo, capita che i vestiti perdano il loro colore naturale, e non si possano indossare. Essendo indossati frequentemente, sono proprio i vestiti più belli del nostro vestiario personale a ricadere in questa problematica,...
Altri Hobby

Come tingere una t-shirt con la tecnica shibori

Con la tecnica shibori è possibile realizzare dei capi d'abbigliamento e accessori per la casa originalissimi. La tecnica di colorazione proviene dal Giappone ed è particolarmente apprezzata dalle fashion victims. Consiste semplicemente nel fare i nodi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.