Come togliere la vernice dai termosifoni in ghisa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I termosifoni in ghisa quando vengono installati si presentano grezzi, ovvero soltanto con uno strato di antiruggine oppure con della specifica vernice biancastra. Volendo eliminarla, per rendere la superficie più consone al design impostato in casa e quindi riverniciarla ex novo e nel contempo ottenere un effetto liscio e setoso, è necessario adottare alcune tecniche. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su come togliere la vernice dai termosifoni in ghisa.

25

Occorrente

  • Carta abrasiva
  • Levigatrice a mano
  • Sverniciatore chimico
  • Pennello
  • Vernice
  • Cannello a gas
  • Carta abrasiva
35

Per prima cosa dovete smontare il termosifone, e per farlo bisognerà chiudere i rubinetti che trovate di lato e svuotare quindi tutta l'acqua presente al suo interno. Un consiglio, è di eseguire questo lavoro durante il periodo estivo, in modo tale da non aver problemi d'umidità e non dover provvedere all'asciugatura. Ritornando allo smontaggio, bisogna fare attenzione alle tubature, e soprattutto è necessario appoggiare il termosifone su un piano di lavoro. In tal caso, prima di procedere con qualsiasi intervento, è opportuno controllare se ci sono parti arrugginite oltre alle incrostazioni dovute a grasso e umidità ristagnante nella casa. In questo caso prima di sverniciare, pulite accuratamente il tutto.

45

I professionisti usano come metodo per sverniciare i termosifoni la "sabbiatura", e utilizzano particolari attrezzature difficili per il fai da te. Quindi procuratevi della carta abrasiva abbastanza spessa, e iniziate a scartavetrare il termosifone in modo uniforme. Se proprio non avete abbastanza olio di gomito, usate una levigatrice con i dischi abrasivi, ma fate attenzione che l'operazione di sverniciatura avvenga in modo omogeneo perché con la verniciatura successiva, potreste creare delle zigrinature o delle imperfezioni. Quindi ripulite tutto con acqua e un panno pulito, e infine asciugate bene. Il termosifone adesso è pronto per essere riverniciato. Un ulteriore metodo utile per eliminare la vernice, è di usare degli sverniciatori chimici, ossia delle sostanze che agiscono per eliminarla senza usare la carta abrasiva. Con un pennello applicate il prodotto lungo tutto il termosifone, e attendete il tempo necessario indicato sul contenitore. Rimuovetelo con una spatola, e pulite il tutto prima di procedere con le vernici per evitare di inalare queste sostanze nocive.

Continua la lettura
55

Invece una tecnica decisamente pratica ed efficace, consiste nel bruciare con un cannello a gas la vernice preesistente e rimuovendola man mano con una spatola. A lavoro ultimato è sufficiente utilizzare della tela abrasiva, per ottenere il termosifone in ghisa pronto per una nuova mano di antiruggine, e per la successiva verniciatura con colori adeguati al design impostato in casa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come verniciare un termosifone arrugginito

La ruggine è un problema che affligge i termosifoni in ghisa, al contrario di quelli in metallo. Quando ciò accade, i caloriferi diventano antiestetici e potrebbe rivelarsi necessario ristrutturarli eliminando qualsiasi traccia di ruggine. Dopodiché...
Bricolage

Come fissare con il gesso le staffe di un termosifone

Se avete intenzione di installare nella vostra casa dei radiatori di calore, in questa guida vi spiegheremo in modo semplice e chiaro come fissare con il gesso le staffe di un termosifone. In particolare vi diremo come collocare dei termosifoni in ghisa....
Casa

Come installare un termosifone in ghisa

Al giorno d'oggi avere un termosifone in casa fa senz'altro molto comodo per potersi riscaldare durante i periodi invernali. I termosifoni in ghisa rappresentano senza dubbio la soluzione migliore per coloro che ricercano qualità, praticità e soprattutto...
Bricolage

Come Dipingere Il Radiatore Di Ghisa Di Un Termosifone

Quando il radiatore, per via del calore e/o del tempo si ingiallisce oppure per via di qualche botta si graffia, si può far tornare come nuovo verniciandolo. I termosifoni o radiatori termici migliori sono composti da ghisa, che è una lega del ferro...
Materiali e Attrezzi

Come verniciare la ghisa

La ghisa è una lega che contiene un'alta concentrazione di carbonio e in minima parte di ferro; di solito viene utilizzata per le lavorazioni e i trattamenti a caldo dei materiali e oggetti ferrosi. Ha una durata maggiore all'acciaio nel processo di...
Altri Hobby

Idee per un copritermosifone con i pallet

Se in casa abbiamo i classici termosifoni in ghisa e riteniamo che siano particolarmente antiestetici, invece di tinteggiarli, possiamo occultarli soprattutto nel periodo estivo con una struttura in legno removibile. Nello specifico si tratta di utilizzare...
Casa

Come aggiungere un nuovo termosifone a un impianto

Aggiungere un termosifone nuovo ad un impianto è un'operazione abbastanza semplice. Quando scegliamo di installare un certo numero di termosifoni, lo facciamo considerando alcuni fattori fondamentali, come ad esempio il salto termico e la temperatura...
Casa

Come rimuovere un termosifone

I termosifoni o caloriferi sono elementi che fanno parte dei più comuni sistemi di riscaldamento casalinghi. Sono generalmente collegati ad una rete idraulica che trae calore da una caldaia, alimentata da vari combustibili come gas, legno, eccetera....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.