Come Trasformare E Recuperare Una Ciotola Sbeccata

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se in cucina avete una ciotola che si presenta sbeccata, ma che vi dispiace buttare poiché nel complesso è capiente e molto ben decorata, potete sfruttarla e utilizzarla in modo funzionale. Molteplici sono infatti le opportunità per riciclarla, per cui ecco una guida con alcuni suggerimenti su come trasformare e recuperare una ciotola sbeccata.

25

Occorrente

  • Vinavil
  • Ciotola da riciclare
  • Pennello
  • Acqua
  • Vernici
  • Flatting
35

Per la trasformazione e il recupero della vostra ciotola sbeccata, che per troppo tempo avete lasciato all'interno di uno stipo della cucina senza sapere cosa farne, ecco come procedere. Innanzitutto avrete bisogno di due ciotole abbastanza capienti; infatti, in una dovrete semplicemente versare della colla vinilica, mentre nell'altra una miscela sempre della stessa colla, ma con l'aggiunta di acqua la cui quantità dovrà essere maggiore di almeno due terzi. Mescolate adesso per bene la miscela e quindi procedete preparando la carta del pane.

45

Prendete infatti degli spezzoni sufficienti per ricoprire l'intera superficie interna ed esterna della ciotola. Successivamente, immergete il pennello all'interno della ciotola contenente la sola colla vinilica, quindi spennellate una prima parte interna. Questo procedimento è fondamentale per rendere la superficie sufficientemente adesiva. Adesso prendete il primo frammento di carta e fatelo diventare a forma di palla tra le mani, quindi, dopo averlo sgualcito per bene, riapritelo pian piano e immergetelo per pochi secondi all'interno della ciotola in cui è presente la miscela di acqua e colla vinilica. Eliminate poi l'acqua in eccesso e cominciate a ricoprire la superficie sulla quale avete già passato la colla non diluita. Proseguite così sul tutta la superficie e poi lasciate asciugare. Infine, dovrete cospargere ancora una volta il tutto di colla vinilica per rinforzare e bloccare la carta in modo definitivo.

Continua la lettura
55

La ciotola sbeccata adesso è stata recuperata e trasformata in modo tale da poterla colorare con delle vernici in base ai vostri gusti o al design impostato in casa. Le possibilità di decorazione sono infatti svariate, poiché potete optare per il finto granito colorandola ad esempio di giallo o di verde, e poi applicare dei puntini di vernice nera per fargli assumente il classico aspetto sale e pepe ed esporla nell'ambiente cucina. In alternativa la potete sfruttare da appoggio su un tavolinetto del soggiorno, optando magari per una colorazione finto legno, usando aniline specifiche del tipo ad acqua e poi del flatting di protezione del colore, atto a renderla lucida e raffinata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Consigli per realzizare un finto orto

Chiunque ama l'arte del fai da te ma soprattutto del giardinaggio può apprezzare tutto quello che di seguito ci sarà scritto. L'amore per la nature e per i prodotti naturali fatti in casa con le proprie mani non è una cosa da poco ma per dedicarsi...
Bricolage

Come riprodurre il finto marmo con il decoupage

Il marmo è uno tra i materiali più belli ed eleganti. Si sposa con qualsiasi stile architettonico, dal classico all'iper moderno. Se desiderate una superficie di questo tipo, è possibile utilizzare una tecnica particolare di decoupage che riuscirà...
Bricolage

Come creare un pozzo finto in legno

Se avete un giardino arredato tutto in legno magari con un gazebo e con panche e tavoli della stessa natura, per decorare ulteriormente il contesto, potete aggiungere altri complementi di arredo come ad esempio un pozzo finto. A tale proposito, ecco una...
Giardinaggio

Come costruire un finto pozzo in giardino

Si sta sempre più diffondendo l'abitudine di prendersi cura del proprio giardino o di un piccolo appezzamento di terreno, adibito ad orto, sia per una questione di appagamento che economica. Molti amano coltivare piante, fiori o alberi da frutto, se...
Casa

Come realizzare un finto rivestimento in pietra

I finti rivestimenti in pietra rappresentano oggi una moderna soluzione decorativa per i più svariati tipi di muro. Utilizzati sia per interni che per esterni, essi vengono realizzati con particolari strumenti in vetroresina. I pannelli in finto rivestimento...
Casa

Come costruire un finto camino d'arredo

Un camino rende sicuramente più calda e accogliente l'atmosfera di un ambiente. Qualche volta non si può realizzare in quanto occorrono lavori in muratura che prevedono la costruzione di una canna fumaria e ciò non sempre è fattibile. Per non dover...
Casa

Come creare un acquario finto

Esistono diversi modi per creare un acquario finto. Uno di questi, originale ed ecologico allo stesso tempo, consiste nel riutilizzare barattoli e bottiglie per trasformarli in originali oggetti d'arredamento. Tali oggetti andranno riempiti d'acqua, pietre...
Altri Hobby

Come fare il sangue finto

Le scene artistiche e la finzione sono da sempre considerati i pilastri portanti di qualsiasi effetto scenico di rispetto. Ancora oggi alcuni sistemi grafici e scenici trovano la loro realizzazione solo nel momento in cui si fa un corretto ricorso a effetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.