Come usare l'appretto sui tessuti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Spesso diventa pesante e stressante utilizzare il ferro da stiro, sopratutto quando c'è molto caldo e ci sono altre mille cose da fare. Riuscire a mantenere la stiratura e togliere facilmente le pieghe dai tessuti non sempre risulta una cosa facile. Se siete interessati a questo argomento, e anche voi siete stufi di usare il ferro da stiro, allora questo articolo è perfetto per voi, non smettete quindi di leggerlo, in quanto in seguito vi verrà spiegato nel modo più semplice e chiaro possibile come usare l'appretto sui tessuti.

24

Prime informazioni

Se avete alcuni abiti che presentano dei merletti o delle particolari decorazioni, questi, durante il lavaggio formeranno ulteriori pieghe e, il vostro appretto vi aiuterà facilitandovi il lavoro. Un altro pregio dell'appretto è sicuramente quello di creare una specie di film protettivo in modo da non far penetrare troppo le macchie e protegge la fibra dall'usura nei punti più esposti come il collo e i polsini di una camicia.

34

Metodo liquido

La prima regola è senza dubbio quella di andare a selezionare l'appretto in base al capo che dovrete lisciare. Sostanzialmente possiamo dividere questi ultimi in due differenti tipi: quello liquido e quello spray. Quello liquido risulta molto utile quando gli abiti da apprettare sono tanti. In questo caso basterà metterne un po' in lavatrice e si distribuirà facilmente su tutti i capi in modo da renderli consistenti e facili da stirare. Va messo direttamente in lavatrice al posto dell'ammorbidente. Cercate di non eccedere nelle dosi, la centrifuga non deve superare i 700 giri e appena il lavaggio sarà terminato stendete subito i panni. Non utilizzate troppe mollette in modo da evitare ulteriori pieghe.

Continua la lettura
44

Metodo spray

Il secondo metodo citato in precedenza, ossia quello spray, è l'amido classico, quest'ultimo viene usato mentre si stira ed è utilissimo per eliminare quelle piccole e fastidiosissime grinze che si formano solo in alcuni punti. Alcuni di questi appena citati sono preparati a base di amido di riso. Un consiglio è sicuramente quello di stendere in modo più omogeneo possibile il contenuto sul tessuto, in modo che non si rischi di ingiallire i capi in questione. Un ulteriore punto positivo è che quest'ultimo non rischia di irritare chi indossa questi abiti inamidati, in quanto rispetta la sensibilità anche di chi ha una pelle più delicata. Che sia liquido o non, il risultato sarà impeccabile e professionale, la guida risulta quindi ormai terminata, non resterà altro che augurarvi una buona stiratura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come inamidare il satin

Il satin è una stoffa molto morbida e delicata. In molti la utilizzano per capi leggeri, oltre che per decorazioni ed applicazioni di tutti i tipi, come ad esempio nastri, fiori e fiocchi. Esistono numerose tecniche per conferire maggiore rilevanza alla...
Cucito

Come stirare centrini e ricami

A volte capita di dover lavare e stirare un centrino di pizzo, una tovaglia ricamata che è stata realizzata dalle mani abili e pazienti di una zia oppure delle lenzuola merlettate dono del corredo da sposa. In questo tutorial vengono dati alcuni utili...
Cucito

Come prevenire le smagliature di calze o collant

Il collant è una fantastica invenzione del 1959, creata negli Stati Uniti. Ne esistono di moltissimi tipi e colori. Addirittura ci sono alcuni tipi anticellulite, rilassanti e massaggianti, adatti a tutti gli usi e a tutti i tipi di gamba. Hanno solo...
Casa

Come stirare una giacca in nylon

Il nylon è una fibra sintetica e impermeabile. Viene usata per confezionare capi resistenti, i quali proteggono da pioggia e vento trattenendo il calore. Il nylon è un tessuto con una buona resistenza, si usura difficilmente, è molto leggero e non...
Bricolage

Come stirare i centrini

I centrini che abbiamo in casa servono per arredare i nostri mobili e tavoli. Si sa che il fai da te è ora mai un hobby molto diffuso tra di noi, perché non solo permette di creare degli arredamenti unici ma anche di poter risparmiare e realizzare tutto...
Bricolage

Come fare dei disegni su stoffa

Per rendere personali tende, tovaglie, lenzuola, abiti e accessori o stoffe, si può applicare la tecnica dello stencil. Questo risulta un efficace metodo per eseguire un disegno più volte senza stampare e senza utilizzare strumenti costosi. Con questa...
Cucito

Come incorniciare un ricamo punto croce

Quella del ricamo punto croce è una tecnica che ci consente di realizzare dei decori e dei disegni di diversa dimensione su di una tela, un canovaccio, su del lino a trama larga oppure anche a trama regolare. Oggi sono molto numerosi gli appassionati...
Cucito

Come stringere i pantaloni senza scucirli

È tempo di shopping e spesso si fanno acquisti affrettati, magari senza provare i capi. Stai facendo una dieta e non ti vanno più bene i jeans di qualche mese fa. Se sei in una di queste situazioni, il nostro tutorial ti sarà particolarmente utile....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.