Come usare la cera a stucco

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se ritrovate i vostri mobili danneggiati da insetti o avete la necessità di effettuare piccoli lavori di restauro casalingo, la cera a stucco è sicuramente il materiale che fa assolutamente al caso vostro. Gli stick di cera a stucco si presentano come piccoli bastoncini, con una vasta gamma di colori, adatti proprio per otturare i buchi di tarli o piccoli fori presenti sui vostri mobili di legno. Vediamo quindi, attraverso i semplici passaggi di questa guida, come imparare ad usare questa cera, senza cadere in errori o in rifiniture sbagliate, in modo da ottenere un lavoro finale da manuale.

27

Occorrente

  • Cera a stucco
  • Palettina di ferro
  • Paglietta fine
  • Stampini
37

Come prima cosa, è importante intervenire in maniera repentina se nei vostri mobili iniziano ad apparire i primi danneggiamenti o dei piccoli fori, altrimenti sarà troppo tardi. Uno dei materiali molto in uso in questo campo e che può agevolarvi in ogni specifico intervento, ottenendo subito dei risultati grandiosi, è la cera a stucco. Si presenta già con dei colori precisi, quindi non potrete colorarli, se non mischiandoli per ottenere altre tonalità. Dovrete però fare attenzione, l'uso di questo delicato prodotto dovrà essere limitato nelle zone del mobile non soggette a urti, perché questi stucchi non assumono mai la durezza propria degli altri prodotti simili.

47

Inoltre, questo materiale, sarà ideale per i mobili che andranno rifiniti a cera, poiché si uniformeranno in maniera perfetta, rendendo così la vostra riparazione invisibile. Iniziate dunque tagliando un pezzettino di cera con una paletta di ferro, dopodiché ammorbiditela per bene scaldandola nel pugno della mano (se il prodotto è di buona qualità, questa operazione sarà molto rapida), quindi formate con le dita delle piccole palline che serviranno per la stuccatura del mobile. Se non si scioglieranno bene, potrete optare per un altro metodo, ossia sciogliendolo a bagnomaria.

Continua la lettura
57

Versate in un contenitore di vetro, della cera d'api, dell'acqua e la giusta terra colorata, mescolando il tutto fino ad ottenere un composto simile al colore del vostro legno. Quando la cera sarà sciolta, mettetela negli appositi stampini e fatela solidificare. Dopo avere svolto questa operazione, prendete queste palline ed inseritele nei fori effettuando una leggera pressione ed eliminando poi con la paletta flessibile il prodotto in eccedenza. Successivamente, levigate subito con la paglietta fine e vedrete come il risultato sarà immediato, perché questa non si ritrarrà. Potrete eseguire questo trattamento anche su mobili già finiti e lucidati.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

5 oggetti indispensabili per il giardino

Molte volte, pensando ad un giardino tutto per se, si pensa che siano necessari un sacco di attrezzature e che ci si ritroverà un garage pieno di oggetti di qualsiasi forma o dimensione; in realtà ne bastano veramente pochi per poter gestire con tranquillità...
Casa

Come arredare con i pallet

Il Pallet, in Italiano noto anche come paletta o paletta di carico, è un componente solitamente in legno, adoperato come base per l’appoggio ed il facile trasporto di vari tipi di merci. Una volta terminato il suo ruolo, lo smaltimento del Pallet è...
Bricolage

Come realizzare un portachitarra da muro

Quante persone hanno una chitarra elettrica, classica o acustica che non usano ormai da anni?. I motivi per il loro abbandono possono essere tanti: motivi come mancanza di tempo, mancanza di voglia, cambio di hobby ecc. È un vero peccato tenere chiusi...
Materiali e Attrezzi

Tornio: guida all'utilizzo

Oggi, in questo articolo, vogliamo proporvi una vera e propria guida, mediante il cui aiuto essere in grado di capire meglio un attrezzo davvero molto vecchio ma anche attuale, e cioè il tornio.Vorrà essere questa che proponiamo, una vera e propria...
Bricolage

Come creare un recinto per conigli

In questa guida verranno indicati diversi consigli su come poter essere in grado di creare un bellissimo, ed in particolar modo comodo e pratico, recinto per i nostri conigli, che magari abbiamo in campagna o anche semplicemente nel nostro giardino. Lo...
Casa

Come sbrinare e pulire il frigorifero

Al giorno d'oggi, gli elettrodomestici semplificano non di poco la vita, ma richiedono anche una periodica manutenzione, in modo da lavorare sempre alla massima efficienza. Ad esempio, un frigorifero con del ghiaccio al suo interno consuma più energia...
Altri Hobby

Flaconi dei detersivi: 10 idee per il riciclo creativo

La spazzatura non è mai abbastanza. Basterebbe differenziare la plastica utilizzata dentro casa in una sola settimana per rendersi conto di quanti siano i flaconi dei detersivi, le bottiglie, le confezioni alimentari realizzati con un materiale così...
Bricolage

Come realizzare un porta rocchetti

Siete delle vere wonder women multitasking, avete sempre tante cose da fare e amate cavarvela da sole. Per questo, invece di rivolgervi ad una sarta, preferite di gran lunga cucire personalmente. A molte può capitare però di non riuscire a trovare i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.