Come utilizzare i colori per colorare i vetri

di Cabif Carmela Bifolco difficoltà: facile

Come utilizzare i colori per colorare i vetri   anticoantico.com Dipingere sul vetro è un'arte molto antica, sviluppatasi nella sua maggiore espressione nel periodo rinascimentale, quando le antiche vetrate dei palazzi e delle chiese venivano decorate con maestosi disegni. Oggi è un'arte un po' in disuso e rimane amata da una nicchia di mercato, appassionato di questo stile e di vetri artistici. Colorare il vetro è una dote di molti artigiani che sperimentano progetti nelle loro botteghe. Se siete amanti del fai da te e vi piace decorare gli oggetti in vetro per renderli originali ed esclusivi, esistono varie tecniche che vi permettono di farlo, usando i pigmenti e le tinte più adatte. Vediamo nello specifico come utilizzare i colori più adatti per creare fantastici disegni da colorare, sui supporti di vetro, seguendo tutte le fasi del lavoro di pittura.

Assicurati di avere a portata di mano: Supporti di vetro, alcol etilico, pennelli a punta tonda con setole morbide, tamponcini, carta assorbende, diluente. Colori per vetro, colori per ceramica, colori 3D, colori metallici, colori glitterati, pasta di piombo Template per colori su vetro stampati, libri di pittura su vetro Carta gommata, vernice finale spray

1 Come utilizzare i colori per colorare i vetri   anticoantico.com Per prima cosa dovrete scegliere il vostro supporto da dipingere che dovrà essere ben pulito con dell'alcol etilico, poi dovrete procurarvi dei pennelli, piccoli e grandi con setole morbide per dipingere rispettivamente i soggetti e le rifiniture. Di fondamentale importanza è la scelta dei colori che dovranno essere di ottima qualità; ne esistono in commercio una vasta scelta da impiegare per la decorazione del vetro, alcuni sono senza cottura e si distinguono in trasparenti, coprenti, acrilici, in pasta (resina) e per ceramica a freddo. Altri invece necessitano di una cottura in forno per assestarsi. Prima di preparare i colori dovrete informarvi sulle varie combinazioni di essi per creare tutte le varie tinte. La prima regola da considerare, indipendentemente dalla tecnica, dal tipo di vetro o dai colori prescelti, è che è sempre più facile scurire un colore chiaro piuttosto che schiarire un colore scuro. Servendovi di piccoli contenitori di vetro, versate il colore scelto partendo dalla tonalità più chiara e, mescolando, unite poco alla volta quella più scura fino a ottenere la gradazione desiderata. Viceversa, per schiarire un colore scuro è necessario aggiungere qualche goccia di diluente, fino ad ottenere una gradazione più chiara.

2 Come utilizzare i colori per colorare i vetri   vetrerialacava.it Una volta preparati i colori, si passa alla loro applicazione sul supporto prescelto. Se non siete bravi a disegnare la tecnologia vi aiuta, infatti, esistono una molteplicità di siti internet che offrono gratis dei disegni per il decoro su vetro. Basterà stamparli nella dimensione del supporto e fissarlo sul retro del vetro con del nastro di carta gommata. In questo modo sarà più facile seguire il disegno, basterà dipingere sulla traccia del disegno. Potete cominciare a colorare i contorni con della pasta di piombo, oppure con dei colori 3D in tubetto che hanno l'applicatore a penna per facilitare il lavoro, e poi riempire l'interno del soggetto con il pennello. Questa operazione può essere eseguita in diversi modi: con il pennello per ricoprire superfici difficili e limitate in caso di pittura a mano libera; oppure direttamente con l'apposito beccuccio del colore per colorare oggetti bombati, come vasi e bottiglie.

Continua la lettura

3 Come utilizzare i colori per colorare i vetri   data:image L'applicazione del colore può avvenire anche con l'ausilio del contagocce, di solito questo metodo è adatto per superfici piane.  Con il contagocce si preleva il colore dalla boccetta o dal contenitore, si deposita sul vetro, premendo la pompetta, e il colore si espande con il beccuccio sull'intera superficie da riempire.  Approfondimento Come dipingere una bottiglia di vetro (clicca qui) Nel caso di punti difficili, cioè inaccessibili al beccuccio, è consigliabile lasciare un piccolo margine tra il colore depositato e il contorno e con l'aiuto di uno stecchino di legno estendere il colore fino ai bordi.  Importante è sapere che il contagocce non è adatto all'applicazione del colore sul vetro sabbiato.. 

4 A lavoro ultimato, bisognerà attendere che il colore sia perfettamente asciutto prima di maneggiare il vetro. Per rifinire, successivamente si dovrà applicare una vernice trasparente protettiva spray. Dipingere il vetro è abbastanza complicato e necessita di molta pratica, eventuali impurità o imperfezioni, se possono passare inosservate sul piano da lavoro, diventano invece visibili quando il vetro viene posto alla luce. Un ultimo consiglio, non meno importante, è quello di non lasciare un lavoro a metà, poiché l'interruzione del lavoro provoca l'essiccamento del colore che si sta adoperando, con conseguente difficoltà a riottenere tonalità e densità identiche.

Non dimenticare mai: Cominciate a lavorare su supporti piccoli con disegni piccoli. Se lavorate su un disegno grande fate un pezzo per volta, evitate di lasciare il disegno dipinto per metà.

Decoupage su vetro: tecniche Come realizzare una lanterna in vetro Come usare i colori per vetro a base d'acqua Come scegliere il vetro per la lavorazione

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili