Guida all'arte dell'ikebana

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ikebana è una parola giapponese che indica l'arte di disporre con grazia i fiori recisi. A differenza della cultura occidentale, dove l'abilità di creare composizioni vivaistiche è dominata da un concetto di equilibrio materiale tra differenti altezze, fronde o corolle, la civiltà nipponica basa i propri principi sull'armonia tra uomo, terra e cielo. Conosciuta anche come Kadō (letteralmente "via dei fiori"), l'ikebana è una forma di cultura che a tutt'oggi annovera migliaia di appassionati in tutto il mondo. Il tramandamento delle sue linee guida è affidato ai Sensei, titolo onorifico con cui vengono indicati i maestri delle differenti scuole di Kadō.

25

Le origini

Le origini di questa forma d'arte si perdono nel Giappone di oltre 500 anni fa. Nel quindicesimo secolo, il monaco buddista Ikenobō Senno redasse un insieme di norme relative alla disposizione dei fiori recisi, ispirando i principi dell'ikebana e fondando l'omonima scuola. Per i suoi primi decenni di vita, quest'arte fu esercitata solo nelle strutture religiose ed insegnata ai futuri monaci quale esemplificazione concreta dei principi dello zen. Verso le metà del 1500, la "via dei fiori" iniziò invece ad espandersi presso le corti imperiali e le famiglie nobili, perdendo la sua connotazione filosofica.

35

I principali stili

Uno dei primi stili ad emergere fu il Rikka, che accoglieva i principi buddisti dell'equilibrio tra terra, cielo ed uomo e li rielaborava inserendo ulteriori fattori. Traendo spunto dall'Ikenobō, la scuola Rikka individua tre elementi fondamentali da disporre ai vertici di un ipotetico triangolo scaleno. A fianco dei tre rami principali che simboleggiano l'armonia tra la materialità della terra (ten), la spiritualità del cielo (chi) e l'essere umano come punto di incontro ideale tra i due macrocosmi (jin) vengono inseriti altri quattro elementi la cui funzione è quella di arricchire la composizione e simboleggiare oggetti naturali quali cascate, colline, valli, alberi. Lo stile Rikka fu per diverso tempo una delle più impiegati all'interno del Giappone. Tuttavia la complessità delle regole da seguire e la grandezza delle composizioni determinarono l'affermazione di scuole più minimaliste.

Continua la lettura
45

Equilibrio degli elementi

A prescindere dallo stile preferito, le regole base dell'ikebana pongono l'accento sul concetto di equilibrio. Il numero di elementi da inserire nella composizione è sempre dispari, la struttura finale deve spaziare asimmetricamente lungo tre assi direzionali, all'artista si richiede di ricercare una totale armonia tra gli spazi pieni e le zone vuote. Tutti gli elementi inseriti nella composizione, infine, devono richiamarsi l'un l'altro: pur potendo introdurre specie diverse di grande impatto visivo, chi pratica l'ikebana deve cercare di realizzare una struttura dotata di grazia in cui la continuità del ritmo non risulti compromessa da elementi troppo appariscenti o decisamente fuori luogo.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'ikebana è un'arte che necessita di diversi anni di studio e pratica prima di essere appresa. Valutate l'iscrizione presso una scuola specializzata o la lettura di diversi manuali.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come realizzare un giardino di bonsai ikebana

L'Ikebana è un'antica arte giapponese. Letteralmente significa "fiori viventi", perché consiste nella composizione floreale. Tuttavia non si tratta di una disciplina esclusivamente decorativa, perché la parte meditativa ne è una componente fondamentale.La...
Bricolage

Come Realizzare Un Kenzan Per Ikebana

Il kenzan è un basamento circolare di piombo del diametro di circa 8 cm e spessa circa 1,5, dal quale fuoriesce verso l’alto, per un paio di centimetri, un letto di piccoli chiodi di circa 1.5 mm di diametro e distanti tra loro circa 5 mm. Su di esso...
Altri Hobby

Come fare un ikebana stile moribana

Ikebana in giapponese ha un significato molto bello: fiori viventi, è proprio in Giappone che questa arte si è sviluppata ed ha avuto origine circa un secolo fa. Le composizioni floreali che si realizzano in stile moribana sono simboliche e si deve...
Altri Hobby

Come realizzare un bouquet orientale

Con l'arrivo dell'estate chiunque sia appassionato di fiori e abbia il pollice verde sa benissimo che potrà trovare in commercio una serie innumerevole di piante e di fiori stagionali particolari, utilizzabili per ottenere un bouquet coi fiocchi. Ma...
Casa

Come disporre i fiori recisi nei vasi

Mentre per la maggior parte delle persone, disporre i fiori consiste sistemare piante fiorite in un vaso, per i giapponesi è un'arte molto più complessa. L'arte giapponese molto conosciuta con il nome di "ikebana", non si sofferma sulla bellezza del...
Giardinaggio

Come essiccare fiori recisi per composizioni

In questo articolo, vogliamo parlarvi di un argomento molto bello ed anche del tutto profumato. Stiamo parlando di come poter essiccare nella maniera corretta e veloce, i fiori recisi, per creare delle bellissime composizioni. Sono veramente in tanti,...
Giardinaggio

Come fare una composizione con i fiori recisi

La primavera è il momento ideale per riempire la vostra casa con splendidi fiori. Tuttavia, il bellissimo bouquet presente in un centrotavola o in un vaso, potrebbe presto svanire nel giro di pochi giorni o in una settimana al massimo. Per risolvere...
Giardinaggio

Come Far Durare A Lungo I Gigli Recisi

Se si è amanti dei fiori e si vogliono avere delle corrette informazioni sulla loro durata questo tutorial è l'ideale. Infatti, leggendo questa guida si possono avere degli utili consigli su come è possibile far durare a lungo i gigli recisi. Il giglio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.