Manutenzione: come riparare un vetro

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida ci dedicheremo alla manutenzione e, nello specifico, saremo alcuni consigli su come riparare un vetro, attraverso pochi e semplici consigli. Vedremo come operare nella maniera più veloce possibile, apportando le dovute riparazioni e sostituzioni in men che non si dica. Vediamo quindi come fare.

25

Come eliminare tutto il vetro rotto dalla finestra

La rottura del vetro di una finestra, arreca diversi problemi agli abitanti della casa, primo fra tutti sono sicuramente i frammenti sia quelli caduti a terra che quelli rimasti incastrati nel telaio. Per quelli caduti a terra possiamo usare una scopa e una paletta, cercando di togliere prima i pezzi grandi poi quelli piccoli. Per quelli ancora nel telaio possiamo fare uso di guanti, mai effettuare questa manovra di pulizia a mani nude. Con un martello di piccole dimensioni, avvolto in uno straccio, diamo dei leggeri colpetti ai pezzi rimanenti in modo che si stacchino definitivamente. Una volta raccolti tutti i pezzi e messa in sicurezza la finestra in questione facciamo ricorso all'aspiratore per eliminare definitivamente anche le schegge più piccole. A questo punto possiamo procedere con la sostituzione del vetro.

35

Come procedere

Molte persone davanti a questo tipo di rottura, possono rimanere un pochino sconcertate, in quanto non si sono mai trovate a dover effettuare questo tipo di sostituzione ma con gli attrezzi giusti e un pochino di dimestichezza con il fai da te tutto è possibile. Se la finestra è in legno, con l'aiuto di un cacciavite facciamo leva sul telaio e cerchiamo di liberare una parte di esso. In genere queste parti vengono tenute insieme con piccoli chiodi.
Una volta che il telaio è libero, con l'aiuto di una spazzola cerchiamo di rimuovere i vecchi strati di silicone che tenevano fermo il vetro ed anche eventuali residui di vetro.

Continua la lettura
45

Montaggio

Una volta che ci siamo procurati il nuovo vetro, provvediamo al suo montaggio.
Posizioniamolo al centro del telaio, assicuriamoci che entri perfettamente in sede esercitando una piccola pressione la dove fosse necessario.
Rimontiamo le aste in legno che avevamo tolto in precedenza e fissiamole al resto del telaio con chiodi nuovi. Passiamo un leggero strato di silicone per fissarlo maggiormente.

55

Come usare il mastice o il silicone

Al posto del silicone si potrebbe anche usare il mastice, ma a differenza del primo ci impiega molto di più ad asciugare e il suo odore non sempre può essere gradevole. Dal canto suo invece il silicone è trasparente, si asciuga subito e non emana odori sgradevoli. Riparare un vetro non è difficile, basterà infatti seguire le istruzioni di questa guida per poter iniziare ad operare subito, e in maniera veloce e pratica. Se non siete in grado di risolvere tutto al meglio e da soli, potrete rivolgervi a qualcuno di più esperto che lo faccia al posto vostro, ma questo vi costerà sicuramente qualcosa in più. Non mi resta quindi che augurarvi buon lavoro.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come togliere un tappo di sughero caduto all'interno della bottiglia

Molte persone provano una certa ansia a rimuovere i tappi caduti nelle bottiglie di vino, forse perché non vogliono commettere errori che possano danneggiare il vino o farle sembrare sciocche. Un problema comune quando si cerca di rimuovere il tappo...
Casa

Come Cambiare Il Flessibile Della Tua Doccia In Caso di Rottura

Il più delle volte, ci troviamo nelle nostre case a fare i conti con piccole scocciature che, in quel momento, ci sembrano davvero insormontabili, soprattutto per il fatto che molti di noi non hanno grande dimestichezza con il fai-da-te. In particolare,...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare l'orchidea cymbidium in casa

Chi ama i fiori e la loro coltivazione è sicuramente interessato all'orchidea cymbidium. Si tratta di una pianta che vive tranquillamente nei vasi ed in genere si tiene in casa. Fa parte dei sempreverdi e, se curata a dovere, ripete la fioritura, anche...
Bricolage

Idee creative per personalizzare una lampada

Negli ultimi anni, siamo stati tutti testimoni di un importante cambiamento avvenuto nel mondo del design, o forse bisognerebbe parlare di una sorta di apertura mentale, verso tutto ciò che è sempre stato considerato, in modo spesso dispregiativo, vintage...
Bricolage

Come Utilizzare Le Graffette Da Disegno

Le graffette da disegno sono oggetti da utilizzare quotidianamente e specialmente se dobbiamo lavorare al computer e tenere in ordine la nostra scrivania. Infatti questi utili elementi ci permettono di allegare fogli e appunti come se fossero quaderni,...
Bricolage

Come trasformare una vecchia trapunta in un pannello decorativo

L'arte del riciclo è un modo straordinario per far rivivere oggetti caduti in disuso trasformandoli in qualcosa di nuovo e utile per la casa e non solo. Sono tantissimi gli oggetti che possono essere utilizzati per creare qualcosa di nuovo, e uno di...
Bricolage

Come costruire un paralume a stagno colorato

Il paralume rientra tra gli accessori d'arredo più diffusi e personalizza l'ambiente in cui viene posizionato ed utilizzato. Per abbellire per esempio un soggiorno si potrà scegliere il paralume preferito fra i tanti tipi oggi in commercio. Se invece...
Giardinaggio

Come scarificare e arieggiare il prato verde

Con la scarificazione, si rimuove il muschio che è cresciuto nel periodo estivo. Se il muschio e le erbacce vengono rimossi correttamente, l'erbetta del prato, riceve più aria e più luce e dunque presenta una maggiore durata. Dopo scarificazione, è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.