16

Modi originali di piegare i tovaglioli

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Quando si aspettano ospiti a cena o a pranzo si vorrebbe fare sempre bella figura. Anche il modo in cui si apparecchia, è molto importante quando si vuole far colpo. Certamente tutti sanno che quando ci sono ospiti a pranzo o a cena devo essere banditi i piatti e i tovaglioli di plastica o in carta. I tovaglioli devono essere rigorosamente in stoffa, in coordinato con la tovaglia. Questi possono essere messi sul piatto da portata oppure possono essere poggiati al lato destro del piatto. Esistono però dei modi davvero originali di piegarli: nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo insieme come fare.

26

Tovaglioli a ventaglio

Il modo più semplice per piegare i vostri tovaglioli è sicuramente quello a ventaglio. Per realizzare questo tipo di piegatura dovrete semplicemente realizzare una fisarmonica con il tovagliolo. Per farlo dovrete piegare più e più volte i vostri tovaglioli e appoggiare la base sul piatto. Una volta che avrete eseguito quest'operazione piegate a metà la vostra fisarmonica. Chiudete l'estremità alta del vostro ventaglio con una piccola molletta da fioristi e appoggiate la base della fisarmonica sul piatto liscio. Aprite quindi in modo estremamente delicato il vostro ventaglio.

36

Tovaglioli a forma di rose

Un altro divertentissimo modo per piegare i vostri tovaglioli è quello di creare delle piccole rose con il vostro tovagliolo. Vi basterà infatti aprire il tovagliolo e piegarlo a metà per la lunghezza. Una volta eseguita quest'operazione arrotolate il tessuto del tovagliolo su se stesso in modo da creare una bella rosa. In una prima fase dovrete esercitare abbastanza forza. Più proseguite con la realizzazione della rosa più lasciate le pieghe del tovagliolo morbide. Per chiudere il fiore e far in modo che non si apra, potreste sfruttare una piccola molletta da fioristi, oppure inserire il lembo restante del tovagliolo al centro della base della rosellina.

Continua la lettura
46

Tovaglioli a forma di busta

L'ultimo modo per piegare i vostri tovaglioli è quello di creare una piccola busta. All'interno della busta creata con il tovagliolo potreste inserire un bigliettino con il nome della persona a cui è stato assegnato il posto oppure sfruttare lo stesso come un piccolo porta pane personale. Per piegare il vostro tovagliolo a busta, vi basterà aprire totalmente il vostro tovagliolo e piegarlo a triangolo, tenendo la punta verso di voi. Dovrete quindi ripiegare l'angolo destro della base per 1/3 della base del tovagliolo. Ripetete quindi quest'operazione per l'angolo sinistro.

56

Guarda il video

16

Come piegare i tovaglioli a forma di cigno

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Quando ci si reca al ristorante, è sempre piacevole trovare i tovaglioli ripiegati in maniera decorativa a riproporre vari oggetti o animali. Dare questa forma ai tovaglioli non è affatto un procedimento complicato come alcuni potrebbero pensare. Bastano infatti pochi minuti per ottenere lo stesso risultato anche a casa. Se volete sapere a tal proposito come fare, continuate a leggere la guida che segue, in cui vi sarà spiegato passo dopo passo come piegare i tovaglioli a forma di cigno.

26

Occorrente

  • Tovagliolo
36

Stendete il tovagliolo

Non esiste un solo metodo per piegare i tovaglioli a forma di cigno. Utilizzando procedimenti differenti otterrete cigni differenti. Per prima cosa procuratevi un tovagliolo di forma quadrata e stendetelo totalmente aperto davanti a voi. Ora piegatelo a metà, formando così un rettangolo. Piegatelo di nuovo a metà (lungo la parte più lunga), ottenendo un quadrato. Piegate nuovamente il tutto lungo una diagonale, fino ad avere un triangolo. Posizionate quest'ultimo in modo che la base, ovvero la parte che sta davanti a noi, sia formata dal suo lato più lungo. Afferrate i due angoli della base e piegateli verso il basso, lungo l'altezza centrale, fino a farli toccare. Avrete in questo modo una forma ad aquilone (o a diamante).

46

Piegate il tovagliolo

Piegate sotto il tovagliolo le punte inferiori "dell'aquilone", ottenendo nuovamente un triangolo. Infine piegate il triangolo a metà lungo l'altezza e fissate il tutto con l'aiuto di una molletta. Alzate le 4 punte del tovagliolo che formano la testa e la coda del cigno. Per ottenere un cigno, utilizzando un altro procedimento, partite con un tovagliolo quadrato e piegatelo prima a formare un rettangolo e poi di nuovo a formare un quadrato. Successivamente piegate il quadrato lungo la diagonale e formate un triangolo. Riaprite quest'ultimo e avrete così tracciato una linea nel mezzo.

Continua la lettura
56

Allargate la base con l'aiuto delle dita

Prendete quindi uno degli angoli in cui non passa la linea di costruzione e portatelo verso il centro, oltre la metà del tovagliolo. Fate poi lo stesso con l'altro angolo opposto. Prendete la punta più alta del tovagliolo e ripiegatelo per qualche centimetro verso il basso, ottenendo pressapoco la forma di un pentagono irregolare. Infine, girate il tutto sottosopra e piegate in due il pentagono lungo l'altezza. Adesso non vi resta che distanziare leggermente il corpo del cigno dal collo. Infine, per permettere al tovagliolo di reggersi in piedi da solo, dovete solamente allargare la base con l'aiuto delle dita. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prendete la punta più alta del tovagliolo e ripiegatelo per qualche centimetro verso il basso, ottenendo pressapoco la forma di un pentagono irregolare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
16

Come piegare i tovaglioli a forma di giglio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Quando si avvicinano le feste importanti come ad esempio il Natale, la Pasqua, o semplicemente una ricorrenza speciale per la nostra famiglia, quindi qualcosa di unico, che vede riuniti al nostro tavolo da pranzo parenti ed amici, si cercano sempre idee nuove per abbellire e decorare la tavola in modo da incantare i nostri ospiti. In questa guida, vedremo alcuni consigli su come piegare i tovaglioli ottenendo così la forma di un giglio.

26

Occorrente

  • tovaglioli di stoffa
  • tovaglioli robusti di carta
  • ferro da stiro
36

Per realizzare questa decorazione, possiamo usare in modo del tutto indifferente, sia tovaglioli di stoffa, che quelli in carta. Naturalmente se optiamo per la seconda soluzione, ovvero quella di utilizzare tovaglioli usa e getta, dovremmo avere l'accortezza di acquistare materiale resistente, che si possa modellare con molta facilità, ma che nello stesso tempo rimanga sostenuto una volta posizionato sul tavolo. Per prima cosa dovremmo stendere il tovagliolo sul tavolo, dare una passata con il ferro da stiro caldo, in modo da eliminare ogni piega precedente. Se si vuole ottenere un buon risultato finale, è molto importante che la struttura del tovagliolo sia perfettamente pari. Stendiamo ora il tovagliolo sul suo rovescio, posizionandolo con la punta rivolta verso di noi come per formare un rombo. Prendiamo l'angolo superiore e portiamolo su quello inferiore, ottenendo così un triangolo. Continuiamo con le pieghe, portando l'angolo destro e l'angolo sinistro verso l'alto, formando un nuovo rombo. Girate il tovagliolo nell'altro verso.

46

Proseguiamo piegando la punta inferiore del rombo verso l'alto, cercando di mantenere qualche centimetro di distanza fra le due punte le quali non si dovranno toccare. A questo punto prendiamo la punta del triangolo piccolo, quello formatosi con l'ultima piega, e ripieghiamolo ulteriormente su se stesso, rivolgendo la punta verso il basso. Guardandolo dall'alto dovremmo poter vedere un'altro triangolo con dimensioni notevolmente più piccole e con la punta rivolta verso il basso.

Continua la lettura
56

Prendiamo ora le due estremità del tovagliolo, uniamole fra loro facendole incontrare all'incirca verso la metà del tovagliolo stesso. Posizioniamo le due punte una all'interno dell'altra in modo da imprimere al tovagliolo la giusta posizione. Solleviamo ora il tovagliolo e con molta delicatezza pieghiamo verso il basso le due alette laterali. Il nostro giglio ha così preso forma, pronto per essere sistemato sulla nostra tavola.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di cominciare a dare la forma ai nostri tovaglioli, sarà opportuno eliminare con il ferro da stiro vecchie pieghe
17

Come piegare i tovaglioli a ventaglio e a farfalla

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Siete in procinto di organizzare una bella cena e volete che tutto sia perfetto? Bene, che sia per scopi lavorativi o per dichiarare il vostro amore, una delle parti più importanti, e non sempre considerata in modo abbastanza adeguato, è l'attenzione ed, in modo particolare, la passione nell'ordinare e nell'imbandire la tavola. Inoltre, in questi casi, la cosa che si nota di più è senza ombra di dubbio la piegatura dei tovaglioli. Pur essendo vietata dal galateo nelle occasioni formali, la piegatura del tovagliolo è, di certo, un modo rapido per decorare e abbellire la tavola. Esistono, di fatti, numerosi tipi di piegatura e metodi, quasi a volerne fare un'arte, ed in questa guida vi illustrerò come fare due tipi di piegatura, cioè come piegare a ventaglio ed a farfalla.

27

Occorrente

  • Tovaglioli
  • Nastro
  • Cordoncino
  • Molletta
37

Per ottenere dei risultati migliori dovremmo inamidare poco poco i tovaglioli, in modo particolare, se realizzati con tessuti leggeri. Tra i due tipi di piegatura suggeriti, la forma a ventaglio è più facile da realizzare mentre quella a farfalla, anche se più complicato, ha un'impatto più coinvolgente e grazioso.

47

Incominciamo con il metodo a ventaglio: 1) Una volta sistemato il tovagliolo completamente aperto sul tavolo, pieghiamolo a metà. 2) Con il tovagliolo così piegato, incominciamo a piegarlo a fisarmonica, quasi completamente, stando attenti a lasciare un 8-10 cm di tovagliolo non piegato. 3) Giriamo il tovagliolo e pieghiamolo di nuovo a metà. 4) Per terminare, afferriamo dall'angolo più esterno il tovagliolo (parte finale) e incastriamolo all'interno delle pieghe (parte iniziale).
Ed ecco fatto il vostro fantastico tovagliolo a ventaglio!!!

Continua la lettura
57

Ecco, adesso, il metodo a farfalla: 1) Incominciamo sempre con il tovagliolo bene aperto. 2) Pieghiamolo in tre parte verso l'interno. 3) A questo punto, apriamo tutti i vertici del tovagliolo. 4) Pieghiamo la parte inferiore a fisarmonica sino al centro. 5) Con l'aiuto di una molletta teniamo ferma la parte piegata a fisarmonica e giriamo il tovagliolo per lavorare sull'altra parte. 6) Arrotoliamo l'altra parte sino a che, ovviamente, non si incontri in mezzo con la parte piegata a fisarmonica. 7) Con le due parti piegate togliamo la molletta e, facendo attenzione a non far aprire completamente il tovagliolo, leghiamo le due meta con uno nastro colorato, o un cordoncino, e aggiustiamo il tutto.
Una volta fatto ciò, ecco realizzata la nostra fantastica farfalla!!!

Ecco un link che potrebbe fornire ulteriori informazioni utili --》http://www.donnaclick.it/casa/4043/tovaglioli-piegati-larte-dellorigami-a-tavola/ (TOVAGLIOLI PIEGATI, L'ARTE DELL'ORIGAMI A TAVOLA).

Ecco un altro link da leggere a titolo informativo --》http://www.designmag.it/articolo/come-decorare-la-tavola-con-i-tovaglioli-di-carta-le-idee-piu-belle/21749/ (COME DECORARE LA TAVOLA CON I TOVAGLIOLI DI CARTA, LE IDEE PIÙ BELLE).

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercare di calcare bene le pieghe del tovagliolo in modo da fargli acquisire meglio la forma desiderata.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.