Come foderare un pouf

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se abbiamo un pouf piuttosto vecchio e ormai inservibile, possiamo cercare di restituirgli un aspetto più moderno e soprattutto gradevole, rendendolo nuovamente utilizzabile sia per un salotto che per una camera da letto. In questa guida a tale proposito, ci sono alcuni consigli su come foderare un pouf.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Stoffa o pelle
  • Colla vinilica e acrilica
  • Spillatrice per tappezzieri
  • Nastrini, fettucce e merletti
  • Forbici
  • Macchina per cucire
35

Per prima cosa eliminiamo tuta la vecchia copertura, che di solito è fissata tramite dei ganci di metallo. L'operazione la facciamo con l’aiuto di una pinza e di una forbice, in modo da poterla sfilare per intero, ed usarla come sagoma per il nuovo rivestimento. A questo punto con tutto il materiale a disposizione, possiamo iniziare il lavoro di maquillage del pouf.

45

Per la copertura ci procuriamo del tessuto in cotone molto resistente, ed ovviamente lo scegliamo in base al colore dei rivestimenti già presenti nell'ambiente da arredare, quindi uguale al divano, alle poltrone o alla testiera del letto. Proprio come colori ci possiamo davvero sbizzarrire, scegliendo tra le tonalità pastello o quelle damascate, e se il pouf da foderare intendiamo posizionarlo nella cameretta dei bambini, allora anche dei ritagli di stoffa colorata, possono ritornare utili per creare un tessuto multicolore, tipo mosaico. Per quanto riguarda quest'ultimo, basta cucire a macchina diversi lembi di stoffa e dopo aver ottenuto un panno abbastanza largo, su di esso appoggiamo la vecchia copertura in modo da tracciarne la sagoma perfetta. Dopo aver ripetuto l'operazione per tutti i lati del pouf, procediamo all'applicazione del nuovo materiale.

55

Dopo aver curato attentamente l'imbottitura (sostituendo la gomma piuma), se il pouf è di metallo, allora la copertura la fissiamo con colla acrilica, mentre se è in legno, utilizziamo una spillatrice per tappezzieri, in modo da stenderla facilmente sulla superficie, senza creare grinze. Terminato il lavoro di posa del tessuto, non ci resta che rifinire il pouf nelle giunture, utilizzando nastrini colorati o delle fettucce che in una merceria, è possibile reperire anche con particolari decorazioni tipo merletti o greche. Dopo il lavoro di finitura, la copertura del pouf può considerarsi terminata, e l'oggetto è pronto per essere posizionato nell'ambiente prescelto. Infine un consiglio per quanto riguarda invece, l'eventuale copertura con della pelle. In questo caso, se optiamo per quella sintetica, avendo il materiale una base telata, per l'incollaggio conviene utilizzare della colla acrilica a rapida essiccazione che specialmente sul legno, garantisce una maggiore tenuta.

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti