Ricamo: i punti di riempimento

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arte del ricamo consente di personalizzare svariati tipi di stoffa con disegni e scritte. Nel ricamo esistono ovviamente svariati tipi di punti differenti che consentono di creare un effetto differente a seconda delle necessità. In questa guida potrete scoprire come creare i punti di riempimento nel ricamo di un disegno o di una scritta spessa sulla vostra stoffa.

26

Occorrente

  • Ago e filo
  • Telaio per ricamo
  • Ago senza punta
  • Matita
36

Se decidete di utilizzare il punto di riempimento per creare un orlo ed irrobustire il contorno di un disegno dovrete procedere intrecciando i fili che entrano da un lato ed escono dall'altro, creando una sorta di zig zag. Questa tecnica nacque in Oriente e fu importata in Europa dalla repubblica marinara di Venezia, anche se oggi rispetto ad allora, sono stati eliminati dei passaggi che servono soprattutto per semplificare il lavoro e ridurne i tempi di lavorazione. Quest'ultimo, può diventare quindi elegante e raffinato, purché si abbia una certa dimestichezza con il filo e il telaio per il ricamo.

46

Per poter seguire il punto di riempimento alla perfezione, come ad esempio un cuoricino, prendete quindi un telaio, in cui dovrete tendere precedentemente la stoffa di tela da ricamare. Dopo aver realizzato il disegno che volete realizzare (con una matita o una decalcomania) bucatene il contorno, utilizzando un ago senza punta, dello spessore di almeno due millimetri. Il procedimento avviene entrando nella stoffa da un lato e uscendo dall'altro. Questo passaggio vi consente di ottenere il disegno "come in questo caso il cuore" senza creare sbavature e senza rischiare di sfilacciature il tessuto. A questo punto create il punto di riempimento vero e proprio lavorando sempre allo stesso modo; ossia entrando ed uscendo dalla tela con il filo, tenendo però i punti ravvicinati (a distanza di 1mm l'uno dall'altro) e sovrapponendoli almeno tre o quattro volte, in modo da ottenere un'asola particolarmente spessa e composta da tanti anelli affiancati gli uni agli altri.

Continua la lettura
56

Nel ricamo a riempimento dovrete eseguire quest'operazione con un ago a punta sottile, poiché essa costituisce l'elemento fondamentale per ottenere il design che avete in mente. Man mano che procedete con il lavoro, utilizzando questo metodo di ricamo, verrete quindi a completare il riempimento di tutto il perimetro del cuoricino. È opportuno tutta via che vi ricordiate, ogni volta che vi spostate, di tagliare il filo e fare un nodino a forma di pallino per tenere insieme i due capi ed iniziare il punto di riempimento successivo con le distanze e gli spessori appena citati, in modo da ottenere un cordoncino compatto ed anelli esteticamente perfetti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per imparare la tecnica del ricamo a riempimento è consigliabile iniziare a sperimentarla con disegni basilari e geometrici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come ricamare una tovaglia a punto Ravenna bicolore

Il punto Ravenna era un tempo utilizzato unicamente per i paramenti sacri e soltanto in un momento successivo è diventato il motivo ricorrente per altri articoli come tovaglie, fazzoletti e biancheria per il letto e per la casa. Si tratta di un punto...
Cucito

Come realizzare un ricamo trapuntato

Se su una coperta intendi realizzare un ricamo e precisamente quello trapuntato, è importante seguire delle linee guida ben precise affinché il risultato finale sia perfetto. Si tratta infatti di una tecnica piuttosto elaborata che richiede passione,...
Cucito

Come Fare Il Punto Nodi E Il Punto Vapore

Se sei appassionata di ricamo e sei alla ricerca di nuove tecniche, con questa guida imparerai facilmente come realizzare il punto nodi e il punto vapore, molto usati nel ricamo per creare fiorellini o altri disegni in rilievo di grande effetto. In questo...
Cucito

Come lavorare a punto catenella

Quando vogliamo lavorare usando l'uncinetto, o semplicemente ago e filo per un ricamo su tela o stoffa, si possono scegliere diversi tipi di punti, dai più semplici a quelli più elaborati. Uno di questi, quello a catenella, è una tecnica molto antica...
Cucito

Come Si Realizza Il Punto Passato O Piatto

Uno dei più rappresentativi di tutta la vastissima famiglia dei punti di ricamo è il punto piatto o passato, aperto ad una larghissima gamma di applicazioni, tanto che non esiste quasi ricamo dove non faccia la sua comparsa. Adatto a motivi sia ridotti...
Cucito

Come ricamare a punto pieno

Il ricamo è un'antica arte che dà valore ai corredi, specialmente a quelli nuziali. Qualche tempo fa le ricamatrici decoravano le lenzuola di lino con le iniziali delle spose. Il metodo che veniva utilizzato era generalmente il punto pieno, detto anche...
Cucito

Come ricamare a mano libera con la macchina da cucire

Se siamo amanti del ricamo bisogna sapere che oggi la tecnologia propone delle macchine da cucire meccaniche e nel contempo computerizzate, che consentono di creare delle particolari figure, grazie alla presenza di particolari mascherine in sostituzione...
Cucito

Come fare una trina rinascimentale

La trina rinascimentale consiste nell'applicazione della spighetta di cotone o di lino sull'apposito tessuto o nella decorazione con l'utilizzo di punti ad ago formanti barrette o retini. Essa ebbe molta diffusione in Italia tra il Cinquecento e il Seicento,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.