10 consigli per coltivare i peperoncini australiani in casa

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Non dovete essere per forza degli estimatori dei sapori piccanti per pensare di coltivare peperoncini in casa. Le piante di peperoncino, infatti, sono anche molto gradevoli esteticamente. Tra le varietà di peperoncini australiani, ce ne sono alcune davvero molto piccanti. Il Trinidad Scorpion Bhutch Taylor, ad esempio, ha vinto il Guinness dei primati nel 2011 come peperoncino più piccante al mondo. Tra i peperoncini australiani distinguiamo due grandi famiglie: capsicum annuum e capsicum chinense. A quest'ultima appartengono le varietà più piccanti e richiede delle cure un po' differenti rispetto alla prima famiglia. Andiamo quindi a scoprire 10 consigli per coltivare i peperoncini australiani in casa.

212

Scegliete il giusto periodo dell'anno per la semina

Se volete cominciare la coltivazione dei peperoncini australiani dai semi, dovreste fare attenzione al giusto periodo dell'anno. Generalmente la semina va fatta tra Gennaio e Marzo. Alcune varietà di peperoncini capsicum annuum sono dette precoci, in quanto è possibile posticipare la semina fino ad Aprile ottenendo i primi frutti entro l'estate. Invece, per tutte le varietà dei capsicum chinense, è meglio seminare a Gennaio.

312

Seminate alla giusta distanza e tenete il vasetto in un luogo caldo

Per la semina dei peperoncini, andrà bene un vasetto di 15 centimetri di diametro. Disponete al suo interno 4 semi in modo che stiano ben distanti. Per accelerare la germinazione, poggiate il vasetto in casa vicino ad un termosifone, in modo che la temperatura si mantenga ad almeno 20°. Sotto i 10-15° i semi non germoglieranno.

Continua la lettura
412

Vaporizzate spesso il terriccio

La giusta idratazione è molto importante nelle prime fasi della crescita dei peperoncini. Ricordate di vaporizzare dell'acqua con frequenza sul terriccio, ma senza esagerare. Evitate di far asciugare troppo la terra e ripetete ogni volta che sarà necessario.

512

Tenete in casa le piantine se fuori fa ancora freddo

Una volta germogliati, i peperoncini australiani cresceranno meglio in balcone o in terrazzo. Nel caso però in cui doveste seminare ancora in pieno inverno, le giovani piantine sarebbero esposte al gelo notturno e morirebbero. È consigliabile quindi tenere i vasi in casa finché non avrete la certezza che la temperatura minima non scenda sotto i 10°.

612

Mettete a dimora i peperoncini rispettando le radici

La messa a dimora è un momento delicato per tutte le piante, in quanto molto stressante. Ogni piantina dovrà essere destinata ad un singolo vaso. Per agevolare il processo, bagnate il terriccio prima di cominciare a separare i giovani peperoncini australiani. Cercate di lasciare quanta più terra intorno alle radici per non danneggiarle.

712

Scegliete il terriccio più adeguato e arricchitelo in base alle necessità della pianta

Il terriccio che andrete ad utilizzare dovrà essere molto ricco di minerali e miscelato insieme a del compost. I peperoncini capsicum chinense vorranno qualche attenzione in più, infatti richiedono un alto tasso di calcio per crescere bene. Utilizzate della farina d'ossa per arricchire il terriccio. Attenzione anche ai livelli d'azoto, un eccesso impedirà ai peperoncini australiani di fiorire e, quindi, di fruttificare.

812

Date al peperoncino le giuste quantità di luce e acqua per tenerlo in salute

I peperoncini australiani perderanno spontaneamente una parte dei fiori sbocciati, è un processo naturale. Quando però il numero di fiori caduti appare eccessivo e la pianta mostra altri segni di malessere, allora ci dev'essere un problema. Scoprire la causa dovrebbe essere semplice: potrebbe essere un eccesso d'esposizione alla luce e al calore, o, al contrario, la pianta sta troppo al buio. Un'altro motivo potrebbe essere l'acqua, in eccesso o carente. Valutate caso per caso per risolvere.

912

Strofinate i fiori con un pennellino per impollinare i peperoncini non autofertili

Alcune specie di peperoncini australiani non sono autofertili, quindi necessitano di insetti per trasportare il polline da un fiore all'altro. Senza l'impollinazione, la pianta non produrrà frutti. Potrete risolvere il problema usando un pennellino da strofinare su pistillo e stami dei fiori di piante diverse. Avrete così reso possibile lo scambio di polline.

1012

Usate periodicamente un fertilizzate per ottenere molti frutti

Per assicurarvi una buona produzione di peperoncini, è utile usare periodicamente un fertilizzante a base d'azoto, potassio e fosforo. Acquistate un fertilizzante 15-15-15 che possa offrire ai peperoncini australiani una dose bilanciata dei suddetti sali minerali e usatelo una volta al mese.

1112

Essiccate i peperoncini raccolti per conservarli nel tempo

Se volete utilizzare in cucina i peperoncini australiani così prodotti, vi servirà un modo per conservarli intatti per molto tempo. Potete essiccarli lasciandoli al sole finché l'acqua contenuta al loro interno non sarà del tutto evaporata. Una volta secchi, conservateli al riparo dall'umidità.

1212

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare i peperoncini in serra

I peperoncini sono una piante molto facile da coltivare quando è estate, ma estremamente delicata in Inverno. Le piantagioni di peperoncini vengono infatti sostituite nel mese di Ottobre per essere convertite in piante da ortaggio invernali, ma per chi...
Giardinaggio

Come coltivare peperoncini indoor

Se avete l'hobby del giardinaggio ed intendete coltivare qualsiasi tipo di pianta in un ambiente interno della casa, potete ad esempio cimentarvi nella riproduzione di peperoncini. Sicuramente otterrete un prodotto genuino e di alta qualità, senza andare...
Giardinaggio

Come coltivare i peperoncini sul balcone

Siete stanchi di non avere mai il peperoncino a portata di mano? Vi piacerebbe poterlo raccogliere fresco ogni volta che volete? Se ne avete la possibilità, non vi resta che coltivare una pianticella sul vostro balcone. L'operazione non è complicata...
Giardinaggio

Come coltivare in vaso i peperoncini a ciliegia

Il peperoncino è una pianta di origine americana che si è diffusa in tutto il mondo. Esso viene utilizzato in tantissime ricette in quanto dà un gusto particolare al piatto. Le varietà sono tantissime, grazie agli innumerevoli incroci; esse sono differenti...
Giardinaggio

Come coltivare peperoncini Habanero

I peperoncini vengono coltivati in diverse parti del mondo, ed ogni specie ha un sapore ed un colore specifico; infatti, quelli Habanero sono rossi, crescono in zone molto calde come il Messico e sono moto piccanti. Questa particolare specie è possibile...
Giardinaggio

Come trapiantare le piantine di peperoncini

Se hai effettuato la semina dei peperoncini e le piantine sono cresciute quanto basta per trapiantarle, l’operazione puoi farla seguendo delle linee guida ben precise. Per ottimizzare il risultato, ci sono tuttavia due punti chiave su cui devi focalizzare...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare la begonia in balcone

La begonia è una bellissima pianta ornamentale da giardino. Produce infatti delle foglie e dei fiori davvero splendidi. I colori dei fiori di begonia sono diversi, secondo le varietà. Ma tutti bellissimi ed attraenti. In particolare si può scegliere...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.