10 consigli per coltivare l'aloe in terrazzo

Tramite: O2O 23/11/2017
Difficoltà: media
112

Introduzione

L'aloe è un tipo di pianta estremamente noto per i suoi svariati effetti benefici, riscontrabili attraverso l'utilizzo di creme e gel appositi. L'aloe è fonte di vitamina B, fornisce rimedi contro la stitichezza, è un ottimo antiossidante ed è molto efficace per velocizzare la cicatrizzazione di bruciature. Oltre alle sue innumerevoli qualità, l'aloe è anche molto semplice da coltivare in casa, poiché non richiede cure in grosse quantità e può stare benissimo sia in terrazzo che al chiuso. Ecco dunque 10 consigli per coltivare l'aloe in terrazzo.

212

Scegliere i materiali più adeguati per coltivare la pianta

Prima di accingersi alla coltivazione dell'aloe, è necessario considerare il materiale più funzionale per intraprendere la cura della pianta. Innanzitutto, scegliere la posizione sul terrazzo più congeniale è utile ma anche piuttosto semplice, poiché l'aloe non richiede grosse quantità di luce o di acqua. Inoltre, è indispensabile procurarsi di un vaso di medie dimensioni, aggiungendo poi un comune terriccio acquistabile in qualsiasi negozio dedicato al giardinaggio o in qualsiasi vivaio. Utile è anche della torba e della ghisa, per appianare le perdite di acqua.

312

Scegliere il tipo di pianta adatto

Esistono svariati tipi di aloe disponibili per la coltivazione domestica. Il più comune è l'aloe vera, utilizzata per succhi e gel in cosmetica, ma vi sono altre tipologie altrettanto benefiche: l'aloe aristata, dal diametro di circa 20 centimetri e utile per decotti e rimedi contro scottature; l'aloe arborescens, che ha le sembianze di un polpo vegetale e risulta essere una grossa fonte di vitamine.

Continua la lettura
412

Scegliere il punto del terrazzo adatto alla coltivazione

Come già specificato, la coltivazione dell'aloe non richiede accortezze estremamente precise, non necessitando di grosse quantità di acqua o di luce, ma è pur sempre consigliabile trovare un punto adatto alla coltivazione. In particolare, sarebbe meglio tenere il vaso lontano dalle intemperie e, almeno per le prima settimane di crescita della pianta, favorire la luce.

512

Procedimento per piantare l'aloe

Una volta scelta la tipologia di aloe che si desidera coltivare, è possibile procedere alla piantagione. Si consiglia di versare del terriccio nel vaso e di mescolarlo con la torba, ma soltanto dopo aver disposto della ghiaia sul fondo. Essa, infatti, servirà a drenare per evitare che la pianta marcisca a causa di un'eccessiva quantità di acqua. A metà vaso, disporre la piantina e coprire con altro terriccio.

612

La luce necessaria

Nelle prime settimane di crescita della pianta, si consiglia di tenere il vaso alla luce. La luminosità, infatti, garantisce una crescita sicuramente più veloce delle radici, che dopo aver attecchito dovranno anche assestarsi. Per questo motivo è molto importante evitare zone troppo coperte.

712

Quante volte annaffiare la pianta

La pianta di aloe non richiede grosse quantità di acqua, ma neanche troppo poche. È dunque consigliabile annaffiarla due volte a settimana, soprattutto durante le prime settimane di crescita. Bisogna inoltre fare attenzione a non eccedere con l'acqua.

812

Attenzione alle intemperie

Per evitare che le intemperie possano avere un effetto disastroso sulla pianta, è consigliabile posizionarla a distanza da punti del terrazzo che potrebbero metterla a contatto con freddo e vento. L'ideale sarebbe disporla in un angolo soleggiato e poco aperto ai bersagli climatici.

912

Cura e taglio

Una volta cresciuta la pianta, è possibile togliere alcune foglie di troppo. Nel farlo, attenzione a non tagliare arrivando a recidere le radici, che potrebbero compromettere definitivamente la crescita e la salute della pianta. Sfoltire le foglie è necessario per la salute della pianta, che in questo modo cresce più sana e vigorosa.

1012

Accortezze nel consumo

Trattandosi di una coltivazione fai da te, è necessario anche tener presente una serie di accortezze per quanto riguarda il consumo dell'aloe ottenuto dalla produzione domestica. Il succo di aloe ha un sapore piuttosto sgradevole, pertanto si consiglia di ingerirlo dopo averlo diluito con acqua senza esagerare con le dosi: bastano, infatti, circa 5 ml al giorno. Quantità eccessive potrebbero creare problemi all'organismo, trattandosi di una sostanza lassativa. Lo stesso vale anche per il gel di aloe.

1112

Godere della coltivazione domestica

Coltivare sul terrazzo di casa propria un prodotto così benefico è senz'altro efficace, oltre che appagante. Non vi resta che recarvi al vivaio, procurarsi tutto l'occorrente e iniziare! Vedrete, dopo poche settimane, dei miglioramenti decisivi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare in vaso l'aloe

Nelle riviste di giardinaggio, è possibile ammirare piante di aloe robuste e forti. Affinché la pianta di aloe coltivata in casa sia altrettanto bella e rigogliosa, occorre prendere alcune precauzioni. Molto facile è la coltivazione dell'aloe, infatti...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare i peperoni in terrazzo

I peperoni sono molto apprezzati nella cucina italiana, molto utilizzati per la loro duttilità e la loro varietà di colori. I peperoni sono arbusti perenni a vita breve, crescono anche in condizioni poco favorevoli e sono molto resistenti.La semina...
Giardinaggio

Come coltivare le azalee in terrazzo

Le azalee sono delle piante che presentano un portamento eretto e sono facili da coltivare in terrazzo. Le piante se trattate nella maniera adeguata, offrono una fioritura abbondante e rigogliosa. Ovviamente, questo può dipendere anche dalla varietà...
Giardinaggio

Come coltivare mandarini in terrazzo

Avere un orticello personale è il sogno che accomuna tantissime persone. Purtroppo nelle grandi città, dove gli spazi sono angusti e il verde scarseggia non è possibile avere un giardino a propria disposizione. Fortunatamente, grazie a dei semplici...
Giardinaggio

Come coltivare l'aloe variegata

Esistono varie tipi coltivazione che ovviamente variano sulla base della pianta che si vuole coltivare. Bisogna comunque avere delle conoscenze di base che ci permettono di mantenere in una salute le nostre piante. In questa guida focalizzeremo maggiormente...
Giardinaggio

Come Coltivare L'Aloe Vera

L'Aloe Vera è un pianta che fa parte della famiglia delle Liliaceae. Si tratta di una pianta molto diffusa e coltivata soprattutto laddove il clima è particolarmente secco come, ad esempio, l'Africa, l'Australia o l'America del sud. L'Aloe Vera è una...
Giardinaggio

Come coltivare agrumi sul terrazzo o in giardino

Originari dell'India e dell'Estremo Oriente, gli agrumi sono oggi ampiamente coltivati in tutta la fascia subtropicale del mondo. Attraverso piccole cure sarà possibile coltivare facilmente gli agrumi, sia sul terrazzo di casa che in giardino, dove,...
Giardinaggio

Come coltivare l'erba cipollina in terrazzo

Se la vostra passione per il giardinaggio è irrefrenabile ma non avete un giardino, potete benissimo trasformare il vostro terrazzo in un piccolo orticello e coltivare ad esempio l'erba cipollina. Si tratta in questo caso di un prodotto aromatico che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.