10 errori da evitare quando si inizia a coltivare un orto

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Si fa sempre più diffusa l'intenzione di iniziare a coltivare un orto. Che sia in un angolo del giardino o in una piccola area del balcone o del terrazzo sempre più italiani abbracciano questa passione. Alcuni lo fanno semplicemente come hobby altri invece decidono di coltivare da soli ortaggi e verdure per ridurre il rischio di intossicazioni da pesticidi e fertilizzanti. Solo provvedendo noi stessi alla coltivazione delle verdure abbiamo infatti la certezza di mangiare prodotti a km 0 e soprattutto genuini come quelli che mangiavano i nostri nonni. Certo non è un' impresa semplice. Non ci si improvvisa piccoli coltivatori. Ma con tanta pazienza e qualche consiglio ci si può riuscire. Vediamo i 10 errori da evitare quando si inizia a coltivare un orto.

211

Sbagliare il tipo di terreno

La prima cosa a cui dobbiamo stare attenti è scegliere il terreno adatto per il nostro orto. Non è vero che ogni terreno è uguale. Alcuni sono più basofili altri acidofili. Alcuni sono sabbiosi altri grassi. Alcuni terreni sono più o meno ricchi di sostanze nutritive e microbiotiche necessarie per la crescita delle piantine. Quindi le caratteristiche del terreno influenzano la crescita di ortaggi e verdure diverse.

311

Sbagliare la posizione del terreno

Un secondo fattore da non sottovalutare è la posizione del terreno rispetto ai quattro punti cardinali. Sembra una sciocchezza invece è di fondamentale importanza. I terreni posizionati a nord prenderanno molto meno sole. Saranno molto più umidi rispetto a quelli posizionati a sud dove l'esposizione di luce sarà maggiore.

Continua la lettura
411

Sbagliare la preparazione del terreno

Per far si che le nostre piante crescano è necessario procedere prima alla preparazione del terreno. Questa fase è di fondamentale importanza e a volte richiede diverso tempo. Sono necessarie diverse stagioni in cui senza seminare nulla si provvede solo alla concimazione e all'aggiunta di nuovo terreno in modo da arricchirlo di sostanze nutritive.

511

Sbagliare la scelta degli ortaggi

Una volta preparato il terreno dobbiamo scegliere gli ortaggi o le verdure da seminare. Dobbiamo decidere tenendo conto sia delle caratteristiche del terreno sia della posizione di quest'ultimo. Se così non fosse rischieremmo di perdere tempo e denaro.

611

Sbagliare la distanza tra i semi

Una volta scelti i semi da piantare dobbiamo procedere alla semina. Sembra facile ma in realtà è un procedimento che nasconde diverse insidie. Per prima cosa dobbiamo stare molto attenti a come posizionare i semi. Non devono essere mai troppo vicini altrimenti le piantine si ruberanno luce e nutrimento tra loro. Inoltre è importante seminarli ad una giusta profondità che di regola è di circa 2-3 cm.

711

Sbagliare i periodi di semina

Altra cosa importante è la valutazione dei periodi di semina. Non possiamo pensare di seminare il pomodoro ad ottobre, non crescerebbe nulla. Ogni verdura od ortaggio ha il suo momento ideale per la semina. Esistono dei veri e propri calendari della semina che ci aiutano ad evitare questo errore.

811

Sbagliare l'irrigazione

Un altro errore comune è quello di sbagliare ad irrigare un orto. È fondamentale accertarsi sempre dell'idratazione del terreno. È semplice basta infilare un dito nella terra che già capiamo se è troppo asciutta o no. Naturalmente la quantità di acqua da usare dipende da diversi fattori come l'esposizione del terreno, la tipologia del terreno e la tipologia delle piante che stiamo coltivando. Usare troppa acqua può portare alla formazione di muffe e marciumi. Usarne troppo poca può determinare un indebolimento della pianta che risulterebbe più soggetta ad infezioni. Inoltre è importante anche la temperatura dell'acqua. Non dobbiamo usare, specie in estate, acqua troppo fredda ma sempre a temperatura ambiente altrimenti potremmo creare uno shock termico.

911

Sbagliare la concimazione

Anche la concimazione è un aspetto fondamentale affinché il nostro orto goda di buona salute. Sicuramente dobbiamo preferire dei concimi organici, il letame, a quelli inorganici quindi chimici. È importante anche la quantità di concime usato. Un'eccessiva concimazione può portare ad una alterazione dell'equilibrio nutrizionale del terreno e ad un indebolimento delle piante.

1011

Sbagliare la manutenzione degli strumenti

Anche questo aspetto non è da sottovalutare. La manutenzione degli attrezzi è di necessaria importanza. Sia perché in questo modo hanno una durata maggiore sia perché evitiamo la trasmissione di malattie. Ad esempio se non puliamo bene uno strumento con cui abbiamo lavorato su una pianta malata rischiamo di diffondere i batteri o i virus.

1111

Sbagliare a sottovalutare l'impegno

In ultimo, non per importanza, la sottovalutazione dell'impegno. Dedicarsi ad un orto richiede lavoro e sacrificio. Come abbiamo detto nell'introduzione non ci si improvvisa coltivatori. Bisogna seguire delle regole ben precise per ottenere i giusti frutti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
Giardinaggio

5 motivi per iniziare a coltivare un orto

Viviamo di fretta, senza mai avere un minuto per noi stessi. Andiamo al supermercato e compriamo quel che troviamo nel banco ortofrutta. L'unica cosa a cui badiamo, generalmente, è il prezzo. Magari scartiamo i pezzi dalla forma più irregolare. Non...
Giardinaggio

Come cominciare a coltivare l'orto

Coltivare l'orto è una pratica antica che dona piacere e profitti. Il piacere è quello della occuparsi della coltivazione e vedere man mano i propri sforzi ripagati dalla crescita delle piante. I profitti ovviamente sono nel non dovere acquistare verdure...
Giardinaggio

Come coltivare un orto rampicante sul balcone

In tempi di crisi cercare un po' di autonomia risulta, ogni giorno, sempre più uno stile di vita. La natura può fare per noi la differenza. Di fatti, sono i fattori scatenanti la crisi stessa a spingere sempre più persone a coltivare un orto rampicante...
Giardinaggio

Come coltivare un orto biodinamico

Se abbiamo un pezzettino di terra e decidiamo di coltivare degli ortaggi, possiamo realizzare un orto biodinamico che si basa sulla coltivazione solo di prodotti naturali; infatti, anche i concimi e i pesticidi sono di questa origine. A tale proposito...
Giardinaggio

10 errori da evitare quando si fa un orto urbano

L'orto urbano rappresenta una soluzione "green" davvero molto di moda. Sono infatti molte le persone che, pur abitando in contesti cittadini, desidera vivere nel verde e al tempo stesso beneficiare di tutte le bontà che la terra può offrire. Ecco quindi...
Giardinaggio

Come coltivare l'avocado nell'orto

Quante volte abbiamo mangiato un frutto esotico con gusto e ci siamo detti "magari potessimo averlo sempre a disposizione"? Beh questo non è un sogno irrealizzabile: con l'innalzamento delle temperature infatti oggi è possibile avere anche in Italia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.