10 piante da mettere in un giardino zen

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Sempre più di moda stanno diventando i giardini zen: chiunque abbia spazio ed ami la cultura orientale non potrà non farsi affascinare da un giardino zen. Sinonimo di pace e relax, non si tratta solo design e di stile, ma di una vera filosofia, dove ogni singolo elemento è ricco di significati simbolici e caratteristiche ben definite. Ma quali piante sono adatte da mettere in un giardino zen? Andiamo a scoprire insieme le 10 immancabili che renderanno il vostro giardino zen tutto da invidiare. Da piante alte a piccoli arbusti, da piante da fiore a piante a foglie sia perenne che caduche. Insomma, la scelta è ampia, ma alcune non possono proprio mancare.

212

Il Pinus pentaphylla

All'ingresso di un giardino Zen non posso mancare delle piante di tipo maschile, ossia con grandi chiome con cui creare una sorta di archetto sotto cui poter passare. Si predilige per tale scopo il Pinus pentaphylla, o in alternativa il Taxus. Il primo è formato da aghi di colore verde-azzurro, tronco robusto e rugoso, ed è in generale una pianta molto resistente anche alle basse temperature. Il Taxus ha invece foglie di colore tra il verde scuro e il giallo dalla forma dritta ed allungata. In generale, le piante di carattere maschile sono meno numerose in un giardino Zen, ma di dimensioni molto notevoli.

312

L'Azalea

Le piante a carattere femminile, invece, sono tendenzialmente più esili e di dimensioni contenute, tipiche delle piante da fiore. La prima pianta femminile essenziale in un giardino Zen è l’Azalea, detta anche Satzuki. Sarà bene scegliere delle specie con fiori delle tonalità non troppo accese, come il rosa, il rosso chiaro ed il bianco.

Continua la lettura
412

Il Ciliegio

Tipico albero da giardino Zen è il Ciliegio, facendo attenzione a scegliere degli esemplari dalle chiome non eccessivamente estese, in modo da non guastare l'armonia generale, dove le piante da fiore e da frutto definite femminili non devono essere di per sè prevalenti, come succede invece per le piante maschili, ma dovranno essere tutte bene integrate tra loro, senza eccessi.

512

Il Prunus mume

Altra pianta adatta al nostro giardino Zen è il Prunus mume, una pianta da frutto dalle dimensioni modeste, una via di mezzo tra un albero di albicocche ed uno di prugne. Fiorisce in primavera con dei fiori molto simili a quelli del ciliegio, e quindi sarà bene anche in questo caso scegliere le tonalità chiare, vista la fioritura molto ricca.

612

L'Acero

Pianta a foglia caduca, l'acero non potrà di certo mancare. Risulta molto amato, anche per la sua imponenza ed altezza, e perché la perdita delle sue foglie in autunno è davvero molto suggestiva. La regola vuole che in un giardino Zen le foglie dell'acero non debbano essere raccolte finché non sarà caduta fino all'ultima foglia. Vista la sua folta chioma e il suo tronco imponente, è necessario avere abbastanza spazio, specie per la sua abbondante caduta di foglie in autunno.

712

Il Gingko Biloba

Altro albero a foglia caduca, dalla forma a ventaglio e dal colore verde brillante è il Gingko Biloba. Tra i prediletti dei giardini Zen anche grazie alla sua rapidità di crescita ed alla sua adattabilità a vari tipi di terreno e di clima, sebbene preferisca climi soleggiati e terreni fertili.

812

Il Bambù

Tra le piante sempreverdi, invece, abbiamo il famosissimo Bambù. Noto a tutti per la sua caratteristica forma a canne allungate che posso raggiungere altezze considerevoli. È inoltre molto resistente e flessibile, e sebbene ami la luce solare, sarà bene non piantarlo il luoghi troppo esposti ai raggi solari ed evitargli correnti d'aria eccessive.

912

La Felce

La felce è una pianta tipicamente erbacea, di norma sempreverde. Le sue foglie sono caratteristiche per una forma allungata che può arrivare fino ad un metro di lunghezza di colore verde acceso e di tipo "pennato" o "bipennato". Sarà bene piantarla in luoghi freschi e luminosi e in terreni morbidi e ben idratati.

1012

L'Erica

L'Erica è un'altra pianta sempreverde ed è un tipico arbusto ornamentale che si presenta come un folto cespuglio. Le sue foglie sono piccole, di colore verde e dalla forma ad aghi. I suoi fiori sono molto caratteristici, per il loro colore bianco o rosa e la loro particolare forma. Anche l'Erica ama i terreni bene idratati e gli ambienti freschi e luminosi. Con la sua bellezza saprà ripagarvi di tutta la cura che ne avrete.

1112

Il Muschio

Se il vostro giardino Zen avrà abbastanza spazio da ospitare un laghetto o un piccolo ruscello, potrete optare anche per l'utilizzo del muschio. Questo, infatti, necessita di un ambiente particolarmente umido, di ombra e della presenza di sassi, di cui un giardino Zen non potrà comunque fare a meno. Saprà regalare un'atmosfera di purezza tipica delle zone pure ed incontaminate delle colline.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

7 modi per realizzare un giardino zen in casa

Se in casa abbiamo un angolo abbastanza ampio che intendiamo arredare in un modo originale ed esclusivo, possiamo approfittarne per dedicarci alla realizzazione di un vero e proprio giardino zen in miniatura. Questa tipologia di struttura facente parte...
Giardinaggio

Come creare un piccolo giardino zen

Al giorno d'oggi si vivono delle vite sempre più frenetiche. Tutto questo ci può provocare un notevole stress che spesso può sfociare in piccole problematiche fisiche le quali è meglio evitare. Ritagliarsi dei piccoli spazi di tempo da dedicare al...
Giardinaggio

Come scegliere le piante per un giardino giapponese

Il giardino giapponese riproduce un paesaggio ideale, astratto e stilizzato. Progettato per il piacere estetico, la contemplazione e la meditazione richiede cure e costanza. Nasce solitamente su rocce e sabbia bianca; sui terreni umidi o laghetti. Le...
Giardinaggio

Come realizzare un giardino con piante tropicali

Se amate i fiori ed avete un bel giardino grande, potete approfittarne per renderlo molto raffinato e inserendo nel contesto delle piante tropicali, il che significa arricchirlo anche con acqua e piccole cascate, ricalcando le orme della concezione Zen....
Giardinaggio

Come allestire un giardino con piante grasse

La bellezza suggestiva di un giardino curato e in fiore è sempre uno spettacolo capace di sbalordire. Romantici e delicati, i fiori rendono gli open space piacevoli da vivere in ogni periodo dell'anno. Per rendere però il nostro giardino davvero particolare...
Giardinaggio

10 piante da mettere in un giardino giapponese

Se si ama lo stile orientale, si può disporre un giardino giapponese. In tal caso occorrerà tanta passione per le piante ed uno spazio verde. Non è necessario che l'area disponibile sia molto grande. Infatti il giardino giapponese prevede tradizionalmente...
Giardinaggio

10 piante utilissime in giardino

Dedicarsi al giardino è un modo per avvicinarsi alla natura. Moltissime sono le piante da coltivare e ne esistono di utilissime. Alcune sono utili per creare un effetto ombra. Mentre, altre aiutano a proteggere altre piante dagli insetti e parassiti....
Giardinaggio

Come disporre le piante in giardino

Per rendere accogliente un giardino e ricreare un ambiente carino, rilassante e con un tocco di estetica in più, basta soltanto posizionare adeguatamente le piante, seguendo un certo criterio, ovvero scegliendole per altezza, larghezza e colori. A tale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.