5 consigli per coltivare i germogli sul balcone

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avete mai avuto voglia di coltivare le vostre piantine preferite ma non possedete un giardino dove dar sfogo al vostro pollice verde? Siete stanchi di vedere i vostri balconi vuoti e spenti? Bene! Non abbiate paura, perché attraverso 5 semplici consigli, potrete anche voi, coltivare i vostri amati germogli comodamente sul vostro balcone di casa senza particolari problemi di gestione, che un orto tradizionale comporterebbe. Non indugiate ulteriormente! Divertitevi insieme a noi alla scoperta del mondo del giardinaggio.

26

Utilizzate dei contenitori PET

Uno dei modi più eco-sostenibili di coltivare i propri germogli sul balcone, è certamente quello di utilizzare dei contenitori PET o della plastica riciclata. Quindi, invece di gettare via quelle vaschette di plastica dove vengono generalmente vendute frutta e verdura potreste utilizzarla, insieme anche a delle bottiglie longitudinali, per coltivare in maniera eco sostenibile i vostri germogli.

36

Innaffiate con continuità

Un altro dei modi più efficaci per coltivare al meglio i germogli nel balcone è quello di non dimenticarsi mai di innaffiarli con continuità. Ricordate quindi, dopo aver distribuito i semi nelle vaschette di innaffiarli quotidianamente, in modo tale da evitare l'essiccamento dei semi e favorire una continua idratazione.

Continua la lettura
46

Utilizzate un vaso in vetro

Un altro dei metodi che vi permetteranno di coltivare efficacemente i vostri germogli sul balcone è quello di utilizzare un vaso in vetro. Lavate quindi accuratamente i germogli e poneteli dentro un vaso in vetro senza dimenticare di aggiungere dell'acqua fresca. Ricordate inoltre di non chiudere ermeticamente il vaso, bensì di utilizzare una garza fissata con un elastico all'imboccatura del vaso. In questo modo conferirete ai vostri germogli la giusta quantità di ossigeno garantendo comunque un'adeguata copertura.

56

Fate attenzione ai ristagni

Un altro consiglio utile per coltivare le vostre amate piantine in balcone, è certamente quello di evitare il ristagnarsi dell'acqua nel sottovaso al fine di mantenere un ph stabile. Inoltre così facendo, eviterete anche il proliferare di fastidiosi insetti nocivi alle piante e a voi.

66

Lasciate i germogli alla luce

Infine non dimenticate che il miglior cibo per le vostre piantine è pur sempre una buona dose di luce solare: Scegliete la zona più esposta al sole e lasciateci i vostri germogli in modo tale che possano favorire della maggior quantità di sole possibile.
Ricordate inoltre che il più bel arredamento di un balcone sono sicuramente delle belle e sane piante in mostra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli in un barattolo

Un alimento decisamente ricco di proprietà nutritive sono i germogli. Essi non dovrebbero mancare assolutamente all'interno di una dieta sana e varia. La notizia ottima è il fatto che essi si possono facilmente coltivare in casa, con l'utilizzo di pochissimi...
Giardinaggio

Come fare germogli in casa

Con alcune indicazioni giuste e procedendo nel modo corretto, da oggi è possibile realizzare dei germogli in casa, come se ci si trovasse all'interno di un ampio giardino o di una modernissima serra. Questa operazione risulterà inoltre molto utile,...
Giardinaggio

Come ottenere nuove piante cactacee

Tra i vari passatempi il giardinaggio è uno tra quelli che richiede grandi dosi di responsabilità, passione e pazienza. Chi è appassionato di cura e crescita delle piante generalmente non si accontenta di avere un unico tipo di piante ma cerca di mettere...
Giardinaggio

Come Riprodurre La Mammillaria Dai Germogli

Il genere più conosciuto e diffuso della famiglia delle cactaceae è sicuramente quello della Mammillaria, con le sue 300 varietà di piante. Il nome Mammillaria è dovuto alla forma dei tubercoli, posti a spirale, che coprono l'intera pianta. Questo...
Giardinaggio

10 suggerimenti per una semina di successo

Praticare un lavoro difficoltoso come la semina, è sicuramente qualcosa di difficoltoso per chi non ha dimestichezza con la terra e con le piante presenti in natura. Se avete un pezzo di terreno o un grande terrazzo e volete dedicarvi ad una semina di...
Giardinaggio

Come coltivare il cavolo di Bruxelles

I cavoletti di Bruxelles sono i germogli ascellari dalla forma globulare di una varietà di Brassicacea che appartengono alla famiglia dei cavoli, ovvero alla parte edule della pianta: essi crescono alla base delle foglie principali e sono composte da...
Giardinaggio

10 ortaggi da coltivare in terrazzo

Il biologico è il settore alimentare che più si sta espandendo. Il mangiare sano e il vivere in forma sono ormai un vero e proprio stile di vita per certi versi irrinunciabile. Tuttavia spesso capita che i prodotti a carattere biologico siano salutari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.