5 consigli per coltivare il rosmarino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando si parla di spezie non può che venire in mente il rosmarino, ovvero una pianta sempreverde che regala estratti ideali per preparare molti piatti saporiti, come ad esempio l'agnello o altri tipi di carne alla griglia, il pollo arrosto oppure semplicemente una focaccia. Il rosmarino è facile da coltivare, e cresce bene in svariate condizioni climatiche sia nel terrapieno che nei contenitori. In riferimento a ciò, ecco una lista con 5 consigli su come coltivare il rosmarino.

27

Proteggere la pianta dal gelo

Il rosmarino seppur resiste bene al freddo teme tuttavia le gelate invernali, per cui in questi periodi dell'anno è importante proteggere l'impianto dal gelo, usando dei teloni di plastica trasparente. In alternativa la pianta si può riporre all'interno dell'abitazione, senza privarla però della luce solare giornaliera.

37

Evitare ristagni d'acqua

Un'altra caratteristica di queste piante è la fragilità dell'apparato radicale che se troppo bagnato tende a marcire, e per questo motivo bisogna evitare ristagni d'acqua specie quella delle innaffiature. In merito a ciò, il consiglio è di usare della torba sminuzzata da aggiungere al terriccio oppure cospargere la superficie del vaso contenitore con delle foglie secche.

Continua la lettura
47

Scegliere una zona soleggiata

Per veder prosperare al top una pianta di rosmarino, è importante durante la fase di coltivazione scegliere una zona soleggiata evitando però i raggi diretti. La penombra è quindi la soluzione ideale, per mantenere a lungo e rigoglioso lo sviluppo radicale della pianta. Le innaffiature devono inoltre essere regolari, e vanno effettuate alla sera almeno un'ora dopo il tramonto quando cioè il clima è meno caldo ed anche il terriccio è piuttosto raffreddato.

57

Utilizzare del terreno alcalino

Per quanto riguarda la scelta del terriccio adatto per coltivare correttamente una pianta di rosmarino, è importante usarne uno di tipo alcalino, quindi con un Ph tendenzialmente acido. Questa caratteristica è la migliore per ottimizzare il raccolto una volta che la pianta diventa adulta, quando cioè cresce fino ad oltre un metro e mezzo di altezza.

67

Usare dei vasi capienti

Proprio in riferimento allo sviluppo della pianta in altezza e in modo proporzionale anche di quello dell'apparato radicale, quando si sceglie di coltivare una pianta di rosmarino è fondamentale usare direttamente dei vasi molto capienti a livello di diametro. In questo modo si evita che le radici si possano strozzare, e nel contempo vista la distanza tra l'una e l'altra respirare al meglio, garantendo il top dal punto di vista del raccolto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

10 consigli per coltivare la begonia in balcone

La begonia è una bellissima pianta ornamentale da giardino. Produce infatti delle foglie e dei fiori davvero splendidi. I colori dei fiori di begonia sono diversi, secondo le varietà. Ma tutti bellissimi ed attraenti. In particolare si può scegliere...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come propagare il rosmarino

Nella cucina italiana, il rosmarino è un aroma molto utilizzato. Profumato e dagli effetti curativi, arricchisce di sapore patate, arrosti, carni in umido, anatra, coniglio, pasta e fagioli e quant'altro suggerisce la fantasia. L'arbusto spontaneo è...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare i peperoncini in casa

I peperoncini fanno parte di un genere di piante erbacee. Fioriscono in primavera e in estate e producono dei bellissimi fiorellini bianchi. Mentre, i frutti sono di forma e di colore diverso secondo la specie. Questi sono delle bacche che hanno una cava...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare il basilico in vaso

Il basilico è una pianta aromatica molto profumata che viene utilizzata in cucina per la preparazione e il completamento di molte ricette. Per cucinare un sugo, come ad esempio il basilico, o aromatizzare un piatto il basilico è l'erba aromatica ideale....
Giardinaggio

10 consigli per coltivare le peonie in balcone

Le Peonie, arbustive o erbacee, appartenenti alla famiglia delle si caratterizzano per il loro valore ornamentale. La varietà di peonia erbacea mantiene sempre al stessa altezza dato che si sviluppa in orizzontale mentre le peonie arbustive come gli...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare l'aloe in terrazzo

L'aloe è un tipo di pianta estremamente noto per i suoi svariati effetti benefici, riscontrabili attraverso l'utilizzo di creme e gel appositi. L'aloe è fonte di vitamina B, fornisce rimedi contro la stitichezza, è un ottimo antiossidante ed è molto...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare l'aloe

L'aloe è una delle piante grasse che contiene più benefici per l'uomo. Il gel realizzato con le sue foglie e con la sua linfa, è utilizzatissimo dagli estetisti e non solo. L'aloe ha infatti proprietà lenitive, idratanti e rinfrescanti. Tali caratteristiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.