5 consigli per coltivare un bosso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il bosso è una pianta sempreverde, che si adatta alla coltivazione in giardino e su vaso. E’ un arbusto molto resistente, che non necessita di particolare manutenzione. Presenta un fusto sinuoso ed una chioma fitta e gremita. Le sue foglie, a crescita lenta, sono piccole e lucide. I fiori, raccolti in gruppi, sono privi di corolla. Nei passi che seguono, vi daremo 5 validi consigli per coltivare correttamente il bosso. Seguendo i nostri semplici suggerimenti, otterrete una pianta sana e forte.

26

Scegliere un esposizione semi-ombreggiata

Il bosso, sia in vaso che in terra, teme l’eccesso di caldo. Uno dei consigli da seguire consiste nel prediligere un’esposizione in semiombra. In questo modo, permetterete l’adeguato sviluppo della pianta. Evitate di posizionare il bosso in un ambiente buio e freddo. Pur sopportando le basse temperature, infatti, la pianta soffrirebbe.

36

Prediligere un terreno drenante

Coltivare il bosso non richiede particolari premure. E’ una pianta che predilige un terreno sassoso. L’importante è che sia drenante. Uno dei consigli indispensabili per la buona salute del bosso consiste nell’utilizzare un terreno ghiaioso. Evitate un terriccio argilloso, perché trattiene eccessivamente l’umidità. Se decidete di coltivare il bosso in vaso, usate un recipiente di terracotta. Si tratta di un materiale aspirante, che permette l’evaporazione dell’acqua.

Continua la lettura
46

Concimare annualmente

Per coltivare in modo sano il bosso, dovete concimare il terreno una volta l’anno. Il periodo migliore per la concimazione è in autunno. Volendo, potete prorogarlo anche fino a fine inverno. L’importate è optare per un concime idoneo. La pianta, infatti, predilige un terreno acido. Tra i consigli per garantire il suo corretto nutrimento, vi suggeriamo l’uso di un fertilizzante organico per conifere.

56

Evitare il ristagno d’acqua

Pure essendo un arbusto particolarmente resistente, il bosso non sopporta i ristagni d’acqua. Uno dei consigli per coltivare adeguatamente il bosso consiste nel bagnare il terreno con parsimonia. Durante l’inverno, potete innaffiare una volta ogni due settimane. In estate, invece, passate ad un paio di irrigazioni a settimana. Ponete estrema attenzione a non lasciare l’acqua nel sottovaso, per evitare di imputridire le radici della pianta.

66

Potare il bosso due volte l’anno

Il bosso di presta all’arte topiaria. Grazie ad una potatura ben eseguita, infatti, si possono ottenere delle graziose forme ornamentali. Uno dei consigli da non sottovalutare è il giusto periodo di potatura. Per coltivare adeguatamente il bosso, vi suggeriamo di intervenire due volte l’anno. Effettuate il taglio dei rami ad inizio primavera e rifinite il tutto a fine inverno. In questo modo, riuscirete a sagomare la chioma del bosso, senza farlo soffrire.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare il bosso comune

Il bosso comune è una pianta che cresce spontaneamente in Europa, nel Nord dell'Africa e nel Caucaso. Fino a qualche anno fa si poteva ammirare soltanto ai margini delle aiuole e come pianta da bordura. Attualmente le cose sono decisamente cambiate;...
Giardinaggio

Come coltivare il bosso

Avere un giardino rigoglioso e pieno di piante è il sogno di moltissime persone, ma per far si che tutte le piante crescano nel migliore dei modi è bene imparare alcune basi per coltivare le nostre piante e farle crescere bene. Se siamo degli amanti...
Giardinaggio

Come proteggere il bosso in inverno

Durante la stagione invernale le piante, specialmente quelle di tipo legnose, subiscono gravi danni, e tra queste la più vulnerabile è il bosso. Quest'ultimo è un arbusto sempreverde che si sviluppa nelle zone sud-occidentali dell'Europa, utilizzata...
Giardinaggio

Come potare il bosso

Il bosso è un arbusto dalle foglie lucenti che cresce su diversi tipi di terreno senza risentire degli sbalzi termici dell'alternanza delle stagioni: cresce rigoglioso e può raggiungere un'altezza di tre metri. Tuttavia, se non viene periodicamente...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Buxus Sempervirens

Il Buxus sempervirens, noto anche Bosso comune, è un arbusto sempreverde di facile coltivazione, che con il tempo può raggiungere le dimensioni di un piccolo albero, con un'altezza di 5-6 metri e un diametro di circa 2 metri. Leggendo questa guida,...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare la begonia in balcone

La begonia è una bellissima pianta ornamentale da giardino. Produce infatti delle foglie e dei fiori davvero splendidi. I colori dei fiori di begonia sono diversi, secondo le varietà. Ma tutti bellissimi ed attraenti. In particolare si può scegliere...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare le erbe aromatiche

Chi non ama il profumo di basilico che arieggia per casa? Quel profumo così intenso che ti ricorda l'estate, e la mamma indaffarata ai fornelli. Basilico, Timo, Coriandolo, Maggiorana e Menta, sono tutte piante aromatiche che possiamo coltivare facilmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.