5 cose da fare quando si inizia a coltivare un orto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Coltivare l'orto rappresenta una passione molto diffusa, praticata da tante persone che da tempo preferiscono alimentarsi di cibi genuini e di provenienza completamente biologica. È anche un'attività che dona tante soddisfazioni. Riuscire a far crescere bene una pianta, è motivo di grande orgoglio per gli agricoltori e, in particolar modo, per chi si appresta ad abbracciare il mondo dell'agricoltura. Ci sono però dei particolari ai quali prestare attenzione e i novizi, al loro primo approccio, spesso non ne tengono conto. Questa guida è dedicata proprio a loro e spiegherà le 5 cose da fare quando si inizia a coltivare un orto, tramite l'utilizzo di passi semplici, ma comunque efficaci.

26

Assicurasi di avere uno spazio adatto

La crescita delle nostre coltivazioni è influenzata da diversi fattori: sole, umidità e la tipologia di terreno. A queste condizioni è da affiancare lo spazio. Bisogna assicurarsi di possedere un terreno di almeno una ventina di metri quadrati se si vuole produrre qualcosa di veramente interessante. Anche il tempo di luce è importante, bisogna ricordarsi che gli ortaggi crescono meglio se il sole riempie quasi totalmente le loro giornate.

36

Assicurarsi della fertilità del terreno

Rendere il terreno fertile è uno dei primi passi per raggiungere il successo. Se il terreno è carente di sostanze nutritive sarà necessario utilizzare dei fertilizzanti o specifici concimi. Un terreno dal colore brunastro è indicativo di fertilità e, più nello specifico, dell'"humus". Un terreno con poco humus tende pian piano a divenire sterile.

Continua la lettura
46

Curare l'irrigazione

Prima regola d'oro per far sì che le nostre coltivazioni abbiano vita facile: irrigare quotidianamente il terreno! Sarebbe consigliabile innaffiare l'orto alle prime ore del mattino o verso il tramonto. Munirsi di una pompa, o meglio, di un adeguato sistema di irrigazione risolverà sicuramente tutti i vostri problemi a riguardo.

56

Pianificare la rotazione delle colture

Per ottenere un equilibrio biologico naturale sarà necessario alternare colture diverse di anno in anno. La rotazione renderà vitale e produttivo il terreno del vostro orto! Alcune piante inoltre, se coltivate vicine, favoriscono uno sviluppo reciproco, difendendosi a vicenda dai parassiti. L'agricoltura sinergica sfrutta proprio questi principi e non è assolutamente da sottovalutare.

66

Liberare il terreno da piante infestanti e altro

Le piante infestanti possono nuocere gravemente alle vostre colture. Ricordatevi, di tanto in tanto, di estirpare le radici di queste ultime poiché riescono a penetrare profondamente nel terreno. Inoltre, è importante tenere l'orto sgombro da possibili sassi e corpi estranei che possono, in qualche modo, invalidare il vostro lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

5 motivi per iniziare a coltivare un orto

Viviamo di fretta, senza mai avere un minuto per noi stessi. Andiamo al supermercato e compriamo quel che troviamo nel banco ortofrutta. L'unica cosa a cui badiamo, generalmente, è il prezzo. Magari scartiamo i pezzi dalla forma più irregolare. Non...
Giardinaggio

Come cominciare a coltivare l'orto

Coltivare l'orto è una pratica antica che dona piacere e profitti. Il piacere è quello della occuparsi della coltivazione e vedere man mano i propri sforzi ripagati dalla crescita delle piante. I profitti ovviamente sono nel non dovere acquistare verdure...
Giardinaggio

Come coltivare un orto rampicante sul balcone

In tempi di crisi cercare un po' di autonomia risulta, ogni giorno, sempre più uno stile di vita. La natura può fare per noi la differenza. Di fatti, sono i fattori scatenanti la crisi stessa a spingere sempre più persone a coltivare un orto rampicante...
Giardinaggio

Come coltivare un orto biodinamico

Se abbiamo un pezzettino di terra e decidiamo di coltivare degli ortaggi, possiamo realizzare un orto biodinamico che si basa sulla coltivazione solo di prodotti naturali; infatti, anche i concimi e i pesticidi sono di questa origine. A tale proposito...
Giardinaggio

Come coltivare l'avocado nell'orto

Quante volte abbiamo mangiato un frutto esotico con gusto e ci siamo detti "magari potessimo averlo sempre a disposizione"? Beh questo non è un sogno irrealizzabile: con l'innalzamento delle temperature infatti oggi è possibile avere anche in Italia...
Giardinaggio

10 buoni motivi per coltivare un orto con i bambini

Una bella idea per stare a contatto con la natura e magari ricavando pure qualche buon ortaggio o frutto, è quella di avere la possibilità di coltivare un orticello anche con i bambini. Potremo coinvolgerli nei lavoretti da svolgere oppure semplicemente...
Giardinaggio

Come coltivare le melanzane nell'orto

Se ci piace il giardinaggio e vogliamo essere certi che i prodotti che consumiamo siano privi di sostanze inquinanti e cancerogene come i pesticidi, allora potremo pensare di coltivare noi stessi degli ortaggi. Per fare ciò dovremo necessariamente essere...
Giardinaggio

Come coltivare funghi nell'orto

I funghi, sono scientificamente delle piante, che quasi tutti amano mangiare: ci sono tantissime varietà, cambia il loro nome, la dimensione, la forma, il colore, il sapore e così via. Tuttavia, esistono anche delle specie velenose che è possibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.