5 errori da evitare nella coltivazione del pomodoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La coltivazione dei pomodori è un llavoro relativamente semplice. Si tratta di una pianta annuale i cui frutti sono fondamentali in vari tipi di cucina. Fortunatamente si tratta di una pianta che si adatta a vari climi, temperature e tipi di terreno. Anche se non è difficilissimo coltivare e raccogliere i pomodori bisogna osservare quanto facile possa essere il cadere in alcuni errori. Vediamo quali sono i 5 più comuni da evitare.

26

Come minimo, i pomodori hanno bisogno di godere dalle 6 alle 7 ore giornaliere di luce solare diretta per la corretta crescita. Più è la luce del sole, più sane saranno le piante; se verranno esposte all'ombra per lunghi periodi, saranno più inclini a malattie e parassiti. Quindi, bisogna trovare il posto giusto dove coltivarle. Se non si dispone di un terreno ben soleggiato, la soluzione ideale sarebbe utilizzare dei contenitori, tenendo però presente che i pomodori si sviluppano in profondità. Di conseguenza, i contenitori dovranno essere alti oltre che larghi.

36

La pianta predilige terreni profondi e ben lavorati, ma fortunatamente resiste bene a un po' tutti i tipi di terreni, da quelli molto acidi a quelli quasi del tutto privi di acidità. Il fatto però che sappia adattarsi non vuol dire che bisogni approfittarne, per una resa migliore del raccolto l'ideale sarebbe ricreare tutto ciò che la pianta predilige.

Continua la lettura
46

La semina non deve avvenire per forza direttamente in un campo, le piantine possono essere seminate anche in recipienti più piccoli, per essere poi travasate circa due settimane dopo nel terreno definitivo. Per effettuare il trapianto, è necessario che le piantine si siano sviluppate in maniera abbastanza ragionevole e bisogna sistemarle a debita distanza l'una dall'altra.

56

È importante concimare il terreno una prima volta ancor prima di seminare le piantine, e rifarlo numerose volte durante la fase di copertura. Non basta però un qualsiasi concime, è importante che il concime scelto sia ricco di fosforo e potassio. Per quanto riguarda l'innaffiatura deve essere regolare, in particolar modo durante la fioritura, stando però bene attenti a non bagnare le foglie onde evitare di far marcire tutta la pianta.

66

La raccolta avviene, di solito, tra luglio e settembre, rigorosamente a mano e nelle ore più fresche. Nella fase del raccorto i due errori più comuni possono essere evitati con piccoli accorgimenti. Innanzitutto è fondamentale stare bene attenti a non rompere o calpestare i frutti durante il raccolto, che deve avvenire quando il frutto è quasi completamente rosso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Errori da evitare nella coltivazione dell'orto

Molte persone che vogliono entrare nel campo della coltivazione dell'orto, tendono a fare errori che spesso vengono sottovalutati per mancanza di tempo o per fare meno lavoro perché non si ha voglia. A dispetto di tutti i libri di giardinaggio o corsi...
Giardinaggio

Pomodori neri: proprietà e coltivazione

I pomodori neri sono delle particolari varietà di pomodori molto famosi nel mondo, anche per le sue proprietà anti-tumorali. Inoltre non hanno niente a che vedere con gli OGM, ma sono delle varietà sanissime, che apportano tanti benefici per la nostra...
Giardinaggio

Come funziona la coltivazione idroponica

Quella idroponica è la coltivazione di piante senza suolo. La caratteristica fondamentale della coltura idroponica è che il suolo non è necessario. Il vantaggio è che le piante possono essere coltivate in aree dove c'è poco spazio per l'agricoltura,...
Giardinaggio

Achillea: coltivazione e proprietà

L'achillea è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Asteraceae. La pianta dal sapore aromatico e poco edulcorato gode di molteplici proprietà ed è ideale per la coltivazione domestica. In questa lista vi sarà illustrato tutto quello...
Giardinaggio

Coltivazione dell'aloe vera

L’Aloe Vera è una pianta grassa, benefica e succulenta, della famiglia delle Aloeacee; dalle molteplici qualità, nasce sui terreni calcarei e secchi. Si può tranquillamente procedere alla sua coltivazione, in vasi e in serre, preferendo un clima...
Giardinaggio

Camomilla: coltivazione in vaso

Sempre più italiani adorano decorare il loro terrazzo con delle erbe aromatiche, grazie alla facilità di coltivazione e all'opportunità di utilizzarle in cucina o come soluzioni naturali. Generalmente le erbe aromatiche si adattano bene alle diverse...
Giardinaggio

Come avviare una coltivazione di zafferano

La crisi economica degli ultimi anni ci sta insegnando che bisogna optare per un ritorno alla terra. Il settore agricolo è quello che attualmente cresce di più; ciò suscita l'attenzione di chi ha lasciato l'agricoltura o di chi pensa di avvicinarcisi...
Giardinaggio

Bambù: consigli per la coltivazione

Il bambù (o bamboo) è una pianta tropicale molto particolare. È infatti diffusissima nelle zone calde, tanto da creare delle vere e proprie foreste. In Italia la sua diffusione è molto recente, ma sono in tanti che amano avere delle piante di bambù...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.