5 modi per simulare lo stucco veneziano

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Lo stucco veneziano è una particolare tecnica di decorazione che permette di abbellire ed arricchire le pareti di un ambiente. Questa tecnica pittorica proviene dal Medio Oriente ed è stata adottata prevalentemente a Venezia dove sussiste il problema dell'umidità. La tecnica originale, infatti, consiste nello stendere diverse mani di stucco su una parete ben levigata e di fissare il tutto con una passata di cera d'api, cosa che protegge le mura da muffe e macchie d'umidità. L'effetto è quello di una parete che sembra contenere al suo interno fantasie e sfumature tridimensionali racchiuse in una lastra liscia e lucida, un po' come il marmo. Se questo stile ti piace molto, eccoti ben 5 modi per simulare e rendere del tutto originale il tuo stucco veneziano.

27

Usa più colori

Solitamente lo stucco veneziano è monocromatico. Su una parte grigia, infatti, vengono create sfumature grigie, magari semplicemente un po' più chiare. Se desideri ottenere un effetto più moderno mantenendo sempre la tridimensionalità dello stile, utilizza stucchi di vario colore. Naturalmente, non combinare troppi colori diversi tra loro, altrimenti la parete perderà il suo charme.

37

Usa diverse spatole

Lo stucco veneziano viene solitamente steso con una spatola piccola e a punta. Per simulare lo stucco veneziano senza mantenere l'effetto autorevole di questo stile, utilizza spatole di diverse dimensioni e forme in modo dal rendere la parete leggermente più moderna e fantasiosa.

Continua la lettura
47

Usa un andamento diagonale

Se desideri avere una parte in stucco veneziano ma con un impronta più naturale possibile, utilizza un andamento diagonale. Nello stendere i vari strati di stucco, segui la diagonale maggiore della parete e muoviti sempre nella stessa direzione. In questo modo, la tua parte sembrerà essere completamente di marmo.

57

Usa un rullo con disegni

Se desideri simulare l'effetto tridimensionale dato dallo stucco veneziano ma vuoi decorare con un disegno ben preciso la tua parete, utilizza un rullo con disegni. Ti basterà, infatti, passare il rullo su tutta la parete già precedentemente dipinta e levigata. Per completare il tutto, ricopri il muro con molta cera. Con questa tecnica, la parete apparirà tridimensionale ma avrà un carattere tutto suo.

67

Usa una spugna

Per simulare l'effetto stucco veneziano, puoi utilizzare una spugna per posare la vernice colorata sulla parete al posto della spatola. Il risultato finale sarà molto più rilassante per la vista. Non dimenticare che hai sempre la possibilità di utilizzare più spugne di diverse dimensioni sulla medesima parete.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come rimuovere lo stucco veneziano dalle pareti

Lo stucco veneziano, conosciuto in alcuni casi come "spatolato", è una particolare e pregiata tecnica di pitturazione murale che ha come effetto finale quello di ricreare un muro simile ad una parete di marmo liscia e lucente. Grazie alla possibilità...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere lo stucco per mobili

Qualora i vostri mobili avessero i segni classici prodotti dai tarli, oppure il vostro gatto avesse graffiato il vostro armadio, allora dovrete correre ai ripari, utilizzando dello stucco per mobili, al fine di sistemare i danni prodotti. La procedura...
Materiali e Attrezzi

Come preparare lo stucco in polvere

Di tanto in tanto capita di dover eseguire dei lavoretti di manutenzione all'interno della propria abitazione, come stuccare dei buchi nel muro, o qualcos'altro del genere. Se dovete restaurare pareti interne o esterne, mobili in legno, o del ferro potrete...
Materiali e Attrezzi

Come addensare lo stucco

Lo stucco è un impasto a base prevalentemente di gesso, ma anche di calce e cemento. In molti stucchi attualmente in commercio oltre al gesso però sono aggiunti vari altri composti chimici (che si differenziano a seconda dell'uso che se ne dovrà fare)...
Materiali e Attrezzi

Come applicare lo stucco sintetico

Anche se la maggior parte delle persone ha molta più familiarità con il normale stucco a base di cemento, quello sintetico è in circolazione dagli anni '50. Si tratta di un composto creato per isolare la superficie dove esso viene applicato, anche...
Materiali e Attrezzi

Come usare mastice da vetri o stucco

Il mastice da vetri chiamato anche stucco, è una sorta di collante molto forte che può essere usato per vetri, finestre o anche parabrezza. Ha molte caratteristiche comuni con i collanti comuni, sia per la composizione chimica, che per la funzione che...
Materiali e Attrezzi

5 errori da evitare nell'utilizzo dello stucco

Se l'estetica delle pareti è compromessa da crepe e fessure e volete provvedere voi stessi alla sua riparazione e verniciatura il prodotto di cui non potrete fare a meno è sicuramente lo stucco. Ampiamente utilizzato nell'edilizia per coprire fessure,...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare uno stucco fatto in casa

Fare dei lavoretti nella propria casa a volte è un piacere, ed altre volte una necessità. Aggiustare un tubo rotto, riverniciare un cancello, ridipingere un muro e tante altre piccole operazioni simili, possono essere un ottimo passatempo oltre che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.