Ago doppio: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'ago doppio, o ago gemello, è un tipo di ago per la macchina da cucire per eseguire due cuciture perfettamente parallele. In questo modo non dovremo impazzire per seguire la prima cucitura quando andremo a fare la seconda.
L'ago doppio, infatti, è formato da due aghi paralleli posti a breve distanza e uniti nella parte alta, che va inserita nella macchina da scrivere.
Ecco 5 cose che occorre necessariamente sapere per poter utilizzare l'ago doppio.

26

La scelta dell'ago doppio

Prima di vedere come sistemare e utilizzare l'ago doppio, dobbiamo sapere che non esiste una misura standard per l'ago doppio. La tipologia di ago doppio cambia sia in base allo spessore dell'ago, sia in base alla distanza tra i due aghi. Possiamo quindi scegliere le diverse misure in base alle nostre esigenza.

36

Il filo per l'ago doppio

Se dobbiamo cucire parallelamente e contemporaneamente con i due aghi dell'ago doppio, abbiamo necessariamente bisogno di due fili. Se vogliamo avere due cuciture esattamente uguali dobbiamo prendere due spolette con lo stesso filo. In mancanza di due spagnolette uguali possiamo avvolgere il filo in una spolina.
Sistemiamo poi le spolette (o la spoletta e la spolina): la prima va nel portaspolette normale, la seconda in quella di supporto. Se non riuscite a trovare il portaspolette di supporto occorre controllare nel libretto di istruzioni.
Infiliamo i fili nello stesso percorso. Solo alla fine i due fili vanno separati ed infilati ognuno nella punta di un ago diverso.

Continua la lettura
46

La preparazione del tessuto

Prima di passare alla cucitura vera e propria con l'ago doppio, bisogna assicurarsi di aver stirato bene il tessuto. È bene sapere, infatti, che se il tessuto presenta delle pieghe la cucitura non sarà perfettamente parallela. Quando poi andremo a stirare il nostro tessuto potremmo avere la spiacevole sorpresa di vedere come le due cuciture non scorrono parallele vanificando l'uso dell'ago doppio.

56

La larghezza dell'ago doppio

L'ago doppio è perfetto per le cuciture decorative, soprattutto se utilizziamo fili di colore diverso. Tuttavia è importante sapere una cosa: l'ago doppio è più largo di quello singolo.
Prima di effettuare la cucitura dobbiamo verificare che durante il movimento per la decorazione l'ago doppio non sbatta sul piedino. Potete semplicemente mimare il percorso dell'ago doppio e verificare che sia spazio a sufficienza.

66

La cucitura elastica

Un'altra caratteristica dell'ago doppio è la facilità di eseguire cuciture elastiche. Addirittura possiamo utilizzare un ago solo perché la resa è davvero soddisfacente.
Possiamo quindi eseguire cuciture doppie su tessuti molto elasticizzati. Anche quando il capo verrà allungato, gli orli paralleli fatti con l'ago doppio non daranno alcun problema.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un bavaglino con ricamo a punto croce

Il punto croce è una particolarissima tecnica di ricamo che permette di realizzare bellissimi disegni su una tela utilizzando un ago ed un apposito filo di cotone. Se siamo degli amanti di questa tecnica ma non abbiamo mai avuto modo di impararla, non...
Cucito

Come utilizzare l'ago doppio con la macchina da cucire

Utilizzare la macchina da cucire non è un'operazione complessa. Permette di realizzare molteplici lavori in un tempo particolarmente ridotto rispetto agli interventi fatti a mano con ago e filo. Potete creare degli orli o abbellire dei capi con delle...
Cucito

Come realizzare un porta aghi

Gli aghi e gli spilli, per il cucito o il ricamo, sono degli strumenti fondamentali. Ma la loro così ridotta dimensione li rende poco maneggevoli, al momento di tenerli in ordine. È probabilmente questa la ragione per la quale spesso si ritrovano disseminati...
Cucito

Come scegliere gli aghi per cucire

Cucire è un'arte oltre che un piacevole hobby. Spesso è necessario accorciare un pantalone, restringere una gonna o una camicetta. Alcuni capi, richiedono piccole riparazioni come una toppa, ad esempio. In questi casi, potrai rivolgerti a personale...
Giardinaggio

Come essiccare gli aghi di pino

La natura ci regala tantissimi prodotti e soprattutto semi e foglie da poter essiccare, per poi utilizzarli per preparare gustose e benefiche bevande e tisane, oltre che per alcune decorazioni per la casa come ad esempio cestini e corone ornamentali....
Casa

Come infeltrire la lana con gli aghi

Per infeltrire la lana si può procedere con acqua e sapone oppure con gli aghi. Quest'ultima tecnica è molto più semplice e meno ostica della prima. Non implica lo scolorimento della lana ed altri piccoli fastidi. Si potranno realizzare tanti simpatici...
Giardinaggio

Come pacciamare il giardino con gli aghi di pino

Ogni terreno si deve, sempre saper mantenere, concimandolo perfettamente e proteggendolo dall'erosione e dai vari fenomeni atmosferici che, sicuramente provocano una crosta nella sua superficie e la crescita di erbacce che si potrebbero evitare se si...
Bricolage

Come calamitare piccoli oggetti di metallo come aghi e ditali

Quante volte, mentre cucite o sferruzzate, vi è capitato di perdere aghi e ditali? Questi oggetti, essendo molto piccoli, hanno la capacità di infilarsi nei posti più impensabili. Il ditale spesso rotola finendo dietro mobili e cassettiere mentre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.