Agrifoglio: consigli di coltivazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'agrifoglio è un arbusto sempreverde di ridotte dimensioni che acquista una maggior popolarità durante il periodo natalizio. Considerate le misure ed il fatto che non teme nè il clima rigido invernale nè quello afoso estivo, questa pianta può essere coltivata sia in giardino che in vaso, a patto che vi sia un'ottima illuminazione. Solo gli esemplari di sesso femminile producono bacche e, queste ultime, si presentano in un numero consistente di colorazioni che vanno dal classico rosso al rosa-viola (tipico della Pernezia Mucronata), al giallognolo (è il caso della Liex Verticillata). Vi sono alcune zone d'Italia in cui è facile reperire l'agrifoglio ma attenzione: trattandosi di piante protette, possono essere acquistate nei vivai ma non raccolte in modo diretto dai cespugli naturali. Spesso accade che chi si cimenta nella coltivazione di agrifoglio non riesca ad ottenere validi risultati, non veda mai spuntare le bacche o altro. In questa guida scopriremo i migliori consigli di coltivazione ed i trucchi necessari per una corretta cura della pianta.

26

Occorrente

  • terreno acido
  • concime organico per il periodo autunnale
  • concime a base di potassio ed azoto per il periodo primaverile
36

Acquistare la pianta, interrarla in autunno e concimarla

Se possedete un giardino, potete sbizzarrirvi a creare delle siepi di agrifoglio che sopportano bene le condizioni climatiche avverse formando una fitta vegetazione. In autunno acquistate una pianta del genere da voi preferito e, aiutandovi con una zappa, create nel terreno un foro profondo tra i 17 ed i 20 cm circa. Il diametro di quest'ultimo, invece, deve essere leggermente più ampio rispetto a quello del vaso in cui essa è contenuta. Liberate la pianta dal contenitore, posizionate le sue radici nel foro da voi praticato e ricopritele con la terra. Spargete quindi ai piedi della pianta del concime organico ed interratelo leggermente. In primavera potrete nuovamente concimare con prodotti a base di potassio ed azoto poiché questi favoriranno lo sviluppo di foglie e fiori. Una volta adulto, l'agrifoglio necessiterà di pochissime cure ed anche le annaffiature si ridurranno a due volte al mese.

46

Coltivare entrambi i genitori e potare prima della della fioritura

Nel caso dell'agrifoglio possiamo riconoscere esemplari di sesso femminile ed esemplari di sesso maschile. Soltanto le femmine producono le scenografiche bacche ma, affinché ciò possa avvenire, è necessario coltivare anche l'esemplare maschio. Unica eccezione a questa regola è rappresentata dal vivere in un contesto naturalmente ricco di entrambi i generi: in questa circostanza, infatti, le api riusciranno ad impollinare senza difficoltà la vostra pianta. Di fondamentale importanza è potare la pianta solo prima della fioritura e mai dopo. La disobbedienza a questa regola porterebbe alla rimozione dei fiori e, conseguentemente, delle bacche.

Continua la lettura
56

Rinvasare con terriccio, torba e sabbia

Per coltivare in casa l'agrifoglio ci dobbiamo procurare dei vasi di terracotta o plastica particolarmente capienti. Questa pianta teme infatti il rinvaso a causa della fragilità della rete radicolare e pertanto non si può compiere la stessa sequenza di azioni più e più volte durante l'anno. Solitamente l'agrifoglio non ha grosse pretese, predilige l'acqua piovana, i terreni ben drenati che di riverbero assicurano il giusto colorito alle foglie oltre che il loro naturale lento ricambio. Nella coltivazione in vaso, però, vanno presi alcuni accorgimenti: assieme al terriccio, infatti, all'interno del contenitore dovete mescolare della torba e della sabbia. Finché la pianta non raggiunge la maturità, poi, le irrigazioni devono essere eseguite con costanza, inumidendo il terriccio più volte al giorno ma con piccole quantità di liquido.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Spesso l'agrifoglio viene aggredito dalla cocciniglia. Se la pianta è piccola, l'infestazione può essere allontanata passando sulle aree infestate del cotone inumidito con alcool. Se la pianta è grande, invece, è preferibile l'uso del piretro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come piantare un cespuglio di agrifoglio

L'agrifoglio, il tradizionale ramoscello portafortuna che viene da sempre considerato ricco di magia e visto come simbolo di fertilità, è un allegro elemento decorativo ampiamente usato per creare bellissime decorazioni e addobbi di Natale. Nella guida...
Giardinaggio

Come curare e mantenere sano un agrifoglio

L'agrifoglio è una pianta che generalmente viene utilizzata per decorare le strade e le case soprattutto nel periodo natalizio. Solitamente, si usa regalarlo ai propri cari se qualcuno ha in particolare un interesse per le piante e quindi ha il pollice...
Giardinaggio

Bambù: consigli per la coltivazione

Il bambù (o bamboo) è una pianta tropicale molto particolare. È infatti diffusissima nelle zone calde, tanto da creare delle vere e proprie foreste. In Italia la sua diffusione è molto recente, ma sono in tanti che amano avere delle piante di bambù...
Giardinaggio

Consigli per la coltivazione dei tenerumi

Forse non tutti sanno che da un tipo particolare di zucchine aventi un aspetto filiforme, si utilizzano anche le foglie per scopi culinari; infatti, questa specie appartenente anch'essa alla famiglia delle Cucurbitaceae è molto diffusa in Sicilia, ed...
Giardinaggio

5 consigli sulla coltivazione della peonia

Le peonie sono piante perenni che, però, fioriscono solamente una volta l'anno. I fiori di peonia sono tanto decorativi quanto delicati e, per questo motivo, hanno bisogno di maggiori cure rispetto alle comuni piante da appartamento. Esistono migliaia...
Giardinaggio

5 consigli sulla coltivazione del ranuncolo

Il ranuncolo è un fiore di origine asiatica, inodore e simile ad una rosellina. Può essere giallo, arancione, rosa e di altri colori ancora. Ne esistono oltre 400 varietà diverse. È una pianta bella ma molto delicata, esigente in fatto di terreno...
Giardinaggio

Coltivazione dell'aloe vera

L’Aloe Vera è una pianta grassa, benefica e succulenta, della famiglia delle Aloeacee; dalle molteplici qualità, nasce sui terreni calcarei e secchi. Si può tranquillamente procedere alla sua coltivazione, in vasi e in serre, preferendo un clima...
Giardinaggio

Come funziona la coltivazione idroponica

Quella idroponica è la coltivazione di piante senza suolo. La caratteristica fondamentale della coltura idroponica è che il suolo non è necessario. Il vantaggio è che le piante possono essere coltivate in aree dove c'è poco spazio per l'agricoltura,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.