Bambù: consigli per la coltivazione

Tramite: O2O 23/10/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il bambù (o bamboo) è una pianta tropicale molto particolare. È infatti diffusissima nelle zone calde, tanto da creare delle vere e proprie foreste. In Italia la sua diffusione è molto recente, ma sono in tanti che amano avere delle piante di bambù nel giardino. Inoltre i germogli di bambù sono commestibili e possono tranquillamente essere consumati (contengono anche molte fibre). La coltivazione del bambù è molto semplice e deve essere tenuta sotto controllo. Il bambù è infatti una pianta infestante e può creare dei danni molto seri in una coltivazione estesa. Questa guida riguarda appunto il mondo delle piante di bambù: consigli per la coltivazione.

27

Scegliere il Bambù adatto al clima

Pochi sanno che esistono diverse varietà di bambù. Ognuna di queste cresce con un clima diverso. Il bambù è una pianta prettamente tropicale, quindi l'ideale è piantarla in zone calde e umide. Ma ci sono alcune varietà che riescono anche a resistere a climi più rigidi. Dunque se volete che la vostra coltivazione di bambù sia florida, scegliete la tipologia di pianta adatta al vostro clima.

37

Preparare il terreno

La coltivazione del bambù ha inizio in un terreno che contiene la giusta quantità di sostanze nutritive per la pianta. Il miglior terreno per il bambù è il terriccio, meglio se ben trattato prima della semina. Dunque prima di piantare il bambù, arricchite il terreno con del compost, per un periodo di qualche mese. Potete anche utilizzare un terreno argilloso, misto ad un po' di sabbia.

Continua la lettura
47

Creare il giusto habitat

Il bambù non è affatto una pianta delicata, ma riesce a diffondersi in modo rapido. Nonostante questo ha delle radici in superficie, quindi occorre creare il giusto habitat. Se infatti le piante sono troppo esposte al vento, potrebbero spezzarsi o peggio volare via. Realizzate dunque una zona protetta, anche perché in questo modo potrete evitare la diffusione incontrollata.

57

Seminare nel giusto periodo

Il bambù cresce velocemente se il clima è favorevole. Dunque il periodo ideale per seminare il bambù è la primavera. Prestate attenzione alle temperature: se fa ancora molto freddo aspettate che le giornate comincino a scaldarsi. Allo stesso tempo non aspettate troppo, dato che una temperatura molto alta impedisce la giusta crescita.

67

Curare le piante

I bambù hanno bisogno di acqua. Questo è un passaggio fondamentale se non volete rischiare che secchi. Sia i semi che le piantine appena nate hanno bisogno di una irrigazione giornaliera, senza esagerare. Le radici devono bagnarsi ma non essere costantemente immerse nell'acqua. Una volta che le piante hanno raggiunto una dimensione media, potete innaffiarle più raramente, anche una volta ogni due settimane.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come piantare le canne di bambù

Le piante di Bambù appartengono alla famiglia delle Poaceae (Graminaceae). Sono originarie dell'Estremo Oriente e furono introdotte in Europa solo nell'Ottocento. La loro principale particolarità è quella di essere una pianta sempreverde, dalla struttura...
Giardinaggio

Come coltivare il bambù nel proprio giardino

Il bambù è una pianta originaria delle zone tropicali e sub-tropicali, soprattutto dell'estremo oriente. Se ne conoscono molteplici specie; è proprio per questo che la sua altezza può variare da pochi centimetri, fino ad arrivare ad altezze imponenti....
Giardinaggio

Come funziona la coltivazione idroponica

Quella idroponica è la coltivazione di piante senza suolo. La caratteristica fondamentale della coltura idroponica è che il suolo non è necessario. Il vantaggio è che le piante possono essere coltivate in aree dove c'è poco spazio per l'agricoltura,...
Giardinaggio

Achillea: coltivazione e proprietà

L'achillea è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Asteraceae. La pianta dal sapore aromatico e poco edulcorato gode di molteplici proprietà ed è ideale per la coltivazione domestica. In questa lista vi sarà illustrato tutto quello...
Giardinaggio

Camomilla: coltivazione in vaso

Sempre più italiani adorano decorare il loro terrazzo con delle erbe aromatiche, grazie alla facilità di coltivazione e all'opportunità di utilizzarle in cucina o come soluzioni naturali. Generalmente le erbe aromatiche si adattano bene alle diverse...
Giardinaggio

Tecniche di coltivazione dei cereali

I cereali sono tra le coltivazioni più diffuse in Italia; ne fanno parte l'avena, il miglio, il mais, il riso, la segale eccetera. I cereali venivano già usati in coltivazione nei tempi antichi, poiché l'uomo seppe individuarne le proprietà nutrienti,...
Giardinaggio

Come curare il bambù da interno

Il bambù da interno è un tipo di pianta piuttosto elegante che viene molto apprezzata negli ambienti che si interessano di arredamento, poiché si adatta bene agli spazi come case ed uffici. Tale pianta si compone di un fusto rigido, sottile e piuttosto...
Giardinaggio

Come coltivare il bambù per coprire una parete

La guida che andremo a scrivere lungo i prossimi tre passi, andrà a occuparsi del bambù. Per essere più precisi, la tematica verterà sulla coltivazione del bambù, in quanto andremo a spiegarvi in modo semplice come coltivare il bambù per coprire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.