Camomilla: coltivazione in vaso

Tramite: O2O 01/07/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sempre più italiani adorano decorare il loro terrazzo con delle erbe aromatiche, grazie alla facilità di coltivazione e all'opportunità di utilizzarle in cucina o come soluzioni naturali. Generalmente le erbe aromatiche si adattano bene alle diverse condizioni climatiche e non hanno bisogno di attenzioni particolari. Al momento della loro raccolta, le erbe aromatiche si mostrano sempre molto generose nei confronti della persona che le accudisce. Nel seguente articolo sul giardinaggio vediamo come si deve eseguire la coltivazione in vaso della camomilla.

27

Occorrente

  • Vaso in terracotta
  • Terriccio calcareo
  • Telaio
  • Sole
  • Ombra
  • Aria
  • Vento
37

Riempire il vaso di terracotta oltre la metà con il terriccio calcareo

Innanzitutto dobbiamo preparare il vaso di terracotta dove andremo a piantare i semi di camomilla. I vasi di terracotta consentono una corretta areazione alle radici della pianta, evitando il surriscaldamento delle medesime. Il terriccio da adoperare dovrà risultare povero e leggermente calcareo. Andiamo a mescolarlo bene, in modo che prenda una sufficiente quantità d'aria. Riempiamo il nostro vaso di terracotta superando la metà. In base alla quantità dei semi di camomilla che pianteremo, abbiamo l'opportunità di scegliere la misura più adatta del vaso di terracotta da impiegare.

47

Coltivare la pianta di camomilla in semenzaio

Un altro metodo per la coltivazione della profumata camomilla è quella in semenzaio. Innanzitutto dobbiamo mettere a dimora i semi di camomilla durante i mesi estivi, affinché si possano trapiantare nel corso della stagione autunnale. Quando la pianta inizierà a crescere, rendiamola più forte eliminando ciascuna foglia in eccesso. Nella fase di crescita della camomilla, dobbiamo mantenere umido il terreno. Una volta che il suo apparato radicale verrà fortificato, la pianta avrà la capacità di sopportare anche i periodi di siccità. Durante l'età adulta della camomilla, provvediamo a spostare il vaso di terracotta in una posizione soleggiata.

Continua la lettura
57

Eseguire la semina diretta della pianta di camomilla e raccogliere i fiori quando necessario

Per la semina diretta cospargiamo i semi di camomilla nella terra, distanziandoli tra loro. Ricopriamo con uno strato abbondante di terriccio, facendo una leggera pressione con la mano. Bagniamolo d'acqua con lo spruzzino, per impedire ai semi di camomilla di risalire in superficie. Spruzzata correttamente la terra, mettiamo il vaso di terracotta in un angolo riparato. Questa tipologia di semina va eseguita durante i mesi della stagione invernale. Dopo circa 14 giorni si inizieranno a vedere i primi germogli. La raccolta dei fiori avviene verso la fine della primavera, prima che sfioriscano e quando c'è un basso livello di umidità. Per l'essiccazione dei fiori, collochiamoli sopra un telaio da mettere all'ombra, in un luogo ben ventilato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La camomilla ben si adatta alla coltivazione in vaso o in piena terra, l'importante è che il terriccio dove viene posizionata la pianta risulti calcareo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Achillea: coltivazione e proprietà

L'achillea è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Asteraceae. La pianta dal sapore aromatico e poco edulcorato gode di molteplici proprietà ed è ideale per la coltivazione domestica. In questa lista vi sarà illustrato tutto quello...
Giardinaggio

7 consigli per coltivare il timo in vaso

Il Timo, conosciuto in botamica con il nome di Thymus vulgaris, è una pianta erbacea originaria delle zone Europee temperate, trovando quindi facile coltivazione nel nostro paese per via del clima caldo e scarso di piogge. Questa pianta erbacea è perenne...
Giardinaggio

Come funziona la coltivazione idroponica

Quella idroponica è la coltivazione di piante senza suolo. La caratteristica fondamentale della coltura idroponica è che il suolo non è necessario. Il vantaggio è che le piante possono essere coltivate in aree dove c'è poco spazio per l'agricoltura,...
Giardinaggio

Come far crescere un nespolo in vaso

Il nespolo, contrariamente a quanto si possa pensare, possiamo facilmente coltivarlo in un vaso. In un vivaio possiamo trovare una varietà nana, che si presta molto alla coltivazione in vaso, magari collocando quest'ultimo nel balcone o in terrazzo....
Giardinaggio

Ginkgo biloba: la coltivazione

Il ginkgo biloba può essere definito come un vero fossile vivente. È il superstite di un antico ordine e lo possiamo incontrare sia come albero decorativo in un parco che come pianta da alberatura stradale.Inizialmente era coltivato in Cina, oggi si...
Giardinaggio

Errori da evitare nella coltivazione dell'aloe vera

Se intendiamo coltivare l'aloe vera, e sfruttarne i suoi tantissimi principi attivi per tonificare la nostra pelle o purificare il corpo, bisogna prestare molta attenzione, poiché se si commettono degli errori sia nelle primissime fasi che in quelle...
Giardinaggio

Bambù: consigli per la coltivazione

Il bambù (o bamboo) è una pianta tropicale molto particolare. È infatti diffusissima nelle zone calde, tanto da creare delle vere e proprie foreste. In Italia la sua diffusione è molto recente, ma sono in tanti che amano avere delle piante di bambù...
Giardinaggio

Tecniche di coltivazione dei cereali

I cereali sono tra le coltivazioni più diffuse in Italia; ne fanno parte l'avena, il miglio, il mais, il riso, la segale eccetera. I cereali venivano già usati in coltivazione nei tempi antichi, poiché l'uomo seppe individuarne le proprietà nutrienti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.