Come abbattere un forno in pietra

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra le opere di manutenzione in casa può succedere di abbattere anche dei forni di vecchia manifattura. I forni in pietra infatti si trovano solitamente nelle vecchi abitazioni: erano ottimi per la preparazione del pane e dei dolciumi ed infatti molti forni attuali richiamano proprio questo tipo di costruzione perché grazie alla pietra contengono meglio il calore. Ma se per un qualsiasi motivo si ritiene opportuno doverli abbattere è necessario eseguire qualche accorgimenti prima di cimentarsi in un tale lavoro, soprattutto se si è inesperti e si vuole risparmiare qualcosa con il fai da te. Vediamo quindi nella guida come poter abbattere un forno in pietra.

26

Occorrente

  • Occhiali a mascherina
  • Guanti
  • Scarpe antinfortunistiche
  • Martello
  • Martello elettrico
  • Scalpello
  • Cacciaviti
36

Innanzitutto come un qualunque forno vi è presente un piano di appoggio, dei bocchettoni per l'aria, la porta per l'ingresso dei cibi ed una canna fumaria. Trattandosi di lavori manuali, non di poco leggeri, bisogna come prima cosa munirsi di qualche metodo di sicurezza come ad esempio del legname da appoggiare attorno alla struttura, con un'altezza di circa 50-60 centimetri. In questo modo eviterete il trascinamento delle pietre che cadranno man mano che si andrà a smontare il forno.

46

Si prosegue con un buon martello e scalpello iniziando ad abbattere la canna fumaria: se questa presenta un comignolo in ferro con uno scalpello si cerca di sganciarlo, se invece è in muratura si può procedere a battere i vari pezzi. È necessario iniziare dall'alto perché il contrario comporterebbe dei cedimenti delle parti superiori e quindi dei crolli non previsti. Quindi una volta abbattuta la canna fumaria presente sul tetto si può procedere con quella interna.

Continua la lettura
56

Come passo successivo si tolgono tutti gli elementi in ferro presenti, come lo sportello del forno e le varie grate. Fatto questo procedete poco per volta a rompere tutto il corpo del forno: sicuramente il martello pesante non sarà sufficiente o comunque risulterà un lavoro particolarmente faticoso, quindi se si è in grado procedere con un martello elettrico si facilità di molto il lavoro. Per far ciò bisogna prendere delle precauzioni, soprattutto se il forno presenta un'altezza piuttosto elevata: se è alto infatti bisogna evitare assolutamente l'uso di una scala mobile, ma piuttosto procurarsi un ponteggio o dei cavalletti con pedana stabile. Man mano che si rompe può essere che vi sia la presenza di grossi blocchi di pietra che possono risultare difficili da spezzare, quindi in questo caso andare con il martello elettrico a rompere lungo le linee di fuga della malta è poco prima che il blocco crolli tentare di rimuoverlo manualmente. Così di seguito procedere con il piano d'appoggio ed i piedi del forno, fino a quando non si rimuove del tutto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non salire assolutamente sul forno durante la demolizione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come incollare i pannelli in pietra ricostruita

Arredare e decorare la casa in modo soddisfacente è un compito che richiede un certo impegno. Gran parte del fascino degli interni risiede nel migliore abbinamento tra mobili e complementi d'arredo. Ma mobili e decorazioni non sono le sole cose che meritano...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la pietra focaia

La pietra focaia vede l'inizio del suo utilizzo nell'era preistorica. L'uomo scopre la natura di alcune pietre particolari (quarzite, selce e pirite contenente ferro) che, sfregate tra loro creano quelle scintille luminose che cadono su foglie e rami...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un barbecue in pietra

Il barbecue è una vera e propria passione, grazie ad esso possiamo organizzare feste tra amici e parenti, e oltre alla buona chiacchiera goderci del cibo buono. Ma se non l'abbiamo il primo pensiero è quello di comprarlo, però questo ha un costo. Allora...
Materiali e Attrezzi

Come creare un coltello da sopravvivenza in pietra

In questa guida vedremo come creare un coltello da sopravvivenza in pietra. Un oggetto di questo tipo si rivelerà utile in caso di bisogno, come ad esempio in campeggio o per un'escursione. Procedere alla realizzazione non è semplice. Occorre precisione...
Materiali e Attrezzi

Come affilare un coltello con una pietra

Uno dei mestieri che sta lentamente ed inesorabilmente scomparendo è quello dell'arrotino. Questo artigiano non eseguiva solo la semplice molatura delle lame ma molto spesso, a bordo della sua bottega ambulante costituita da un attrezzatissimo carretto...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere un rivestimento in pietra

Se in casa o in giardino abbiamo precedentemente rivestito una o più pareti con delle pietre naturali e quindi abbastanza spesse, ed intendiamo rimuoverle senza danneggiare la struttura portante, bisogna seguire delle linee guida specifiche. In riferimento...
Materiali e Attrezzi

Come intagliare la pietra leccese

La pietra leccese è di origine calcarea risalente a circa 21 milioni di anni fa; infatti, la compattezza, il colore e la struttura, sono dovute ai suoi componenti base (silicio e granito), le cui principali varietà sono la dorata pallida, la bianca...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare la pietra focaia dello zippo

L'accendino zippo nasce attorno al 1932, nella città di Bradford negli Stati Uniti d'America. Venne creato per prendere in giro un accendino austriaco che non ottenne lo stesso successo. Il suo nome nasce dalla moda che in quegli anni imperversava per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.