Come accendere camino e stufa senza accendifuoco

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Alcune volte riuscire ad accendere la legna da ardere si rivela un compito abbastanza noioso e poco simpatico, specialmente nel caso in cui non si ha a disposizione un particolare prodotto accendifuoco e se il legname è particolarmente umido. In questa guida vi forniremo, pertanto, una vasta lista di indispensabili consigli per imparare ad accendere camino e stufa, senza perdere eccessivo tempo o impiegare un accelerante sintetico. Vediamo, dunque, come occorre procedere in modo corretto.

25

Recuperare cassette di legno

Se si vive in prossimità di un mercato ortofrutticolo oppure si ha l'abitudine di effettuare la spesa in un supermercato con dei prodotti freschi, è buona regola tentare di recuperare un buon numero di cassette di legno. È anche possibile chiederle direttamente ai piccoli commercianti oppure ai cassieri. Nel caso in cui non si ha l'obbligo di restituirle al distributore primario (presso un grossista), queste persone sono generalmente ben liete di disfarsi di imballi che altrimenti dovrebbero eliminare alla fine di ogni giornata. Spesso le cassette di frutta vengono lasciate, in ordine e pulite, a fianco dei cassonetti deputati al riciclo.

35

Utilizzare le tavole di legno

Una volta tornati nella propria abitazione, un'altra strategia da adottare è quella di eliminare i punti metallici ed i chiodi che mantengono unite le assi della cassetta. In breve tempo, infatti, si avrà a disposizione una dozzina oppure più di piccole tavole di legno lunghe da 10 a 20 cm. Nel caso in cui la legna che si ha in casa dovesse essere molto secca ed il camino dovesse presentare una buona areazione, una singola cassetta può essere sufficiente per accendere il fuoco per 1 o 2 volte. Se invece i ciocchi sono particolarmente umidi e l'areazione non è per niente sufficiente, è buona norma smontare due o tre cassette per avere a disposizione un'adeguata quantità di legna da innesco.

Continua la lettura
45

Utilizzare carta facilmente infiammabile

Inoltre, occorre realizzare una base stabile con le tavole recuperate dalla cassetta, disponendole in maniera alternata come se si dovesse costruire una pira. In seguito, è necessario distanziare le assi tra di loro, frapponendo dei piccoli ciocchi e ramoscelli. Si deve andare a realizzare una sorta di griglia regolare, che può essere a forma di rettangolo oppure di quadrato, in cui l'aria possa circolare liberamente. A seguire, occorre completare il punto di innesco, collocando nella parte centrale, quel materiale facilmente infiammabile come dei tovaglioli di carta oppure delle pagine di quotidiano accartocciate. Un buon consiglio che vi diamo è quello di evitare, invece, di utilizzare il tetrapack, nonché le riviste patinate oppure i dépliant pubblicitari colorati o plastificati. Successivamente è necessario appoggiare i tronchi di maggiore dimensione sopra alla pira di legno, sincerandosi della loro stabilità. Dare, quindi, aria al camino ed utilizzare un lungo fiammifero per accendere l'innesco in cellulosa. .

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come installare una stufa a pellet

La stufa a pellet è un'ottima alternativa alle stufe al gas, camino o altri tipi di riscaldamento. Il costo è molto basso ed il rischio di causare incendi è ridotto. Avere una stufa a pellet dunque garantisce un ottimo riscaldamento per tutta la casa...
Casa

Come posizionare la legna in camino

Quando arriva l'inverno è importante riscaldare la propria casa in maniera corretta e poco dispendiosa da un punto di vista energetico. Chi possiede un camino sa bene quanto sia affascinante accenderlo e passare un po' del proprio tempo riscaldandosi...
Casa

Come Applicare In Sede Una Stufa A Gas

La stufa può essere in acciaio, ceramica o ghisa. Essa viene usata per riscaldare praticamente la casa. Esistono veramente moltissimi tipi di stufe, dove possono essere usati tipi diversi di combustibili in modo da alimentare la fiamma. La stufa solitamente...
Casa

Come gestire il fuoco nel camino

Si sa, in inverno si desidera stare calmi e sereni nel tepore della propria casa, magari dinanzi ad un bel camino. Proprio quest'ultimo infatti è un'ottima compagnia oltre che un buon modo per riscaldare se stessi e tutta la propria abitazione. Molti...
Casa

Come incassare un camino

Il camino è senza ombra di dubbio uno di quegli elementi che regala un particolare e suggestivo fascino alla propria casa. Per creare un'atmosfera calda e rilassante nell'ambiente in cui viviamo, il camino è sempre l'elemento d'arredo adatto, oltre...
Casa

Come progettare un camino in maiolica

Se intendiamo progettare un camino ed in particolare rivestendolo con della maiolica, bisogna valutare alcuni aspetti strutturali di questo materiale, che se da un lato si presta ottimamente come assorbente di calore e rivestimento decorativo, dall'altro...
Casa

Come collegare i tubi della stufa a pellet

I vecchi caminetti a legna sono belli e accoglienti ma ormai superati dalle nuove tecnologie che permettono di riscaldare la propria abitazione abbattendo notevolmente i costi. Tra queste c'è la stufa a pellet. I vantaggi che essa presenta rispetto ad...
Casa

Come installare una stufa a legna attraverso una parete

Una stufa a legna rappresenta un ottimo investimento per varie ragioni: riscalda utilizzando una fonte energetica rinnovabile, consente di utilizzare anche pallet e biomassa, crea atmosfera. Trovare la sua giusta ubicazione in casa è un passo fondamentale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.