Come accendere il fuoco con un'arancia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Esistono tantissimi modi per accendere un fuoco senza l'utilizzo di fiammiferi o accendini: con dei bastoncini, con delle lenti, con una pietra focaia... Le possibilità sono davvero innumerevoli, ma senz'altro il modo più originale e simpatico per accendere un fuoco è tramite l'utilizzo di un'arancia. Per accendere un fuoco si ha bisogno di un'esca (altamente infiammabile, che serve per accendere il fuoco) e di un combustibile (che propaga e mantiene la fiamma). L'arancia risulta essere particolarmente adatta ad accendere il fuoco grazie alla presenza al suo interno di alcune sostanze chimicamente molto complesse, come gli oli essenziali, che sono costituiti da una miscela di terpeni, alcoli, esteri, aldeidi e chetoni, elementi che per loro natura sono altamente infiammabili.

26

Occorrente

  • coltello
  • piccolo sasso
36

Accendere il fuoco con un'arancia

Immaginate di trovarvi sperduti in un bosco o in un'isola deserta e di avere la necessità di accendere il fuoco; si dice che la necessità aguzza l'ingegno, ma bisogna anche avere le conoscenze e le risorse giuste. Si prende un'arancia e si taglia la parte superiore, poi con un coltello si procede scavando un buco nella parte centrale del frutto. A questo punto si mette all'interno dell'incavo appena scavato una pietra di 2/3 cm di diametro; successivamente, si prende un bastoncino di legno di lunghezza di circa 30 cm, lo si appoggia sul sasso e lo si fa ruotare velocemente con le mani. Saranno sufficienti alcuni minuti perché si sviluppi qualche scintilla che inneschi la fiamma. Gli oli essenziali si trovano principalmente nella buccia, ma durante il taglio qualche goccia passa all'interno, fino a raggiungere la quantità sufficiente a far prendere un piccolo fuoco. L'effetto è molto simile a quello di una lampada ad olio.

46

Realizzare una candela

Il secondo metodo consente di usare le arance come candele naturali: basta tagliare la parte superiore del frutto e scavare leggermente l'interno, facendo attenzione a lasciare intatte le fibre bianche centrali, che dovranno essere unite al centro come a formare uno stoppino. Una volta terminato questo passaggio è necessario versare un po' di olio naturale (come un olio di oliva o simili) all'interno dell' arancia fino ad arrivare vicino al bordo dello stoppino. A questo punto si accende la fiamma sullo stoppino ed ecco accendersi in pochi minuti una candela naturale molto carina. Questa candela all'arancia è particolarmente adatta come addobbo o decorazione per le festività natalizie.

Continua la lettura
56

Utilizzare la buccia d'arancia come esca

Infine, il terzo modo di usare le arance per accendere il fuoco, consiste nel farne seccare la buccia e di utilizzarla come esca per il fuoco. Infatti gli oli essenziali saranno ancora presenti nel frutto secco e appena entreranno a contatto con qualche scintilla provocheranno una fiamma molto alta. La buccia d'arancia ha lo stesso effetto della diavolina, ma è decisamente meno tossica e molto più profumata.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come usare un acciarino

Se siamo amanti dell'esplorazione e della vita all'aria aperta, l'acciarino è un utensile molto importante da inserire nel kit di sopravvivenza, con gli altri attrezzi; infatti, si tratta di un elemento essenziale per accendere il fuoco ed è molto...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la pietra focaia

La pietra focaia vede l'inizio del suo utilizzo nell'era preistorica. L'uomo scopre la natura di alcune pietre particolari (quarzite, selce e pirite contenente ferro) che, sfregate tra loro creano quelle scintille luminose che cadono su foglie e rami...
Materiali e Attrezzi

Come Eseguire L'Accensione Del Cannello Per La Saldatura Ossiacetilenica

Quando si eseguono lavori su materiali metallici può succedere di dover eseguire tecniche particolari. Molti pensano che alcuni tipi di lavorazioni siano possibili solo all'interno di officine professionali, ma non sempre è così. Facciamo l'esempio...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere il metallo goffrato

Se in casa avete dei mobili o degli infissi realizzati con il metallo goffrato ed intendete cambiarne l'aspetto, potete dipingerlo attenendovi però a delle regole ben precise. Il metallo in oggetto infatti si presenta non liscio e con una sorta di buccia...
Materiali e Attrezzi

Come fabbricare un tessuto ignifugo

Da qualche anno a questa parte sta impazzando la moda per il fai-da-te, che permette di realizzare oggetti partendo da piccole cose e, fino a cimentarsi in lavori più importanti di un certo livello. La soddisfazione di vedere la propria creazione finita...
Materiali e Attrezzi

Come Scegliere L'Estintore

Gli estintori sono degli utilissimi apparecchi per spegnere il fuoco in caso di incendio. Per ogni tipo di fuoco e per ogni tipo di materiale comburente, c’è un estintore dotato dell’agente estinguente specifico. Per esempio, l’acqua è uno degli...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un affumicatore per alimenti

Se gli alimenti affumicati sono di nostro gradimento, dobbiamo sapere che è possibile ottenerli anche direttamente in casa. Ci basterà realizzare un apposito affumicatore, il quale renderà più semplice la preparazione di carne e pesce affumicato....
Materiali e Attrezzi

Come usare un estintore

L'estintore è un dispositivo di protezione antincendio, utilizzato per estinguere piccole fiamme in situazioni di emergenza; non è adeguato per spegnere grandi incendi perché si potrebbe mettere in pericolo oltre che la vita dell'utilizzatore anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.