Come accendere un forno a legna

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questo articolo vi aiuteremo a capire bene in che modo possiamo accendere, senza troppa fatica, un forno che viene alimentato a legna. Molto spesso questo genere di forno è presente nelle nostre villette in campagna, e viene utilizzato in estate, nelle giornate calde, in cui è sempre un piacere ritrovarsi con la propria famiglia, a preparare insieme, delle ottime pizze o anche biscotti e pane caldo, proprio come si faceva un tempo con le proprie nonne. La tradizione del forno a legna, non è mai tramontata e questo è un vero bene, che ci tramandiamo da generazione in generazioni! Ecco perché abbiamo voluto proporvi una guida, in cui vi verrà spiegato come accendere questo tipo di forno, senza grosse difficoltà! Come prima cosa procuriamoci il materiale, che elenchiamo ed iniziamo a metterci al lavoro!

25

Occorrente

  • Legnetti di piccole e medie dimensioni
  • Accenditori ecologici
35

La prima cosa da fare è quella di montare tutto il forno e poi attendere almeno cinque giorni per eseguire la prima accensione, per dargli modo di asciugarsi a sufficienza. Man mano che l'accenderemo, andremo di volta in volta, ad eliminare tutta l'umidità che è presente in esso. Il forno quindi non deve essere riscaldato troppo rapidamente per evitare di provocare fratture irreparabili. Facciamo attenzione affinché le prime accensioni siano destinate soltanto ad asciugare il forno e non a cuocere qualcosa. Bisognerà accendere piccoli fuochi della durata di qualche ora.

45

Come secondo passaggio molto importante da rispettare è anche la scelta del combustibile, da utilizzare per accendere il forno a legna. Inizialmente è bene utilizzare della legna in fascine, con dei rami sottili ed anche di medie dimensioni. Una volta che si sarà avviata la combustione, a forno ben caldo, si possono inserire dei ceppi di dimensioni più grandi. In linea generale, i ceppi di piccole dimensioni sono i più adatti per portare il forno a temperatura ottimale per cuocere ciò che desideriamo. Una volta che si sarà raggiunta la temperatura, i ceppi di maggiori dimensioni saranno molto utili per poterla mantenere costante nel tempo, senza dover rifornire il forno troppo spesso.

Continua la lettura
55

È bene preparare un mucchietto di legnetti secchi e sottili all'interno del forno e vicino alla bocca, in modo da potergli dare fuoco da sotto. Ci potremo anche aiutare con degli accenditori ecologici, nel caso dovesse servire. In ogni modo cerchiamo di evitare d' utilizzare la carta di giornali o anche di riviste, perché tossica in presenza di inchiostro e petrolio. Aggiungiamo gradatamente dei pezzi di legno più consistenti e grandi e quando il fuoco sarà ben avviato, spossiamo iniziare a spostare il fuoco tutto da un lato. Spesso il lato in cui si porterà sarà quello in cui si pensa d' infornare e cuocere prelibatezze. Dopo circa mezz'ora, a seconda delle dimensioni del forno, possiamo anche procedere a spostare il fuoco ed anche le braci tutte dal lato opposto, cercando d' alimentarlo per circa un'altra mezz'ora. Ora possiamo anche procedere alla cottura di ciò che desideriamo! Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come schermare una stufa a legna

Se avete deciso di installare una stufa a legna nella vostra casa o nel vostro rustico, complimenti, avete fatto un'ottima scelta. Una stufa a legna infatti è un'ottima soluzione per riscaldare gli ambienti domestici, in particolare se avete modo di...
Giardinaggio

Come fare legna da ardere

Il caminetto rappresenta uno dei piaceri più grandi che possiamo avere dentro la nostra abitazione (soprattutto quella di montagna). Questa costruzione è in grado di riscaldare in modo ottimale gli ambienti di casa, ma è anche sinonimo di romanticismo...
Giardinaggio

Come sistemare la legna per l'inverno

Per sistemare come si deve la legna per l'inverno risulta essere utile disporre di uno spazio, possibilmente esteriore alla vostra abitazione, in cui collocare l'occorrente per riscaldare le rigide giornate invernali. Affinché si eviti che la legna si...
Bricolage

Come Pulire La Legna Dal Tannino

A volte può succedere che la legna, tagliata per utilizzarla nel camino, è ancora bagnata per cui non brucia bene. Ciò è dovuto al fatto che all'interno della legna c'è il tannino; una sostanza che serve alla pianta per migliorare la conservazione...
Casa

Come stagionare la legna da ardere

Un ottimo metodo per ridurre il costo della bolletta durante l'inverno, è sicuramente quello di tornare ad utilizzare il camino o la stufa, non solo per riscaldare gli ambienti, ma anche per cucinare. A tal fine, è fondamentale possedere della legna...
Casa

Come accendere lo scaldabagno a legna

Riuscire a risparmiare su luce e gas, senza però dovere rinunciare ai comfort, sembra impossibile. Eppure una soluzione ingegnosa esiste ed arriva dal passato! Probabilmente non molti conoscono le virtù di uno scaldabagno a legna e forse non sanno neppure...
Altri Hobby

Come imballare la legna

La legna può essere utilizzata per riscaldare la casa, per fare un barbecue o anche semplicemente per organizzare un allegro falò in spiaggia con gli amici. Ovviamente, ognuno di questi impieghi, implica una quantità ben diversa di legna e, proprio...
Materiali e Attrezzi

Come sistemare la legna da ardere in garage

Il camino è il modo più antico per riscaldare gli ambienti. Ultimamente molte persone hanno scelto un'alternativa in quanto si ha bisogno di uno spazio abbastanza grande per depositare la legna. Infatti, quando si ha un camino si compra all'inizio della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.