Come accendere un fuoco con una pila

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Andare a fare delle escursioni in montagna è una delle attività preferite da tutti; i più temerari si armano addirittura di tende e sacchi a pelo per potersi accampare e trascorrere la notte. In quest'ultimo caso, però, date le basse temperature, sorge la necessità di riscaldarsi e in questi luoghi l'unico modo per farlo è accendere un fuoco. Questo potrebbe essere molto utile anche quando si fa un picnic o una braciata. In ogni caso, può capitare di dimenticarsi l'occorrente necessario, ma non bisogna assolutamente disperarsi perché i modi per accendere un fuoco sono davvero tantissimi. Nella seguente guida vedremo come farlo utilizzando una pila.

26

Naturalmente, per accendere un fuoco senza disporre di un accendino sono indispensabili alcuni altri accessori che si potrebbero trovare in macchina; vi consiglio di portarli nel cruscotto per casi di emergenza. I metodi sono due, quindi a seconda di quello di cui disponete scegliete il metodo adatto, sempre a patto ovviamente di avere una pila. Il primo necessita di una striscia di carta stagnola ed un pezzetto di carta. Al centro della striscia di stagnola dovete avvolgere la carta; in quel punto la stagnola dovrà essere sottilissima Ora basta collegare i due capi della stagnola ai poli della batteria e schiacciare bene con le dite per surriscaldare. Dopo poco comincerete a vedere la carta bruciare.

36

Il secondo metodo necessita di una pila da 1,5 Volt. Se non si dispone di una pila, un altro sostituto sarebbe la batteria della macchina, ma è più pericolosa e occorre prestare la massima attenzione, quindi è da usare solo in caso di effettiva necessità. La pila da 1.5 volt normalmente si trova nei giocattoli dei bambini. Poi bisogna procurarsi due pezzetti di filo di rame di circa 10 cm, che vanno collegati ai due poli della pila, senza però toccarsi tra loro; a questo punto bisogna fissare i fili con un po' di nastro adesivo.

Continua la lettura
46

Ora dovete trovare una matita. La mina all'interno delle matite, detta anche grafite, servirà all'accensione del fuoco. Bisogna recuperare due pezzetti di mina e collegarli rispettivamente ai capi dei due spezzoni di filo di rame precedentemente utilizzato. Una volta effettuato tutto il procedimento, dovrete verificare se il vostro manufatto funziona raccogliendo un po' di paglia. Muovendo velocemente le due mine dovrete cercare di sprigionare il contatto elettrico, non sfregando in modo permanente, ma eseguendo un movimento di "stacca e attacca", in modo da sprigionare una scintilla.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come accendere il fuoco nel camino in pochi secondi

Se accendere il fuoco non è mai stato il tuo forte, leggi questa guida ed imparerai un trucco che ti renderà questa operazione semplicissima. Accenderai il fuoco nel tuo caminetto con una rapidità mai pensata finora, eliminando la componente di stress...
Bricolage

Come accendere un fuoco

Il fuoco rappresenta un elemento di vitale importanza nella vita di tutti i giorni. Riuscire ad accenderne uno con le proprie mani non è un'operazione molto facile da realizzare, soprattutto se non si hanno a disposizione tutti gli strumenti necessari....
Bricolage

Come preparare il fuoco per una grigliata

Quando si parla di grigliata, non si deve fare riferimento solo alla buonissima carne che viene cotta sui carboni, ma anche alla preparazione del fuoco che spesso può risultare abbastanza complicato, ma con una buona guida, diventerà tutto più facile....
Bricolage

Come fare una marcatura a fuoco su legno

Se avete realizzato un manufatto in legno ed intendete marcarlo a fuoco, è importante utilizzare alcuni utensili ed attenersi a delle specifiche linee guida. La marcatura a fuoco se ben eseguita serve non solo per evidenziare il contenuto di una scatola...
Bricolage

Come accendere un punto luce da due interruttori

Sono molte le persone che si chiedono se possibile riuscire a comandare l'accensione di un punto luce da due differenti interruttori, in quanto questo consente di illuminare una stanza anche trovandosi distanti da essa. È bene sapere che, in modo molto...
Bricolage

Come decorare la ceramica con la tecnica del terzo fuoco

La tecnica del terzo fuoco è così chiamata perché la ceramica che viene decorata subisce tre cotture. Questo tipo di decorazione permette di ottenere risultati molto precisi, ma richiede grande abilità e una mano ben ferma. La tecnica del terzo fuoco...
Bricolage

Come accendere una lampadina con le patate

In questo periodo si parla tanto di ecosistema ed energie alternative. I governi sono impegnati a smistare fondi verso il fotovoltaico, l'eolico e qualsiasi altra forma di energia pura che possa sostituire le classiche fonti energetiche che si stanno...
Bricolage

Come fare gli alari per il caminetto

Il tepore di un bel caminetto nella stagione invernale, è sempre apprezzato, sia per riscaldarsi che per cucinare, o creare semplicemente un'atmosfera gradevole. Per rendere l'utilizzo del camino pratico ed agevole, ci si dovrà dotare di tutti quegli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.