Come accendere una lampadina con le patate

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questo periodo si parla tanto di ecosistema ed energie alternative. I governi sono impegnati a smistare fondi verso il fotovoltaico, l'eolico e qualsiasi altra forma di energia pura che possa sostituire le classiche fonti energetiche che si stanno esaurendo. Ebbene sembra che nel futuro sia proprio la produzione alimentare l'oggetto da cui produrre energia, a partire dalle patate, per arrivare fino ai pomodori e alle fragole. Non è uno scherzo, ma un esperimento reale, e puoi provarci anche da solo a casa. Ecco una piccola guida che ti spiegherà come accendere una lampadina con le patate.

26

Occorrente

  • 12 patate
  • filo di rame nudo
  • portalampada
  • lampadina da torcia
  • lamierino
  • pile scariche
36

Per prima cosa procurati tutto il materiale che ti servirà per iniziare. Le pile per la torcia devono essere scariche, e la patata fornirà l'acido necessario a farle funzionare. Togli con le forbici la carta che le avvolge e taglia il barattolino di metallo e ricavane dodici striscioline. Taglia poi in dodici strisce il lamierino d'ottone o di rame. Se non trovi questo lamierino, puoi usare una parte del filo di rame nudo, cioè non smaltato, attorcigliandolo intorno ad un bastoncino di legno.

46

Puoi usare il bastoncino con il filo strettamente avvolto al posto delle strisce di ottone o di rame. Ora prendi dodici patate ed in ciascuna pratica con un coltello due tagli distanti circa 2 cm. Uno dall'altro. In uno dei due tagli infila la lamina piccola di zinco ottenuta tagliando le pile, nell'altro quella di ottone o di rame oppure il bastoncino con il filo di rame avvolto.

Continua la lettura
56

Collega ora le patate fra loro collegando la lamina di ottone o di rame, verificando che i collegamenti siano stretti in modo che il contatto del filo con le lamine sia perfetto. Collega infine l'estremità di questa collana con i contatti del portalampada nel quale avrai inserito la lampadina. Se avrai fatto tutto correttamente, la lampadina dovrebbe accendersi. Certo non pretendere che faccia tanta luce, ma già riuscirci sarebbe un'impresa.

Le patate contengono acido fosforico e anche una buona parte di amido, quindi sono in grado di trasferire potenza. Inoltre un gruppo di scienziati ha effettuato numerosi esperimenti, ed hanno scoperto che se cotte le patate riescono a fornire molta più energia di quelle crude. Addirittura sembra che un esperimento fatto dai ricercatori dell'Università di Gerusalemme, abbia dimostrato che piccole quantità di patate bollite collegate tra catodi di rame e zinco possano addirittura illuminare dei LED per circa trenta giorni.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se cuocete le patate potete ottenere risultati migliori

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come inserire una nave in una lampadina

Il vetro è un materiale dall'indubbio fascino, tramite il quale vengono prodotti molteplici oggetti, sia di uso comune, sia destinati ad arredare ed abbellire gli ambienti. Nell'ambito di quest'ultima categoria, le lampadine, oltre al loro logico utilizzo...
Bricolage

Come sostituire la lampadina del forno

Per quanto possa sembrare un'impresa da eroi, sostituire la lampadina del proprio forno si rivela invece un'operazione abbastanza semplice, soprattutto perché non è un compito che si svolge con frequenza. Il materiale di cui è composta l'ampolla di...
Bricolage

Come Collegare Una Lampadina Con Un Solo Interruttore

Tante volte ci troviamo a dover realizzare quei piccoli lavori di casa, che non sempre richiedono il possesso di elevate competenze tecniche, ma che per timore o inezia, ci portano a scomodare il professionista di turno ed ad effettuare spese superflue....
Bricolage

Come Realizzare Una Lampadina Segnaposto

Qualche volta capita di perdere del tempo girando per i vari negozi alla ricerca di un regalo unico e particolare per i propri amici o parenti. Dopo tanta fatica per la ricerca si nota che il suo costo è anche abbastanza elevato. Si può provare allora...
Bricolage

Come accendere un fuoco senza accendino o fiammiferi

Il fuoco è una scoperta che risale a moltissimi secoli fa, ed è un elemento indispensabile per la sopravvivenza umana. Grazie ad esso possiamo riscaldarci, cuocere i nostri cibi, allontanare gli animali, asciugare qualcosa, far luce la notte ed un gran...
Bricolage

Come accendere il fuoco nel camino in pochi secondi

Se accendere il fuoco non è mai stato il tuo forte, leggi questa guida ed imparerai un trucco che ti renderà questa operazione semplicissima. Accenderai il fuoco nel tuo caminetto con una rapidità mai pensata finora, eliminando la componente di stress...
Bricolage

Come accendere un fiammifero con una batteria da 9V

Quello che può apparire come un banale esperimento specifico, la cui semplicità ne permette la diffusione anche tra i ragazzini delle scuole primarie, riesce a dimostrare l’effetto Joule della corrente elettrica, che è poi quello che sta alla base...
Bricolage

Come accendere la pipa

Fumare la pipa è un'arte ed una vera attività sportiva, al punto che esistono i campionati italiani di lento fumo. Il rituale della fumata comincia con la preparazione della pipa e del tabacco. Prima di sapere come accendere la pipa sono le due fasi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.