Come accorciare un abito in seta

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando acquistate in una boutique un vestito in seta ed avete intenzione accorciarlo, perché vi appare troppo lungo, o semplicemente copre il ginocchio, potete tranquillamente intervenire in modo semplice e veloce ma con i dovuti accorgimenti, in quanto essendo un capo delicato, rischiereste di rovinarlo. A tal proposito, nella seguente guida, vi mostrerò degli utili suggerimenti su come accorciare una abito in seta nella maniera più corretta e rapida possibile. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Righello e metro da sarto
  • Spilli
  • Ago e filo di seta
  • Macchina per cucire
  • Carta velina
37

Innanzitutto, la prima operazione da compiere è sicuramente quella di prendere la misura con un metro da sarto e gessetto, dopodiché imbastitelo con degli spilli, soprattutto se il vestito è troppo lungo e ha bisogno di un taglio notevole. Adesso, appoggiandolo su un piano dritto di un tavolo, e con un righello ed un paio di forbici affilate, provvedete ad eliminare la stoffa in eccesso, lasciandone almeno un paio di centimetri per l'orlo. Arrivati a questo punto, potrete procedere con la misurazione dell'abito in seta, e se l'altezza vi soddisfa, è possibile applicare una cucitura definitiva che ovviamente realizzerete a macchina. Inoltre, la cucitrice deve avere in dotazione un ago sottilissimo non superiore ai 70 mm, ed anche il filo deve categoricamente essere di seta.

47

Quest'ultimo, si può acquistare in una merceria a rocchetti, oppure ricavarlo direttamente e con tanta pazienza, dal residuo di stoffa tagliata. Per compiere questa operazione, è sufficiente utilizzare una forbicina per le unghie, e sfilare un capo molto lungo, facendo attenzione a non spezzarlo in modo da creare un filo di seta unico, che poi avvolgerete su un rocchetto ed inserirete sull'apposito piedino della macchina per cucire. Successivamente, prima di rimuovere la carta velina, dovrete valutare attentamente se, come finitura, vi accontentate di un punto lineare, o se preferite un orlo a zig zag.

Continua la lettura
57

A questo punto, con una forbicina molto sottile, rimuovete delicatamente la carta velina, facendo attenzione a non intaccare le suddette cuciture. Per completare il lavoro, prendete poi un foulard di stoffa, inumiditelo leggermente, quindi appoggiatelo su tutta la zona interessata dall'orlo, dopodiché provvedete a stirarla con un ferro a vapore. Per quest'ultima operazione, l'uso del panno intermedio tra il ferro da stiro e l'abito in seta, è di fondamentale importanza, poiché il calore potrebbe danneggiare le fibre e soprattutto scolorirle, creando un contrasto antiestetico.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come accorciare un abito stretch

All'interno di questa guida andremo a parlare di moda. Nello specifico caso, come avrete già notato dal titolo stesso di questa guida, ci concentreremo sul fai da te. Infatti, vedremo Come accorciare un abito stretch. La moda è innovativa, ma anche...
Cucito

Come fare un abito da cerimonia in seta

La seta è una fibra composta da proteine naturali e rappresenta un tessuto tra i più preziosi. Ecco perché risulta adattissimo per costituire abiti da indossare durante eventi importanti o cerimonie. Questi abiti nella maggior parte dei casi hanno...
Cucito

Come accorciare un abito

Se abbiamo acquistato un abito che però risulta troppo lungo, possiamo accorciarlo senza necessariamente portarlo in una sartoria. Il lavoro deve ovviamente essere eseguito a regola d'arte, quindi richiede una buona esperienza nel cucito. In riferimento...
Cucito

Come accorciare un abito in maglia

Con il tempo gli abiti possono non piacerci più perché sono passati di moda o semplicemente non ci vanno più. Motivo per cui ci ritroviamo tutti con l'armadio pieno zeppo di vestiti che non indossiamo più. Molti capi però possono trovare nuova vita...
Cucito

Come rammendare una maglietta di seta

Rammendare un abito non è certamente facile, specie se si tratta di capi pregiati come ad esempio la seta. Un indumento quando si presenta con una vistosa smagliatura orizzontale o verticale, deve essere riparato seguendo delle specifiche linee guida,...
Cucito

Come cucire la seta

Con l’avvicinarsi della bella stagione si moltiplicano le occasioni per indossare capi estivi, leggeri e freschi. Tra tutti i tessuti, la seta è il materiale più piacevole indossare. Ma che fare se scopriamo che il nostro abito in seta preferito presenta...
Cucito

Come cucire un orlo sulla seta

La seta è un tessuto molto pregiato che viene ottenuto da una fibra proteica, la quale, a sua volta, viene prodotta dal bozzolo dei bachi da seta. La lavorazione di questa fibra è lunga e complessa e solamente dopo diverse fasi si ottiene il tessuto...
Cucito

Come accorciare una zip

Ci sarà capitato di voler modificare un abito per adattarlo correttamente al nostro corpo, in modo che questo ci stia alla perfezione e per farlo spesso preferiamo recarci presso delle sarte, che sapranno eseguire ogni modifica da noi richiesta rendendo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.