Come adottare la tecnica della consociazione di ortaggi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per consociazione si intende la coltivazione contemporanea sullo stesso terreno di due o più ortaggi diversi. La determinazione nasce da una semplicissima constatazione: in natura nessuna pianta cresce da sola ma al contrario deve condividere lo spazio di crescita con numerosi altri vegetali della stessa specie o di genere completamente diverso. Questa condivisione dello spazio delle volte porta ad una competizione tra le piante, in base alla crescita e la sopravvivenza, mentre in altri casi si crea una sorta di collaborazione virtuosa, dove le parti in causa traggono reciproco vantaggio dalla loro convivenza. Attraverso l'osservazione di queste interazioni è nata questa particolare tecnica. Se siete interessati a questo argomento non vi rimane che seguire attentamente le utili informazioni su come adottare la tecnica della consociazione di ortaggi.

27

Occorrente

  • Ortaggi vari
37

Per poter dar vita alle consociazioni con la maggiore razionalità possibile è necessario scegliere accuratamente le piante da coltivare congiuntamente, in modo tale che non si danneggino a vicenda ma che traggano reciproco vantaggio. È consigliabile non prendere piante che appartengono alla stessa famiglia, ad esempio patate e pomodoro, a meno che non abbiano comportamento ed esigenze simili (ad esempio indivia riccia, scarola, radicchi da cespo). Selezionare e mettere assieme ortaggi a ciclo breve, con ortaggi che occupano più a lungo il terreno. Per questo motivo, oltre che per il loro sviluppo contenuto, vengono di frequente consociati lattughe, ravanelli e spinaci.

47

Non consociare piante che occupano e sfruttano lo stesso livello di terreno (per esempio patata e carota, o anche cipolla o rapa). Calcolare i tempi di coltivazione, in modo che le colture consociate si possano sviluppare completamente e, non si verifichi che una pianta prenda il sopravvento sull'altra (ad esempio coltivando lattuga e pisello fare in modo di raccogliere la lattuga prima che prendano il sopravvento i piselli).

Continua la lettura
57

Le semine di due o più ortaggi diversi si possono eseguire adottando metodi diversi: in file alternate, in blocchi, si può fare una bordura con un tipo di verdura e il centro dell'aiuola con un altro, oppure si può mettere un ortaggio basso ai piedi di un altro più alto. Sperimentare nell'orto ed osservare i risultati è divertente e si possono anche raggiungere effetti estetici di una certa rilevanza; se si scelgono ortaggi con colori contrastanti oppure se si consociano gli ortaggi con i fiori, magari scegliendo varietà di fiori che possono tornare utili nell'orto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

10 ortaggi coltivabili facilmente a casa

Coltivare un orto in casa è un'idea che si può realizzare facilmente. Tuttavia non si parla soltanto di piccole piante come quella aromatiche, Ma di ortaggi come pomodori, zucchine, lattuga e cipolle che richiedono maggiore attenzione. Per coltivare...
Giardinaggio

Come si classificano gli ortaggi

Prima di vedere come si classificano gli ortaggi, è bene domandarsi che cosa sono, quali caratteristiche hanno, in che stagioni si coltivano, come conservarli e soprattutto perché sono importanti. Si definiscono con il temine ortaggi tutte le verdure...
Giardinaggio

Come coltivare gli ortaggi in serra

Gli ortaggi estivi sono tra le pietanze più gustose delle cucina italiane, purtroppo però non sopportano il clima sotto freddo e tendono ad appassire quando la temperatura scende sotto i 15 gradi. Purtroppo se si ha bisogno degli ortaggi anche nel periodo...
Giardinaggio

Come sbiancare gli ortaggi

Lo sbiancamento è una tecnica di coltivazione praticata in agricoltura allo scopo di rendere più bianchi, dolci e teneri alcuni ortaggi da foglia e da costa come lattughe, cardi, sedano, finocchio e radicchio. Più precisamente lo sbiancamento consiste...
Giardinaggio

10 ortaggi da coltivare in terrazzo

Il biologico è il settore alimentare che più si sta espandendo. Il mangiare sano e il vivere in forma sono ormai un vero e proprio stile di vita per certi versi irrinunciabile. Tuttavia spesso capita che i prodotti a carattere biologico siano salutari...
Giardinaggio

10 ortaggi per il balcone da seminare a settembre

Se siete interessati agli ortaggi e alle verdure da portare in tavola sotto forma di fresche e gustose insalate, sappiate che il mese di settembre è quello giusto per seminare ben 10 ortaggi per il balcone. Ecco quali sono e che cosa bisogna fare per...
Giardinaggio

Come costruire una serra per gli ortaggi

Questa guida è di supporto a tutti coloro che possiedono un orto ed hanno intenzione di realizzare una serra. Precisamente, vi forniremo tutte le indicazioni necessarie per fare ciò. Proteggere gli ortaggi con una serra adeguata, infatti, consente di...
Giardinaggio

Come coltivare ortaggi in vaso sul balcone di casa

Ultimamente, sia per l'aumento generale dei prezzi, sia perché ci sono molti dubbi sulla loro provenienza, molti consumatori preferiscono coltivare gli ortaggi nel proprio orto, o addirittura sul balcone di casa. Nel primo caso è sufficiente seminare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.