Come aggiungere un nuovo termosifone a un impianto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Aggiungere un termosifone nuovo ad un impianto è un'operazione abbastanza semplice. Quando scegliamo di installare un certo numero di termosifoni, lo facciamo considerando alcuni fattori fondamentali, come ad esempio il salto termico e la temperatura della stanza. Nel caso ci rendiamo conto di aver necessità di maggiore calore, possiamo aggiungere un altro termosifone. In base al tipo di impianto, dobbiamo procedere in maniera necessaria.
Vediamo dunque, con questa guida, come aggiungere un nuovo termosifone a un impianto.

26

Occorrente

  • Termosifone
36

Verifica dell'impianto

Dobbiamo comunque considerare di dover rompere parte del muro per poter arrivare dove occorre. Se la nostra costruzione è recente il nostro impianto presenta una centralina di distribuzione. Da questa una coppia di tubi si dirige verso ognuno dei termosifoni. Per aggiungerne uno nuovo, è sufficiente collegare un'ulteriore coppia. È consigliabile sistemare il nuovo elemento il più possibile da essa in modo di limitare i danni alle pareti. Aggiungere un termosifone nuovo all'impianto non è poi così complicato. Ciononostante, in presenza di un impianto di tipo tradizionale, per aggiungere un termosifone bisogna procedere con più attenzione. Consideriamo di trovare un tecnico che ci aiuta a procedere. È consigliabile prevedere l'istallazione del nuovo termosifone vicino ad uno già presente a meno che non abbiamo alternativa.

46

Scelta del materiale

Per quanto riguarda la scelta del materiale possiamo essere certi che la ghisa è uno dei migliori e più duraturi. Anche se questo materiale è molto pesante ha il vantaggio che una volta caldo, impiega molto più tempo a raffreddarsi rispetto ad altri. Un altro materiale da considerare è il nuovo acciaio smaltato, ne vengono costruiti alcuni fino ai 2 metri. Per quanto riguarda invece le dimensioni del termosifone, bisognerebbe affidarsi ad un esperto, perché anche qui sono diverse le varianti da considerare, oltre lo spazio necessario.

Continua la lettura
56

Manutenzione del termosifone

Prima di aggiungere un nuovo termosifone ad un impianto, è bene ricorda che forse non tutti sanno che esiste una legge (DPR 412/93) che impone l'obbligo di mantenere una temperatura media, all'interno di ambienti, non superiore ai 20° (+o-2°). Nello specifico: in sala e sala da pranzo max 21°; Cucina e camere 17°; Bagno 23°. Se il nostro termosifone non si scalda come dovrebbe, ricordiamo di aprire le valvole di spurgo di ognuno dei termosifoni presenti nella nostra casa. Così facendo, limitiamo l'eventualità del formarsi di aria inutile nel nostro impianto di riscaldamento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come aggiungere un generatore a vento all'impianto solare

Collegare un generatore eolico ad un determinato impianto fotovoltaico rappresenta un potenziamento di quest'ultimo perché, dal tramonto all'alba oppure durante le giornate nuvolose, il pannello solare non genera tensione elettrica e di conseguenza le...
Casa

Come chiudere un termosifone che perde acqua

Uno degli inconvenienti domestici più comuni e fastidiosi è senza dubbio rappresentato dalla perdita di acqua da un termosifone. Soprattutto durante la stagione invernale, periodo nel quale il calorifero svolge la sua funzione più importante, avere...
Casa

Come estrarre un termosifone dal muro

Se siete in procinto di ristrutturare la vostra casa e avete la necessità di rifare anche l'impianto del riscaldamento, sarà sicuramente necessario smontare i vecchi termosifoni in modo tale da poter installare quelli nuovi. L'operazione che bisogna...
Casa

Come riparare una perdita in un termosifone di ghisa

Con l'arrivo dell'inverno il freddo comincia a farsi sentire sempre più rigido all'interno delle nostre case. È tempo, dunque, di attivare i termosifoni! La loro attivazione è semplice ed efficace, in effetti basti cliccare un apposito bottone detto...
Casa

Come rinnovare un termosifone tubolare

Nella guida che andremo a impostare nei tre passi che leggerete, dopo una piccola introduzione iniziale, ci andremo a concentrare su come poter riuscire a rinnovare un termosifone tubolare.Per il rinnovamento del termosifone tubolare, seguendo le indicazioni...
Casa

Come riparare una perdita in un termosifone di alluminio

Senza dubbio, può capitare che a lungo andare si verifichino delle perdite nei termosifoni. Naturalmente quando si presenta tale inconveniente sarà necessario consultare un tecnico del settore per stabilirne la causa. Delle volte a seconda del guasto,...
Casa

Come installare un termosifone in ghisa

Al giorno d'oggi avere un termosifone in casa fa senz'altro molto comodo per potersi riscaldare durante i periodi invernali. I termosifoni in ghisa rappresentano senza dubbio la soluzione migliore per coloro che ricercano qualità, praticità e soprattutto...
Casa

Come rimuovere un termosifone

I termosifoni o caloriferi sono elementi che fanno parte dei più comuni sistemi di riscaldamento casalinghi. Sono generalmente collegati ad una rete idraulica che trae calore da una caldaia, alimentata da vari combustibili come gas, legno, eccetera....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.