Come aggiustare un tacco rotto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La guida che andremo a scrivere all'interno dei passi che seguiranno, si occuperà di una tematica molto interessante, ovvero il fai da te. Per essere più precisi, come avrete compreso in modo facile tramite la lettura del titolo che accompagna la nostra guida, ora ci concentreremo su come aggiustare un tacco rotto. Non perdiamo assolutamente del tempo prezioso, e cominciamo immediatamente le nostre argomentazioni su questa tematica specifica.
Sui tacchi viene applicata una continua sollecitazione che, a lungo andare può provocarne la rottura o il deterioramento, addirittura fino a rendere le scarpe completamente inutilizzabili.

25

Il materiale di lavoro

Attraverso l'utilizzo di una lametta, di un martello e di colla porosa, potrete andare a correggere i difetti del tacco, dandovi nuovamente la possibilità di poter utilizzare un paio di scarpe che avevate rimosso dal vostro guardaroba. Una volta che avrete recuperato tutti gli strumenti che abbiamo appena menzionato, potrete incominciare con la lavorazione. Cominciate rimuovendo il tacco difettoso, per poi pulire con il taglierino la base del tacco e della scarpa dalla colla vecchia, assicurandoci che non rimangano residui. Questo servirà a garantirci una tenuta ottimale a lavoro finito. Se il tacco, oltre che con la colla, era fissato con i chiodi, dopo la pulizia procediamo con il riempire i buchi con la nostra colla e lasciamola asciugare per circa cinque minuti. Successivamente poniamo la colla su tutta la base del tacco e con un martello riposizioniamo il tacco sulla base della scarpa, cercando di inserire i chiodi nelle fessure che precedentemente avevamo riempito con la colla.

35

La pulizia dai residui

Utilizzando un panno umidificato, andate a pulire quelli che sono dei possibili residui dovuti all'eccesso di colla utilizzata, che potrebbero essere fuoriusciti dal bordo. Bloccando bene con una mano il tacco, potrete premere verso il basso sulla base della suola utilizzando la mano opposta. Applicate questa pressione costante per circa cinque minuti in modo da far aderire per bene il tacco alla scarpa. Lasciamo asciugare la colla per ventiquattro ore. Passato il tempo indicato il nostro tacco sarà di nuovo stabile come se non si fosse mai rotto.

Continua la lettura
45

La sostituzione integrale del tacco

La medesima procedura che abbiamo appena illustrato, potrete andare a utilizzarla anche nel momento in cui la rottura del tacco non fosse nella zona della giuntura, ma interessasse tutta la struttura del tacco. Nel caso specifico, dovrete acquistare dei tacchi completamente nuovi. E’ davvero difficile trovare dei tacchi che aderiscono perfettamente alla base delle nostre scarpe cosi come faceva il nostro tacco rotto. Per questo si sconsiglia di riparare questo genere di rotture a meno che non si riesca a trovare un nuovo tacco perfettamente aderente alla forma della base della scarpa.
Eccovi un link d'approfondimento tematico: https://momoilgomitolo.wordpress.com/2011/11/04/rotocalco-del-gomitolo-tutorial-il-dramma-del-tacco-sbucciato/

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come riutilizzare un vecchio ventilatore

Un vecchio ventilatore che non funziona più, ormai da gettare via, può rivelarsi un sorprendente oggetto da riciclare per dare ulteriore vita ad oggetti nuovi, davvero utili, comodi o decorativi. Tuttavia, prima di buttare via il tuo vecchio ventilatore,...
Altri Hobby

Come riparare un oggetto di corallo

Il corallo, con le sue bellissime e caratteristiche ramificazioni, è un organismo appartenente al regno animale ed è costituito da un insieme di minuscoli polipi, posti uno accanto all'altro; le secrezioni calcaree che essi formano, si fondono e formano...
Altri Hobby

Come vestirsi in stile teatral sexy

Sentirsi belle è una prerogativa molto importante per le donne e proprio per questo motivo spesso le vediamo indecise, a passare ore intere solo per scegliere il look da utilizzare in occasioni particolari. Quindi per aiutare tutte quelle donne un po'...
Altri Hobby

Come creare un paesaggio natalizio in un barattolo di vetro

Come ogni anno, la magia del Natale tinge di mille colori il grigio cuore dell'inverno. Un tocco leggero che di colpo illumina le strade, fa scintillare le vetrine dei negozi e rende le nostre case più accoglienti. Perché allora non lasciarci ispirare...
Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come riparare una imbarcazione in vetroresina

Utilizzando la nostra barca in mare, può capitare che succedano piccoli incidenti, come ad esempio sfregare accidentalmente il molo di attracco o subire un urto da qualche barca ormeggiata nelle nostre vicinanze. Se la barca è realizzata in vetroresina,...
Altri Hobby

Come realizzare un ombrello da pioggia

A volte può succedere che durante una giornata di pioggia si ha voglia di uscire, ma l'ombrello che generalmente si utilizza è rotto. In questo caso per evitare di bagnarsi bisogna cercare di realizzare un ombrello con il metodo fai da te. Se si è...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.